VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow Archive
Archive



Here are the Archived entries for 0 0


XIII Settimana della Cultura: programma a Venezia
venerdì, 08 aprile 2011

settimanacultura.jpgL’Italia è un Paese dallo straordinario patrimonio artistico e culturale. Si tratta di un tesoro dall’inestimabile valore che abbiamo avuto il privilegio di ricevere in eredità dai nostri antenati nel corso dei secoli. Questa fortuna risulta ancora maggiore potendone godere gratuitamente per nove giorni, dal 9 al 17 aprile prossimi. È quello che succede durante la Settimana della Cultura, giunta alla XIII edizione, che ogni anno apre gratuitamente le porte di musei, aree archeologiche, archivi e biblioteche statali, per una grande festa diffusa su tutto il territorio nazionale. In tutta Italia, oltre 2.500 appuntamenti tra mostre, convegni, aperture straordinarie, laboratori didattici, visite guidate e concerti renderanno ancora più speciale l’esperienza di tutti i visitatori italiani e stranieri.

 

Inoltre grazie al progetto 'Benvenuti al Museo' che vede la collaborazione con il Centro per i servizi educativi del museo e del territorio del MiBAC circa 750 studenti di istituti tecnici e professionali per il turismo, licei linguistici e istituti alberghieri saranno coinvolti presso alcuni dei principali musei statali italiani per attività di accoglienza al Museo per i visitatori italiani e stranieri, distribuzione di materiali informativi, assistenza alle attività educative. [www.beniculturali.it ]

 

 

Nell’ambito del Progetto nazionale di Alternanza Scuola – lavoro ‘Benvenuti al Museo’, i Servizi Educativi coordinano l’accoglienza per i visitatori italiani e stranieri nei musei statali veneziani da parte degli studenti degli Istituti scolastici I.T.S.T. A. Gritti, I.I.S. Marco Polo, I.T.T. F. Algarotti

 

 
Mare maggio. Un Arsenale d'eventi
venerdì, 14 maggio 2010
arsenale.jpgMare Maggio è un percorso che parte dal passato e si proietta nel futuro, in una delle aree più affascinanti di Venezia, l’Arsenale, luogo simbolo per la marineria e l’arte navale: esposizioni, ricostruzioni storiche, barche, eventi, libri e oggetti per chi ama il mare. Per la terza edizione, dal 14 al 16 maggio, l’Arsenale conferma l’apertura al pubblico di un percorso solitamente non accessibile, che collega le aree in custodia della Marina Militare con l’area nord della Darsena Grande, le cosiddette Tese della Novissima e le magnifiche Tese di San Cristoforo, beni del Demanio recuperati grazie agli interventi del Magistrato alle Acque e di Arsenale di Venezia Spa.
 
Piccoli Maestri (crescono). Un corso per una professione da salvaguardare: il Maestro d'Ascia
venerdì, 26 agosto 2011

maestrodascia1.jpgUn corso per aspiranti Maestri d'Ascia, organizzato ogni anno da Confartigianato Venezia, promuove con passione un mestiere antico duemila anni, fatto di cultura, storia, ingegneria e ricerca.
Il mestiere del Maestro d'Ascia rappresenta un patrimonio di conoscenze da salvaguardare per tramandare alle generazioni future un'attività vitale e ricca di prospettive: grazie al corso, infatti, circa il 60% degli oltre 80 partecipanti delle passate edizioni ora lavora stabilmente nei cantieri nautici cittadini, mentre due giovani hanno aperto due nuovi cantieri, a riprova di come la conservazione delle attività artigianali porti a Venezia lavoro e nuovi imprenditori, preservando così la vivibilità del centro storico dalla monocultura turistica.

Il corso per la progettazione e costruzione di barche in legno è una scuola sperimentale che ha sede sull'Isola della Certosa, presso il Polo nautico Vento di Venezia. Ogni corso ricostruisce ogni anno un'imbarcazione storica; la settima edizione si conclude con il varo di una gondola del XVII secolo, realizzata dagli 11 allievi del corso guidati dal Maestro d'Ascia Matteo Tamassia su progetto dello storico Gilberto Penzo, con la collaborazione di Nicolao Atelier. La ricostruzione della gondola è un progetto di archeologia navale sperimentale, praticamente inedito in Italia, che ha già visto la ricostruzione nel 1997 della gondola settecentesca, e che si spera continui il prossimo anno con la ricostruzione della gondola rinascimentale, raffigurata nei teleri di Carpaccio e Bellini. Lo scorso anno è stato costruito il topo chioggiotto, l'imbarcazione tipica della Laguna che fa da palcoscenico a Venezia allo spettacolo Il Milione di Marco Paolini.

