VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CINEMA arrow Archivio
Archivio



Ecco le entrate archiviate per 0 0


All’ombra dei riflettori. Padova ricorda Piero Tortolina, cinéphile
di Elisabetta Abrami   
giovedì 04 novembre 2010
pierotortolina.jpgL'associazione Euganea Movie Movement, in collaborazione con l'Università di Padova e la Cineteca di Bologna, dà vita a una serie di eventi in onore del padovano Piero Tortolina scomparso nel 2007. Personaggio tanto amato dagli addetti ai lavori quanto sconosciuto ai profani, Tortolina fu uno dei maggiori collezionisti di film in Italia; critico, acuto e rivoluzionario programmatore, ma soprattutto grande cinefilo, amante a tal punto della settima arte da agire quasi sempre nell’ombra, interessato più al cinema stesso che al proprio prestigio.
Leggi tutto...
 
Spazio al cinema. Il Multisala Rossini a Venezia, riveduto e corretto
di Davide Carbone   
martedì 09 ottobre 2012

rossini2.jpgTre moderne e accoglienti sale, capaci di accogliere oltre 500 spettatori complessivi. Un chiosco e un bar, assieme a un ristorante, un supermercato, uno spazio commerciale e due appartamenti. Materialmente, il recupero del Cinema Rossini a San Marco è questo. Per Venezia e i veneziani, tuttavia, la rigenerazione e il restauro dell’edificio corrispondente al Teatro di San Beneto (già Teatro Venier, Teatro Gallo e Teatro Rossini), costruito dalla famiglia Grimani nel 1755, è in realtà molto di più.

 

È la risoluzione di un paradosso che vedeva la città del cinema sprovvista di un multisala in grado di soddisfare la famelica domanda di un folto pubblico cinefilo che dal 1999 a oggi ha visto Giorgione, Astra, Casa del Cinema e oggi Rossini come tappe di un percorso che può splendere di luce nuova.

Leggi tutto...
 
Il vostro cinema quotidiano. Venezia News al Lido
di Redazioneweb2   
martedì 24 luglio 2012
Altro giro, altra corsa! Ancora una volta «Venezia News» firma il Daily Ufficiale della 69. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, in programma al Lido di Venezia dal 29 agosto all’8 settembre. Ad affiancare la nostra rivista una new entry, «Film Tv», da vent’anni l’unico settimanale di cinema in Italia, guida e riferimento per i cinefili.
Dieci giorni al servizio quotidiano del pubblico, dei festivalieri e dei professionisti, con presentazioni dei film, interviste, approfondimenti tematici e storici, notizie, rubriche e curiosità per vivere a fondo la Mostra e il Lido. Ciak, Motore…azione!

 
Pagine di celluloide. Set-Veneto in un ritratto audiovideo
di Redazioneweb2   
martedì 03 aprile 2012
ettorescola.jpgQuello di cui vogliamo parlare è un incontro. Un confronto tra un progetto editoriale e le immagini, i volti, i suoni che lo compongono e lo ispirano: Luci sulla città è la collana edita da Marsilio tra il 2002 e il 2010, composta da sette diversi volumi ognuno dedicato ad una provincia veneta, percorso a tappe attraverso i film che sono stati girati o ambientati sull’intero territorio regionale.

Queste pagine di storia cinematografica incontrano la viva voce di esperti del settore il 4 e 18 aprile al Centro Regionale di Cultura Veneta Paola di Rosa Settembrini per la rassegna «Il volto veneto del Cinema», in due conferenze dedicate rispettivamente alla presentazione della collana marsiliana e a Il Commissario Pepe, film di Ettore Scola con Ugo Tognazzi.
Leggi tutto...
 
Lo strano caso dell'Uomo Fiammifero
di Marisa Santin   
martedì 16 novembre 2010
uomofiammifero.jpgSimone è un bambino di undici anni rimasto in paese con il padre mentre tutti gli amici sono in vacanza. Per sfuggire alla noia, Simone esce ogni pomeriggio disubbidendo al padre (un azzeccatissimo Francesco Pannofino) per giocare con i suoi amici immaginari: il ragazzo al contrario, i gemelli dimezzati, il robivecchi che parla solo attraverso un giradischi, il gigante nano… Ogni fuga è un gioco, ma il prezzo da pagare è la punizione paterna. A meno che Simone non riesca davvero ad evocare il re del suo magico regno: l’Uomo Fiammifero. Con una produzione a basso budget, iniziata con la vendita del libro che il regista Marco Chiarini ha scritto proprio per finanziare il film, L’Uomo Fiammifero è diventato un caso durante il ‘tour’ di proiezioni in giro per l’Italia, e ha raccolto critiche entusiastiche che spesso hanno accostato il regista a Tim Burton per bravura, creatività e carica poetica. Solo una raccomandazione: è un film per adulti accompagnati da bambini!
Leggi tutto...
 
