VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow Archivio
Archivio



Ecco le entrate archiviate per 0 0


XIII Settimana della Cultura: programma a Venezia
venerdì 08 aprile 2011

settimanacultura.jpgL’Italia è un Paese dallo straordinario patrimonio artistico e culturale. Si tratta di un tesoro dall’inestimabile valore che abbiamo avuto il privilegio di ricevere in eredità dai nostri antenati nel corso dei secoli. Questa fortuna risulta ancora maggiore potendone godere gratuitamente per nove giorni, dal 9 al 17 aprile prossimi. È quello che succede durante la Settimana della Cultura, giunta alla XIII edizione, che ogni anno apre gratuitamente le porte di musei, aree archeologiche, archivi e biblioteche statali, per una grande festa diffusa su tutto il territorio nazionale. In tutta Italia, oltre 2.500 appuntamenti tra mostre, convegni, aperture straordinarie, laboratori didattici, visite guidate e concerti renderanno ancora più speciale l’esperienza di tutti i visitatori italiani e stranieri.

 

Inoltre grazie al progetto 'Benvenuti al Museo' che vede la collaborazione con il Centro per i servizi educativi del museo e del territorio del MiBAC circa 750 studenti di istituti tecnici e professionali per il turismo, licei linguistici e istituti alberghieri saranno coinvolti presso alcuni dei principali musei statali italiani per attività di accoglienza al Museo per i visitatori italiani e stranieri, distribuzione di materiali informativi, assistenza alle attività educative. [www.beniculturali.it ]

 

 

Nell’ambito del Progetto nazionale di Alternanza Scuola – lavoro ‘Benvenuti al Museo’, i Servizi Educativi coordinano l’accoglienza per i visitatori italiani e stranieri nei musei statali veneziani da parte degli studenti degli Istituti scolastici I.T.S.T. A. Gritti, I.I.S. Marco Polo, I.T.T. F. Algarotti

 

 
Mare maggio. Un Arsenale d'eventi
venerdì 14 maggio 2010
arsenale.jpgMare Maggio è un percorso che parte dal passato e si proietta nel futuro, in una delle aree più affascinanti di Venezia, l’Arsenale, luogo simbolo per la marineria e l’arte navale: esposizioni, ricostruzioni storiche, barche, eventi, libri e oggetti per chi ama il mare. Per la terza edizione, dal 14 al 16 maggio, l’Arsenale conferma l’apertura al pubblico di un percorso solitamente non accessibile, che collega le aree in custodia della Marina Militare con l’area nord della Darsena Grande, le cosiddette Tese della Novissima e le magnifiche Tese di San Cristoforo, beni del Demanio recuperati grazie agli interventi del Magistrato alle Acque e di Arsenale di Venezia Spa.
 
Piccoli Maestri (crescono). Un corso per una professione da salvaguardare: il Maestro d'Ascia
venerdì 26 agosto 2011

maestrodascia1.jpgUn corso per aspiranti Maestri d'Ascia, organizzato ogni anno da Confartigianato Venezia, promuove con passione un mestiere antico duemila anni, fatto di cultura, storia, ingegneria e ricerca.
Il mestiere del Maestro d'Ascia rappresenta un patrimonio di conoscenze da salvaguardare per tramandare alle generazioni future un'attività vitale e ricca di prospettive: grazie al corso, infatti, circa il 60% degli oltre 80 partecipanti delle passate edizioni ora lavora stabilmente nei cantieri nautici cittadini, mentre due giovani hanno aperto due nuovi cantieri, a riprova di come la conservazione delle attività artigianali porti a Venezia lavoro e nuovi imprenditori, preservando così la vivibilità del centro storico dalla monocultura turistica.

