VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Archivio
Archivio



Ecco le entrate archiviate per 0 0


Trame di luce. Il linguaggio dei cristalli traccia nuovi orizzonti artistici
di Redazioneweb2   
mercoledì 27 luglio 2011

curto2.jpgNel progetto della Biennale estesa, voluta da Vittorio Sgarbi, che ha prolungato i confini del Padiglione italiano, riportandolo alla vastità e complessità del territorio nazionale, travalicando i confini veneziani, la Regione del Veneto ha scelto Villa Contarini a Piazzola sul Brenta.

 

“La diffusione regionale dell’attività espositiva del Padiglione Italia - dice il Vice Presidente Zorzato - ha un doppio significato: da un lato, si lega alle celebrazioni del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, dall’altro, consente di effettuare una rilevazione dello stato dell’arte contemporanea in Italia, all’alba del secondo millennio attraverso l’esposizione degli artisti contemporanei viventi più significativi della regione che abbiano operato negli ultimi dieci anni”. Stefano Curto, di Segusino (Tv), è un artista che sin dalla nascita ha potuto godere della felice armonia di un paesaggio in cui la natura con i suoi elementi si mostra nel suo aspetto migliore.

 
Di soglia in soglia. Palazzo Fortuny punto di contatto ‘tra’ mondi
di Anna Trevisan   
mercoledì 20 luglio 2011

tra_michaelborremans_sized.jpgTra è il titolo della raffinata mostra che invita a un pellegrinaggio etico ed estetico attraverso l’arte d’Oriente e Occidente, dal passato ai giorni nostri. “Tra” come tramite, trasformazione, traduzione. Traversata, trasporto, tragitto. “Tra” come nel sanscrito “mantra”, “sutra”, “yantra”. Un intenso e inedito viaggio, di soglia in soglia, di simbolo in simbolo, in un crescendo di ‘tappe’ e conversazioni tra 150 opere radunate a colloquio.

 

Luce, acqua, pietra, suono, spazio sono solo alcuni dei nodi-chiave per aprire nuove porte e passaggi che conducono a sentieri interrotti, dimensioni altre, conversioni di senso, abissi, fondali.

 
Percorsi di ricerca. Kiefer e Vedova: intreccio di esperienze sensoriali
di Roberta De Villa   
giovedì 14 luglio 2011

anselm_kiefer.jpg

 

Kiefer e Vedova: un dialogo tra protagonisti dell’Arte, un incedere mano nella mano nei tortuosi meandri del tempo e dello spazio. La Fondazione Emilio e Annabianca Vedova presenta due appassionanti retrospettive sull’opera di questi indiscussi protagonisti della cultura contemporanea, curate da Germano Celant.

 

Anselm Kiefer, noto artista contemporaneo, ha realizzato per il Magazzino del Sale un’installazione alchemica e trascendente, di grande impatto visivo ed emotivo: Salt of the Earth. L’Uomo, secondo il suo sentire, deve addentrarsi in un mondo antico, incedere per mutazioni e rinascere purificato. A questo tendono i materiali del suo percorso: alla catarsi. Dipinti e sculture ricorrono quindi a materie e procedimenti simbolici.

 
BIENNALE 2011 | Artway's New Forest Pavilion
di Redazioneweb2   
martedì 12 luglio 2011
artsways.jpg

[Evento collaterale] ArtSway’s, galleria inglese d’arte contemporanea che ha contribuito a far conoscere artisti del calibro di Anne Hardy, propone una rosa di sei giovani artisti (Gayle Chong Kwan, Dave Lewis, Hew Locke, Mike Marshall, Christopher Orr e Sophy Rickett) chiamati a esprimersi sui temi glocal dell’identità e dell’ambiente. In collaborazione con gli studenti dell’Arts University College di Bournemouth./ ArtSway’s – a British contemporary art gallery that contributed to making artists such as Anne Hardy known – presents a group of six artists who were asked to express their views on “glocal” topics like identity and the environment. In collaboration with the students of Bournemouth’s Arts University College.

