VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow Archivio
Archivio



Ecco le entrate archiviate per 0 0


Il poeta necessario. Imperdibile Leonard Cohen, con Bob Dylan l'abc della poesia in musica
giovedì 30 luglio 2009
zoom_leonardcohen.jpgIl 3 agosto, unica data italiana, sarà protagonista in Piazza San Marco il cantautore, poeta e scrittore canadese Leonard Cohen. Artista seminale e imprescindibile, incanterà il pubblico riproponendo e reinterpretando i brani più famosi della sua più che quarantennale carriera. Dedicatosi sin da giovanissimo alla poesia, la prima raccolta vide la luce nel 1956, otterrà il pieno successo internazionale in campo musicale dieci anni più tardi con la canzone Suzanne.
 
Una Piazza del mondo
martedì 06 luglio 2010
piazzasanmarco_notturna.jpgDopo anni di utilizzo estemporaneo, di tentativi velleitari, di improbabili eventi pseudo-kolossal in varie e variopinte salse, finalmente Piazza San Marco ritorna a recitare il ruolo che le compete, ossia quello di grande scenario per rappresentazioni culturali e spettacolari adeguate alla sua bellezza e al suo impareggiabile allure storico. Ancora molto rimane da fare per dare migliore compattezza a quella che è la vera estiva internazionale di Venezia, magari disegnando ancor meglio il profilo identitario di un cartellone con direzioni più connesse, più leggibili in una mappa di sintesi che fotografi un’identità culturale ragionata e ben congegnata, però rispetto ai decenni zero e a come si era ripartiti qualche anno fa mi sembra che i passi compiuti in questo senso, se non giganti, siano stati belli, belli grandi. Quindi merito a chi ci ha creduto, in primis Venezia Marketing & Eventi, pulendo magari il campo da operazioni che dire improbabili è usare un generoso eufemismo (ogni riferimento a Sms Venice è del tutto casuale, naturalmente…), concentrandosi semplicemente su quello che è l’esempio migliore delle grandi stagioni estive di qualsiasi città internazionale che si rispetti, ossia offerte di qualità a prescindere da qualsiasi altro intento mediatico, magari sostanziato da oblique finalità di beneficienza o di sostegno alla tutela del territorio.
 
A che punto è la notte?
sabato 23 giugno 2012

artnight.jpgInizio estate, una calda notte dell’arte, edizione numero due. In una città dove il dialogo tra enti e istituzioni culturali è troppo spesso coincidente con una somma di monologhi, avere registrato il clamoroso successo della prima versione e prevederne facilmente il bis nella versione 2012 ha quasi del miracoloso. La notte dell’arte a Venezia risulta un momento simpaticamente bulimico di eccesso nell’accesso alla cultura. Partendo da Ca’ Foscari, cuore del sapere istituzionale e accademico, un cortile di un palazzo che è molto di più di un affascinante luogo, in quanto rappresenta la concretezza di una Venezia possibile, viva, brulicante di entusiasmo e aperta al futuro attraverso la conoscenza.

 

Università come spazio di formazione e di circolazione delle idee, non un diplomificio ad uso e consumo della disoccupazione… Duecento diversi luoghi per quattrocento proposte, un tourbillon di entusiasmo e di differenti opzioni per un pubblico che, debitamente stimolato, sa ritrovare il gusto di una socialità condivisa in maniera partecipata, in grado di unire le proposte culturali con la fruizione delle stesse, divenendo parte integrante del meccanismo che si autoalimenta. Non sono scelte ‘imposte’, ma condivise, nascono e si moltiplicano in maniera diretta, il pubblico diviene un’onda che attraversa la città insinuandosi dappertutto, l’accessibilità urbana si riappropria di spazi in una città sempre in bilico tra il parco di divertimento e la normalità quotidiana spesso negata.

 
Formula remo. Un tuffo nella tradizione serenissima con l’agonismo competitivo della Storica
lunedì 30 agosto 2010
L’appuntamento di quest’anno con la celebre manifestazione della Regata Storica è previsto per il 5 settembre, quando, contenute nella consueta cornice composta dai palazzi e dai ponti veneziani, le acque serenissime verranno strappate dal loro stato di quiete contemplativa da impudenti imbarcazioni che saranno pronte a solcare, portando con sé un tuffo tra colori vivaci, costumi tradizionali e suoni chiassosi le loro superfici piatte e placide per una sfida a colpi di remo che trova nel palco galleggiante della Machina - in corrispondenza del palazzo di Ca’ Foscari - il suo traguardo finale. Insieme sfilata e competizione, la cerimonia trova nel palcoscenico del Canal Grande il suo luogo storico e naturale, in una continuità che riconduce al lontano 1489 quando, dopo aver abdicato al suo trono in favore di Venezia, la regina di Cipro Caterina Cornaro fu accolta trionfalmente nella città da un grandioso corteo acqueo che rivive, da quel tempo, ogni anno in corrispondenza della  prima settimana di settembre.