 

 
XMAS MUSTS: 10 things to do in Venice between Christmas and New Year's
martedì, 21 dicembre 2010

1 - HAPPY BIRTHDAY FLORIAN!
“Florian’s cafe is, at the same time, a stock exchange, a theatre foyer, a reading room, a social club, a confession box” (Honorè de Balzac). Goldoni, Casanova, Byron, Foscolo, Goethe, Dickens, Proust, D’Annunzio, Eleonora Duse, Rubinstein, Stravinsky, are just a few of the illustrious personages who frequented this cafe. The coffee house called Alla Venezia Trionfante was inaugurated on 29 December 1720, under the Procuratie Nuove in Saint Mark’s Square. Soon the Venetians rebaptized it Florian, from the name of its first owner, Floriano Francesconi. On 29 December 2010, Caffè Florian will celebrate its splendid 290 years of life! Don’t deny yourself a part in the celebration: order here a famous, insuperable bicierin, a mixture of coffee, chocolate and cream. Buy some of the commemorative postcards (limited supply) which do not require stamps; these have been dedicated by the Poste Italiane to Florian’s anniversary. A temporary Post Office stand under the portico will be open from 12 noon to 5 p.m.

 

2 - THE LOVELY STATUETTES
Although it’s not the same as strolling in the zone of San Gregorio Armeno in Naples, nevertheless, even in Venice it is possible to visit some very beautiful creches, which each year remind an increasingly distracted world what is the true essence of Christmas. Almost all parish churches set up one, for its symbolic value. Some are important, having large dimensions, numerous personages and pseudo-Nazarene settings (envisioned according to Italian taste). These may be seen at the Basilica dei Frari, at San Polo, San Cassiano  and San Salvador. In Mestre, a noteworthy creche is the one prepared by the Friars in via Cappuccina.

 

3 - SHOP YOUR XMAS
Strolling along campi and calli, among stands bright with coloured lights, with Venice itself as a background. It what other place could Christmas be so romantic? The Christmas Fair, held from 20 to 24 December, winds along the entire Strada Nuova, expanding in Campo San Bartolomeo, Campo San Luca and Campo Manin. It’s a kind of paradise for last minute shopping: here you can find just about everything, from arts and crafts to gloves and hats. Only the choice is difficult! If you can’t resist antiques, prints, paintings, books, postcards, various types of lace, Murano glass, old bijoux or other curiousities, don’t miss the Mercatino dell’Antiquariato di San Maurizio (Antiques Market) from the 17th until the 19th. Just strolling by and looking at the merchandise is more amusing than buying at the Flea Market, Campo dei Miracoli, on the11th and 12th.

 

4 - A SOUNDTRACK FOR CA’ REZZONICO
The Museo del ‘700 veneziano at Ca’ Rezzonico is the natural habitat for Mozart and Haydn, ‘sound tracks’ of the XVIII century and protagonists of the Christmas concert of 23 December entitled  Il Sinfonismo classico. Lovers of this genre must not miss the performance of  L’Offerta Musicale, Venice’s in pectore chamber orchestra. Riccardo Parravicini is its director; he is the founder and artistic director of «Autunno Musicale», of which this event forms part. Climbing up the staircase of honour, taking a place in the grandiose ballroom, with its double height of two storeys, is the "royal" moment in this mansion of the Rezzonico family.

 
Natale in laguna: un viaggio nel tourbillon delle Feste
venerdì, 05 dicembre 2008
No translation here, sorry!>>>
 
Biennale Danza - Nuove Creazioni | programma/schedule
venerdì, 06 maggio 2011

11/05/2011

Teatro Malibran ore 20.00 (REPLICA 13.05_h. 20.00)
Arsenale della Danza
BABILONIA - IL TERZO PARADISO
Scenografia e costumi Marcel Kaskeline
Ideazione luci Ismael Ivo
Assistenti alla coreografia Franca Pagliassotto e Luca Della Corte
Assistente alla produzione Andrea Bonadio
Collaborazione alla produzione Julia Gomes (Cena Cultural Produçoes)
Con Sara Angius, Emanuela Biazzi, Noelle Cotler, Patrick Cubbedge, Loretta D’Antuono, Flavio Arco-Verde, Laura De Nicolao, Roberta De Rosa, David Lagerqvist, Leonardo Magalhães Muniz, Ariadne Mikou, Giuseppe Paolicelli, Claudio Pisa, Andrea Rampazzo, Cristian Rebouças Da Silva, Lucas Ribeiro Saraiva, Armando Rossi, Claudia Sansone, Valentina D’Apuzzo Schisa, DuJuan Smart Jr., Pamela Tzeng, Felipe Vieira Vian, Elisabetta Violante, Chiara Vittadello, Anastasia Voronina
Produzione La Biennale di Venezia - Settore Danza
In collaborazione con SESC São Paulo, Fondazione Teatro La Fenice

babiloniaakikomiyake1.jpg

 