 

ARTSWAY’S NEW FOREST PAVILION

Palazzo Zenobio, Dorsoduro 2596  www.artsway.org.uk

 
Art à porter. Fondazione Prada a Ca' Corner della Regina
di Paolo Lucchetta   
giovedì 07 luglio 2011

prada_hirst.jpgVocazione culturale, amore per la città, desiderio di visibilità: motivi diversi spingono istituzioni diverse per natura e interessi a entrare nel sistema culturale veneziano.

La recente storia dimostra che solo alcune di queste si inseriranno in maniera credibile e attiva nel tessuto dei luoghi veneziani dell'arte, altre si accontenteranno di sfruttare lo spazio scenico della città nelle occasioni in cui Venezia diventa per pochi giorni o settimane capitale mondiale della cultura, in attesa, come più di qualcuno auspica, che la città divenga anche e soprattutto un luogo di produzione culturale e artistica.
 
Per parlar d'Arte. I Meetings on Art della Biennale
di Redazione   
venerdì 01 luglio 2011

laurie-anderson.jpgA partire da primo ottobre fino al 26 novembre la Biennale organizza una serie di seminari accessibili al pubblico che visita la 54. Esposizione. Si tratta di Meetings on Art, incontri con artisti, curatori, filosofi e studiosi nel corso dei quali saranno sviluppati alcuni dei temi proposti dalla Direttrice Bice Curiger e affrontati dalle opere di ILLUMInazioni: comunità e nazioni, globalizzazione, luce, Tintoretto. Una tavola rotonda finale dal titolo "Dalla barba di Harald al rossetto rosso ciliegia di Bice" avrà invece come oggetto di discussione e confronto il Curatore quale figura chiave dell'arte contemporanea. Saranno presenti per l'occasione Bice Curiger e Paolo Baratta.

In attesa di ottobre, l'iniziativa regala però un'anteprima affascinante: domenica 3 luglio (alle 18, ingresso libero) Laurie Anderson sarà presente al Teatro Piccolo Arsenale. Artista, compositrice, poetessa, fotografa, film maker e strumentista, la Anderson è conosciuta in tutto il mondo per le sue performance multimediali e per l’uso avanguardistico delle tecnologie nelle arti visive, oltre a essere una musicista universalmente riconosciuta e apprezzata. Per Meetings on Art l'artista terrà una conferenza/discussione informale dal titolo A Short Talk on Places.

«Meetings on Art» - Laurie Anderson

Teatro Piccolo Arsenale h.18

info www.labiennale.org

 
Vetro dentro. Arte e design: Glasstress accende il contemporaneo
di Redazione   
venerdì 01 luglio 2011

glasstress.jpgÈ stato inventato più di 5.500 anni fa. È composto da tutti e quattro gli elementi: aria, acqua, fuoco e terra. È, al tempo stesso, un materiale semplice e raffinato. È il vetro che in Glasstress, evento collaterale della 54. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, è il protagonista indiscusso. La mostra, ideata da Venice Projects e MAD The Museum of Arts and Design di New York, presenta un’ampia selezione dei maggiori artisti contemporanei che, nei loro percorsi, hanno esplorato la storia, le caratteristiche fisiche e le associazioni metaforiche del vetro.


Molti di loro – designer e architetti - riprendendo il concetto freudiano di unheimlich, hanno scelto di usare oggetti di uso quotidiano, come per esempio Barbara Bloom che lavora sulla fragilità del vetro come metafora della vita o come Fred Wilson che propone un parallelismo tra la riflessività del vetro e le opere del pittore Pietro Longhi.

 
La cacciatrice silenziosa. L'Italia vista attraverso gli occhi di Ileana Sonnabend
di Anna Trevisan   
martedì 28 giugno 2011

awarhol-3734_ileana.jpg«Se lo ha detto Ileana Sonnabend, allora è vero» diceva di lei Andy Warhol. Riservata, sempre interessata a scovare il classico nel presente, paziente osservatrice, come si addice a un cacciatore in attesa della preda, Ileana Sonnabend ha teso il proprio arco attraverso mezzo secolo, scoccando le sue frecce puntute e intelligenti, con vivida lungimiranza, su astri nascenti dell’arte contemporanea che, grazie a lei e al primo marito Leo Castelli sono entrati nell’empireo dell’eterno presente.