Il corso per la progettazione e costruzione di barche in legno è una scuola sperimentale che ha sede sull'Isola della Certosa, presso il Polo nautico Vento di Venezia. Ogni corso ricostruisce ogni anno un'imbarcazione storica; la settima edizione si conclude con il varo di una gondola del XVII secolo, realizzata dagli 11 allievi del corso guidati dal Maestro d'Ascia Matteo Tamassia su progetto dello storico Gilberto Penzo, con la collaborazione di Nicolao Atelier. La ricostruzione della gondola è un progetto di archeologia navale sperimentale, praticamente inedito in Italia, che ha già visto la ricostruzione nel 1997 della gondola settecentesca, e che si spera continui il prossimo anno con la ricostruzione della gondola rinascimentale, raffigurata nei teleri di Carpaccio e Bellini. Lo scorso anno è stato costruito il topo chioggiotto, l'imbarcazione tipica della Laguna che fa da palcoscenico a Venezia allo spettacolo Il Milione di Marco Paolini.

 

 
XMAS MUSTS: 10 cose da fare a Venezia tra Natale e Capodanno
martedì 21 dicembre 2010

1 - HAPPY BIRTHDAY FLORIAN!
«Il Florian è insieme una borsa, un foyer di teatro, un gabinetto di lettura, un circolo, un confessionale» (Honorè de Balzac). Goldoni, Casanova, Byron, Foscolo, Goethe, Dickens, Proust, D’Annunzio, la Duse, Rubinstein, Stravinsky, sono solo alcuni degli innumerevoli personaggi illustri che frequentarono questo caffè. La bottega da caffé Alla Venezia Trionfante fu inaugurata il 29 dicembre 1720 sotto le Procuratie Nuove in Piazza San Marco, ma subito i veneziani la ribattezzarono Florian, dal nome del suo primo proprietario, Floriano Francesconi. Il 29 dicembre 2010, quindi, il Caffè Florian festeggia i suoi splendidi 290 anni! Non potete mancare di festeggiare concedendovi il famoso e insuperabile bicerin, una miscela di caffè, cioccolato e crema latte, e di assicurarvi le cartoline celebrative a tiratura limitata con l’annullo filatelico che le Poste Italiane hanno dedicato a questo anniversario. Uno stand temporaneo delle Poste sotto il portico sarà aperto dalle 12 alle 17.


2 - LE BELLE STATUINE
Non sarà come passeggiare per San Gregorio Armeno a Napoli, tuttavia anche a Venezia vi è la possibilità di visitare alcuni presepi molto belli, che ogni anno ricordano a un mondo sempre più distratto la vera essenza del Natale. Quasi tutte le chiese parrocchiali ne allestiscono uno di valore simbolico. Alcuni sono importanti, di notevoli dimensioni e ricchi di personaggi e location pseudo-Nazarethiane, rivisitate secondo il gusto italico. Si possono vedere alla Basilica dei Frari, a San Polo, a San Cassiano e a San Salvador. A Mestre merita una visita quello preparato dai Frati in via Cappuccina.


3 - SHOP YOUR CHRISTMAS
Per campi e calli tra bancarelle adorne di luci colorate con Venezia a far da sfondo. In quale altro luogo il Natale sarebbe tanto romantico? La Fiera di Natale dal 20 al 24 si ‘allunga’ per tutta la Strada Nuova e si espande in Campo San Bartolomeo, Campo San Luca e Campo Manin. È una sorta di paradiso dello shopping dell’ultimo minuto; vi si trova un po’ di tutto, dai prodotti artigianali ai guanti e ai cappelli, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Se adorate l’oggettistica d’epoca, le stampe, i quadri, i libri, le cartoline, i pizzi, i merletti, i vetri di Murano, bijoux d’epoca e tante altre curiosità, non perdetevi il Mercatino dell’Antiquariato di San Maurizio dal 17 al 19. Curiosare è più divertente di acquistare, invece, al Mercatino delle Pulci in Campo dei Miracoli l’11 e il 12.