Babilonia - Il terzo paradiso è una coreografia che riflette sulla realtà multiculturale di oggi, aggiungendo un nuovo tassello ai precedenti lavori di Ivo. Nel titolo della nuova produzione riecheggia l’idea della mescolanza di lingue, culture e arti che attraversa il mondo di oggi e che ne costituisce la vera ricchezza e l’attesa di un futuro migliore. Immerso in uno spazio vuoto e candido, lo spettacolo si avvale della musica celestiale dell’epoca barocca dedicata alle voci bianche dei castrati, capace di innalzare l’umano al divino e di evocare un senso primigenio di sogno e di bellezza ma anche di terrore. Protagonisti dello spettacolo sono i danzatori del centro di perfezionamento nella danza contemporanea della Biennale di Venezia, l’Arsenale della Danza/Babilon: the Third Paradise is a choreography which reflects on today’s multicultural reality. The title of the new production re-echoes the idea of the mixture of languages, cultures and arts all throughout the world; this constitutes our true wealth, our hope for a better future. Immersed in an empty, candid space, Ivo’s spectacle makes use of the celestial music of the era, able to evoke a primigenial sense of dreams and beauty, but also of terror.

 
«Giorno del ricordo». In memoria della tragedia delle foibe
martedì, 08 febbraio 2011

giornoricordo1.jpg[10 febbraio Mestre, Marghera, Venezia]

Un viaggio nel ricordo della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle Foibe e dell'Esodo dalle loro terre di Istriani, Fiumani e Dalmati. Dal 10 febbraio «Giorno del Ricordo», il Comune di Venezia, in collaborazione con l'Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (Anvgd), organizza una manifestazione che si sviluppa in 10 appuntamenti per celebrare la memoria di questo tragico evento della storia che per troppo tempo è rimasto nell’oblio. 

 

 

 

 

 

 

 

 

PROGRAMMA INIZIATIVE:

 

 
Bancarella magica. A San Maurizio il fascino natalizio dell’antiquariato
mercoledì, 14 dicembre 2011

mercatinisanmaurizio.jpgA Venezia l’atmosfera natalizia scende in campo. Nei giorni dal 16 al 18 dicembre torna il Mercatino dell’Antiquariato di Campo San Maurizio, un tradizionale appuntamento che affonda le proprie radici negli anni Settanta. Evento ormai immancabile del calendario prenatalizio, il campo ospita colorate bancarelle di oltre 56 espositori professionali provenienti da tutta Italia.

Tra i moduli in legno, si trovano esposti oggetti d’antiquariato e rarità. Molte bancarelle propongono opere in vetro di Murano, altre gioielli di bigiotteria, altre ancora stampe o libri antichi, ceramiche veneziane e orientali, lampade e specchi. Ma si possono trovare anche vestiti vintage, piccoli mobili del Settecento, ventagli e quadri dell’Ottocento o del Novecento.

 

Il mercatino è ormai una tappa immancabile per gli esperti a caccia di preziose merci ma anche per i curiosi che vogliano semplicemente curiosare tra le atmosfere del passato e toccare con mano i cimeli antichi.

 
The French-Romantic effect at Palazzetto Bru Zane
giovedì, 08 ottobre 2009

bruzane.jpgVenice gets ready to receive a breath of French air, as the Centre de Musique Romantique Française will open on October 3rd at Palazzetto Bru Zane. Located in San Stin, close to the Frari and the Scuola Grande di San Giovanni Evangelista, the Centre de Musique Romantique Française will be hosted by Casino Zane – built at the end of 1600 and originally used as Palazzo Zane’s private resort, now home of the Sanudo Institute.
Domenico Zane himself entrusted the project for the Palazzetto to the hands of the architect Baldassarre Loghena, but died before seeing the result and his grandson Marino took care of the administration, turning the Palazzetto into a place for his violinist daughter to practice and give concerts. Info www.bru-zane.com

 
VJF 2011 | Il calendario
lunedì, 18 luglio 2011

veneziajazzfestival2011.jpgSabato 23 luglio
ore 18.00 Piazzale Stazione Santa Lucia
WONDERBRASS
Andrea Smiderle tromba
Gabriele Pavani trombone
Roberto Masin clarinetto
Jaco Scanavini tuba
Andrea Boschetti banjo
Riccardo Paio batteria

ore 21.30 Palazzo Grassi, Atrio Grande

Biglietti da  € 25 a € 40
MUSICA NUDA
Petra Magoni voce
Ferruccio Spinetti contrabbasso

 

Domenica 24 luglio
ore 21.00 Teatro Goldoni, Foyer
MICHELE POLGA 4TET
Michele Polga sax
Matteo Alfonso piano
Lorenzo Conte contrabbasso
Tommaso Cappellato batteria

 

Lunedì 25 luglio
ore 13.00 Palazzo Grassi Cafè
Ingresso libero su prenotazione
JAZZ LUNCH | OTTOGALLI CAVERZAN DUO

 
More...
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 Next > End >>

Results 1 - 60 of 246