 

Nata a Bucarest da una ricca famiglia ebrea, delle sue origini aveva forse conservato quella che Achille Bonito Oliva ha chiamato una forma di “nomadismo culturale”, che le permise di catturare il nuovo in piena libertà. Nelle sue gallerie di Parigi e New York, ponti tra due mondi, trovarono casa il New Dada e la Pop Art ma anche Festa, Schifano, l’arte povera di Pistoletto, Paolini e Calzolari; Fontana, Rotella, Ontani. «Di solito quello che non capisco mi piace» diceva, a riprova di un gusto per l’avventura intellettuale e umana tutta tesa all’esplorazione di linguaggi sconosciuti.

 
Concentrato d’arte. Le declinazioni regionali del Padiglione Italia
di Gabriella Zullo   
martedì 28 giugno 2011

gaetano_mainenti_rgb_small.jpgAl fine di creare una rilevante e, si spera, longeva testimonianza dell’arte contemporanea italiana dell’ultimo decennio, Vittorio Sgarbi, incaricato dal Ministero, ha concepito un progetto ricco di vitalità, in cui vengono messe a confronto tecniche e filosofie artistiche differenti, scelta pressoché azzardata a detta di alcuni. Si tratta del Padiglione Italia che, nell’ambito della 54. Biennale Arte di Venezia, vede la partecipazione e il contributo delle regioni italiane: «La prima Biennale democratica degli artisti e non dei critici»: così la definisce Sgarbi.

 

Gli artisti scelti hanno quindi esposto le loro opere nelle città più importanti e prestigiose dello ‘stivale’. È stato inoltre creato un Comitato tecnico di intellettuali presieduto da Emmanuele F.M. Emanuele che, con l’aiuto delle venti Accademie di Belle Arti italiane, è stato incaricato di indicare gli artisti più meritevoli nel panorama dell’arte contemporanea. 
 

 

 
L’arte ellenica al passo con i tempi. Il passato torna presente nelle tele di Bokoros e Botsoglou
di Gabriella Zullo   
giovedì 23 giugno 2011
christos_bokoros_04.jpgNello sfaccettato panorama artistico contemporaneo la tradizione pittorica del Mediterraneo torna ad illuminare le tele dei più celebri artisti. Stavolta i protagonisti indiscussi sono Christos Bokoros e Chronis Botsoglou, pittori contemporanei greci, i cui capolavori sono esposti nello spazio storico della Sala del Capitolo (Venezia), dove ancora oggi si raduna la comunità greca della città, la più antica e più organizzata esistente al mondo. Le opere esposte sono 20 e appartengono alla collezione privata di Sotiris Felios, formatasi ad Atene nei primi anni ’90, la quale tutt’oggi conta più di 600 capolavori.

Accompagnata da un titolo molto intrigante, Illuminated Shadows, la mostra è stata inaugurata il 4 giugno e chiuderà i battenti il 15 luglio (è aperta al pubblico tutti i giorni, dalle 10.00 alle 18.00; l’ingresso è libero). A promuovere l’evento, che si inserisce nell’ambito della 54. Biennale d’Arte, è l’Istituto Ellenico di Studi Bizantini e Postbizantini di Venezia in collaborazione con la Fondazione “l’altra... Arcadia”. La collezione di Sotiris Felios, però, registra la sua seconda presentazione poiché, proprio nel novembre dell’anno scorso al palazzo Sismanoglio di Costantinopoli, conobbe la sua prima riuscita.
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 Pross. > Fine >>

Risultati 61 - 120 di 433
    11|02|2017 - 28|05|2017
  • WILLIAM MERRITT CHASE Un pittore tra New York e Venezia
    Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna, Santa Croce 2076 - VENEZIA
    Sessanta opere provenienti da collezioni pubbliche e private statunitensi arrivano a Ca’ Pesaro per la prima mostra in Italia dedicata...

  • 18|03|2017 - 04|06|2017
  • DA POUSSIN A CÉZANNE Disegni della Collezione Prat
    Museo Correr, Piazza San Marco - VENEZIA
    Una preziosa mostra di disegni, provenienti da una della più importanti raccolte private francesi: nelle sale del Museo Correr sfilano...