4 - SOUNDTRACK FOR CA' REZZONICO
Il Museo del ’700 veneziano a Ca’ Rezzonico è l’habitat naturale per Mozart e Haydn, ‘colonne sonore portanti’ del XVIII secolo e protagonisti del concerto di Natale del 23 dicembre intitolato Il Sinfonismo classico. Gli appassionati del genere non possono davvero perdersi l’esibizione de L’Offerta Musicale, orchestra da camera in pectore di Venezia. A dirigerla è Riccardo Parravicini, fondatore dell’organico e direttore artistico dell’«Autunno Musicale», rassegna in cui l’evento è compreso. Salite lo scalone d’onore e prendete posto nel grandioso salone da ballo che, con la doppia altezza dei due piani nobili del palazzo, costituisce il momento ‘regale’ della dimora dei Rezzonico. www.museiciviciveneziani.it

 
Natale in laguna: un viaggio nel tourbillon delle Feste
venerdì 05 dicembre 2008
Bene, una spolverata di neve c’è già stata e magari ne farà ancora un po’. Adesso basta aggiungerci tutto il resto: concerti, spettacoli, appuntamenti per bambini, laboratori creativi, degustazioni e bancarelle, mercatini, eventi, cori gospel… e un bicchiere di vin brulè!>>>
 
Biennale Danza - Nuove Creazioni | programma/schedule
venerdì 06 maggio 2011

11/05/2011

Teatro Malibran ore 20.00 (REPLICA 13.05_h. 20.00)
Arsenale della Danza
BABILONIA - IL TERZO PARADISO
Scenografia e costumi Marcel Kaskeline
Ideazione luci Ismael Ivo
Assistenti alla coreografia Franca Pagliassotto e Luca Della Corte
Assistente alla produzione Andrea Bonadio
Collaborazione alla produzione Julia Gomes (Cena Cultural Produçoes)
Con Sara Angius, Emanuela Biazzi, Noelle Cotler, Patrick Cubbedge, Loretta D’Antuono, Flavio Arco-Verde, Laura De Nicolao, Roberta De Rosa, David Lagerqvist, Leonardo Magalhães Muniz, Ariadne Mikou, Giuseppe Paolicelli, Claudio Pisa, Andrea Rampazzo, Cristian Rebouças Da Silva, Lucas Ribeiro Saraiva, Armando Rossi, Claudia Sansone, Valentina D’Apuzzo Schisa, DuJuan Smart Jr., Pamela Tzeng, Felipe Vieira Vian, Elisabetta Violante, Chiara Vittadello, Anastasia Voronina
Produzione La Biennale di Venezia - Settore Danza
In collaborazione con SESC São Paulo, Fondazione Teatro La Fenice

babiloniaakikomiyake1.jpg

 

Babilonia - Il terzo paradiso è una coreografia che riflette sulla realtà multiculturale di oggi, aggiungendo un nuovo tassello ai precedenti lavori di Ivo. Nel titolo della nuova produzione riecheggia l’idea della mescolanza di lingue, culture e arti che attraversa il mondo di oggi e che ne costituisce la vera ricchezza e l’attesa di un futuro migliore. Immerso in uno spazio vuoto e candido, lo spettacolo si avvale della musica celestiale dell’epoca barocca dedicata alle voci bianche dei castrati, capace di innalzare l’umano al divino e di evocare un senso primigenio di sogno e di bellezza ma anche di terrore. Protagonisti dello spettacolo sono i danzatori del centro di perfezionamento nella danza contemporanea della Biennale di Venezia, l’Arsenale della Danza/Babilon: the Third Paradise is a choreography which reflects on today’s multicultural reality. The title of the new production re-echoes the idea of the mixture of languages, cultures and arts all throughout the world; this constitutes our true wealth, our hope for a better future. Immersed in an empty, candid space, Ivo’s spectacle makes use of the celestial music of the era, able to evoke a primigenial sense of dreams and beauty, but also of terror.