 
Triplo nodo. Arte, scienza e impresa al servizio della creatività
giovedì 14 giugno 2012

arscientia.jpgUn tratto originale, capace di distinguere un’iniziativa rispetto alle altre. Questo si ravvisa in «Arscientia», progetto interdisciplinare che unisce arte, scienza e impresa per una manifestazione che intende sfruttare la dinamicità produttiva del Nordest in un frangente socio-economico in cui elasticità di pensiero e azione risultano di vitale importanza.

 

Fondaco e Picapao sono le aziende veneziane da cui nasce il nuovo format, che chiama a raccolta realtà come l’Istituto Europeo di Design, l’Istituto Veneto di Scienze, Lettere e Arti, l’Università Ca’ Foscari e Veneto Banca, per fornire un tessuto connettivo capace di veicolare un dialogo ‘fruttuoso’.

 
Re per una notte. I balli in maschera protagonisti del Carnevale
mercoledì 11 febbraio 2009
Al fascino della maschera è difficile sottrarsi, entrare nei panni di re o regine, di personaggi storici o leggendari, o immergersi nei fasti veneziani del ‘700 è un’esperienza impagabile e i balli in maschera un’occasione da non perdere. Ai tempi della Serenissima il Carnevale era il momento più atteso dai Veneziani che festeggiavano organizzando feste da ballo in campiello a pagamento.
 
La memoria degli oggetti. Campo San Maurizio ospita il tradizionale mercatino dell’antiquariato
martedì 14 dicembre 2010

camposanmaurizio.jpgQuadri, antiche stampe e fotografie d’epoca, oggettistica in vetro di Murano, pizzi e merletti. Questo e molto altro costituisce l’offerta del consueto mercatino organizzato dall’Associazione Espositori dell’Antiquariato di Campo San Maurizio, con il Patrocinio del Comune di Venezia.

 

Un appuntamento che sa di tradizione fin dall’anno della sua istituzione, il 1970, atteso di volta in volta con trepidazione da esperti e appassionati di questo microcosmo che si sviluppa attorno a una necessità tanto importante quanto spesso trascurata: la trasmissione della memoria, di cui si fanno ambasciatori gli oggetti accuratamente selezionati dagli espositori coinvolti nell’iniziativa.

 
Una Manica di Libri apre al pubblico
lunedì 11 gennaio 2010
manicalunga.jpg«La Manica Lunga è uno dei posti più belli che conosco. La caratteristica più evidente è la prospettiva del lungo salone visto soprattutto verso la trifora che affaccia il bacino di San Marco. È uno spazio ascetico e totalmente inaspettato nella nostra cultura di standardizzazione e gretta praticità. È anche disorientante perché le dimensioni sono difficilmente comprensibili a causa dell’inganno visivo prodotto dalle porticine delle celle, che giocano con le reali proporzioni dello spazio (il corridoio ha dimensioni in pianta di circa m. 128x6, l’altezza al colmo della volta a botte è di m. 8,25. Le celle sono 56)» (Michele De Lucchi, architetto responsabile del progetto di restauro). Nel 1448 venne costruito il dormitorio del monastero benedettino, oggi denominato “Manica Lunga”, su iniziativa dell’abate Cipriano Rinaldini.
 
Stasera guido IO. La sicurezza stradale per il divertimento responsabile
giovedì 17 giugno 2010
pensoemidiverto.jpg“Penso e mi Diverto” è una piattaforma di iniziative legate alla sensibilizzazione sui temi della sicurezza stradale che si avvale della forte sinergia tra le Istituzioni, gli operatori delle Forze dell’Ordine, i gestori dei locali del SILB-FIPE, l’Associazione Italiana Imprese di Intrattenimento da Ballo e di Spettacolo e Diageo, leader mondiale nella produzione e distribuzione di bevande alcoliche. Con il patrocinio di Regione Veneto, Provincia di Venezia, Comune di Jesolo e Comune di Venezia, in coordinamento con la Prefettura di Venezia, “Penso e mi Diverto” è mirato ai giovani e punta alla formazione di guidatori consapevoli e responsabili quanto a comportamenti stradali, in ponendo un'estrema attenzione sul tema di alcol e conduzione di veicoli.
 
Comincia la vita
lunedì 06 aprile 2009
Il Centro Studi e Ricerche Ligabue, che annovera tra gli scopi sociali la promozione di ricerche sulla paleoantropologia e sulle scienze naturali, in più di qualche occasione si è trovata ‘naturalmente’ ad occuparsi dell'opera di Charles Darwin, come quando, durante una missione alle isole Galapagos, approfondì le prime osservazioni qui condotte da Darwin sull'evoluzionismo.
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Pross. > Fine >>

Risultati 121 - 180 di 246