  • 18|02|2017 - 04|06|2017
  • HIERONYMUS BOSCH E VENEZIA
    Palazzo Ducale, Appartamento del Doge, Piazza San Marco 1 - VENEZIA
    Una mostra piccola dal fascino intramontabile alla ricerca delle opere ‘veneziane’ del grande Hieronymus Bosch, pittore affascinante ed...

  • 25|02|2017 - 26|06|2017
  • RITA KERNN-LARSEN Dipinti surrealisti
    Project Rooms, Collezione Peggy Guggenheim, Dorsoduro 701 - VENEZIA
    Un inedito approfondimento dedicato all’arte surrealista di Rita Kernn-Larsen (Hillerød 1904–Copenaghen 1998), che nel 1937...

  • 15|04|2017 - 02|07|2017
  • ATTORNO A TIZIANO L’annuncio, la linea e la materia verso Fontana
    Centro Culturale Candiani, Piazzale Candiani - MESTRE (Ve)
    "Cortocircuito – Dialogo tra i secoli"
    Un inedito e intrigante dialogo tra due giganti dell’arte italiana: Tiziano e Fontana. Gabriella Belli e Luca Massimo Barbero, curatori della...

  • 23|03|2017 - 23|07|2017
  • SERENISSIME TRAME Tappeti dalla collezione Zaleski e dipinti del Rinascimento
    Galleria Giorgio Franchetti alla Ca’ d’Oro, Cannaregio 3932 - VENEZIA
    Tessuti straordinari, coloratissimi, composti da elaborati intrecci dalla forte carica simbolica. Una selezione di 25 antichissimi e rarissimi...

  • 10|04|2017 - 30|07|2017
  • ETTORE SOTTSASS: il vetro
    Le Stanze del Vetro, Isola di San Giorgio Maggiore - VENEZIA
    Le Stanze del Vetro celebrano la produzione vetraria dell’architetto italiano Ettore Sottsass (1917–2007), nel centenario della sua...

  • 06|05|2017 - 31|08|2017
  • LISTEN. Imaging American Music by Rhona Bitner
    Palazzetto Bru Zane, San Polo 2368 - VENEZIA
    Il progetto Listen di Rhona Bitner è un catalogo visivo della storia americana del Rock’n’Roll. Una raccolta frutto di oltre dieci...

  • 12|04|2017 - 10|09|2017
  • DAVID LACHAPELLE Lost & Found
    Casa dei Tre Oci, Fondamenta delle Zitelle 43, Isola della Giudecca - VENEZIA
    «Amo creare tramite l’uso della fantasia, tramutando in immagine i miei sogni». David LaChapelle Una grande mostra monografica,...

  • 29|04|2017 - 01|10|2017
  • CABINET OF CURIOSITIES La Collezione Drom
    Museo di Palazzo Mocenigo, Salizada di San Stae, Santa Croce 1992 - VENEZIA
    La straordinaria collezione della famiglia Storp, fondatrice nel 1911 a Monaco di Baviera di Drom Fragrances, dialoga con il Museo di Palazzo...

  • 21|04|2017 - 15|11|2017
  • PALAZZO CINI. LA GALLERIA – VIK MUNIZ Afterglow: Pictures of Ruins
    Palazzo Cini, San Vio, Dorsoduro 864 - VENEZIA
    Afterglow: Pictures of Ruins di Vik Muniz inaugura la stagione 2017 della Galleria di Palazzo Cini a San Vio con un omaggio alla...

  • 07|04|2017 - 27|11|2017
  • LORIS CECCHINI Waterbones
    Event Pavilion, T Fondaco dei Tedeschi, Riato, Calle del Fondaco - VENEZIA
    Le sue grandi installazioni si collocano al crocevia tra scultura, architettura e dimensione organica e confondono le percezioni dello spettatore per...

  • 09|04|2017 - 03|12|2017
  • DAMIEN HIRST Treasures from the Wreck of the Unbelievable
    Palazzo Grassi, San Samuele | Punta della Dogana, Salute - VENEZIA
    Un progetto inedito, frutto di un lavoro durato dieci anni, dell’artista britannico Damien Hirst che coinvolge per la prima volta...