 
«Giorno del ricordo». In memoria della tragedia delle foibe
martedì 08 febbraio 2011

giornoricordo1.jpg[10 febbraio Mestre, Marghera, Venezia]

Un viaggio nel ricordo della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle Foibe e dell'Esodo dalle loro terre di Istriani, Fiumani e Dalmati. Dal 10 febbraio «Giorno del Ricordo», il Comune di Venezia, in collaborazione con l'Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (Anvgd), organizza una manifestazione che si sviluppa in 10 appuntamenti per celebrare la memoria di questo tragico evento della storia che per troppo tempo è rimasto nell’oblio. 

 

 

 

 

 

 

 

 

PROGRAMMA INIZIATIVE:

 

 
Bancarella magica. A San Maurizio il fascino natalizio dell’antiquariato
mercoledì 14 dicembre 2011

mercatinisanmaurizio.jpgA Venezia l’atmosfera natalizia scende in campo. Nei giorni dal 16 al 18 dicembre torna il Mercatino dell’Antiquariato di Campo San Maurizio, un tradizionale appuntamento che affonda le proprie radici negli anni Settanta. Evento ormai immancabile del calendario prenatalizio, il campo ospita colorate bancarelle di oltre 56 espositori professionali provenienti da tutta Italia.

Tra i moduli in legno, si trovano esposti oggetti d’antiquariato e rarità. Molte bancarelle propongono opere in vetro di Murano, altre gioielli di bigiotteria, altre ancora stampe o libri antichi, ceramiche veneziane e orientali, lampade e specchi. Ma si possono trovare anche vestiti vintage, piccoli mobili del Settecento, ventagli e quadri dell’Ottocento o del Novecento.

 

Il mercatino è ormai una tappa immancabile per gli esperti a caccia di preziose merci ma anche per i curiosi che vogliano semplicemente curiosare tra le atmosfere del passato e toccare con mano i cimeli antichi.

 
Effetto romantico francese al Palazzetto Bru Zane
giovedì 08 ottobre 2009

bruzane.jpgVenezia si prepara ad accogliere una ventata di musica francese: manca poco infatti all’attesa inaugurazione di Palazzetto Bru Zane-Centre de Musique Romantique Française, le cui porte apriranno al pubblico martedì 3 ottobre. Posizionato nel quartiere di San Stin, vicino alla Basilica dei Frari e alla Scuola Grande di S. Giovanni Evangelista, il Centre de Musique Romantique Française è collocato negli spazi del Casino Zane, costruito alla fine del 1600 come luogo di svago del vicino Palazzo Zane, oggi sede dell’Istituto Sanudo.

Fu Domenico Zane ad affidare il progetto del Palazzetto all’architetto Baldassare Loghena, ma morì prima della fine dei lavori lasciandone la gestione al nipote Marino. Quest’ultimo lo adibì anche a luogo di studio e concerti per la giovane figlia violinista.

 
VJF 2011 | Il calendario
lunedì 18 luglio 2011

veneziajazzfestival2011.jpgSabato 23 luglio
ore 18.00 Piazzale Stazione Santa Lucia
WONDERBRASS
Andrea Smiderle tromba
Gabriele Pavani trombone
Roberto Masin clarinetto
Jaco Scanavini tuba
Andrea Boschetti banjo
Riccardo Paio batteria

ore 21.30 Palazzo Grassi, Atrio Grande

Biglietti da  € 25 a € 40
MUSICA NUDA
Petra Magoni voce
Ferruccio Spinetti contrabbasso

 

Domenica 24 luglio
ore 21.00 Teatro Goldoni, Foyer
MICHELE POLGA 4TET
Michele Polga sax
Matteo Alfonso piano
Lorenzo Conte contrabbasso
Tommaso Cappellato batteria

 

Lunedì 25 luglio
ore 13.00 Palazzo Grassi Cafè
Ingresso libero su prenotazione
JAZZ LUNCH | OTTOGALLI CAVERZAN DUO

 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 60 di 246