Maschile singolare, femminile plurale. Oltre il Mediterraneo, la voce francese del cinema
di Elena Furlanetto   
lunedì 02 maggio 2011
caramel.jpgNel 2006 il governo del Ciad concede un’amnistia generale ai criminali di guerra. Atim, sedici anni, viene incaricato dal nonno di trovare l’assassino del padre e ucciderlo. L’uomo, nel frattempo, conduce una nuova vita: ha aperto un panificio e sposato una bellissima donna. Atim riesce a farsi assumere come garzone al panificio e assistente personale dell’ex criminale, ma, durante il suo apprendistato, imparerà a odiare e amare in prima persona, senza che il passato o l’ira di suo nonno agiscano da filtro attraverso cui vedere la realtà. L’ex criminale diventa gradualmente un padre oscuro, contro cui Atim sfoga aggressività, rivalità e invidia.
Leggi tutto...
 
Ca' Foscari raddoppia. Al via il nuovo festival dedicato all'animazione
di Marisa Santin   
domenica 28 ottobre 2012

08032011-path_001.jpgSi chiama Anymation il nuovo festival di Ca' Foscari Cinema che prende il via domani (lunedì 29 ottobre). Così come per il Ca' Foscari Short Film Festival, sono gli studenti a gestire e a organizzare la rassegna nelle varie fasi con il coordinamento e l'entusiasmo di Roberta Novielli, delegata alle attività cinematografiche dell'università veneziana.

Il titolo lascia intuire che la rassegna, non competitiva, è dedicata al vivacissimo mondo dell'animazione, con un piccolo gioco di parole: "any" sta infatti per "qualsiasi": qualsiasi genere, qualsiasi lunghezza, qualsiasi provenienza geografica o temporale.

Leggi tutto...
 
Documentari di identità. Al Candiani tre giorni visioni mediterranee
di Davide Carbone   
mercoledì 16 maggio 2012

miopadresichiamazoltan.jpgPatrocinato dal C.I.C.T. (Consiglio Internazionale Cinema e Televisione) UNESCO, il «Mediterraneo Video Festival» giunge quest’anno alla quindicesima edizione.

 

La manifestazione, dedicata al cinema documentario e organizzata dall’Associazione Culturale “Medfest Onlus”, si propone di offrire al pubblico l’ormai consueto, lucido sguardo sulle mille sfumature antropologiche del panorama mediterraneo.

Leggi tutto...
 
Passato imperfetto. Noi credevamo e altri racconti d’Italia
di Andrea Esposito   
mercoledì 02 febbraio 2011

noicredevamo.jpgUomo di teatro fin dai tempi del liceo, cineasta colto e pugnace, apologeta di quella temperie culturale che negli anni ’90 prese il nome di Rinascimento Napoletano: Mario Martone, un artista che sfugge agli stereotipi pronto com’è a passare con disinvoltura dal palcoscenico alla macchina da presa, ai dibattiti culturali, peraltro sempre con piglio vitale e non di rado polemico.

 

Dal 2007, ricopre il ruolo di direttore artistico dello Stabile di Torino e ha recentemente curato l’allestimento di Pagliacci e Cavalleria Rusticana al Teatro alla Scala. La Casa del Cinema gli dedica una retrospettiva che prende in considerazione buona parte (quasi tutto) del suo cinema di finzione (eh già, poiché il nostro ha dalla sua anche un numero considerevole di documentari).

Leggi tutto...
 
Quello che il cinema può fare. Viaggio nelle utopie alla Guggenheim Collection
di Beato Argento   
lunedì 03 maggio 2010
stalker.jpgIn occasione della mostra Utopia Matters: dalle confraternite al Bauhaus, la Collezione Guggenheim ha organizzato la rassegna «Cinema e Utopia». Il ciclo di proiezioni prenderà inizio il 5 maggio con Yukoku, Patriotism - The Rite of Love and Death, l’unica regia dello scrittore Yukio Mishima, che difese l'etica dei samurai contro la modernizzazione del Giappone, tentando di sollevare l'esercito per restituire un'anima al suo paese ed infine, deluso, fece harakiri sperando di scuotere il mondo. Può sembrare impossibile scappare dalla Russia postcomunista e farla finita con una realtà che continua ad apparire senza futuro, ma così non è per i protagonisti della commedia Insalata russa di Jurij Mamine, in programma il 12 maggio, che scoprono una finestra segreta attraverso la quale ci si può trovare d'incanto a Parigi.
Leggi tutto...
 
La via maestra del cinema
di Riccardo Triolo   
lunedì 30 agosto 2010

legendofthefist.jpgLa strada è segnata. Abbattuta ogni giurassica resistenza al film di genere, sorvolato il concetto asfittico di autore e raccolto il coraggio di ridefinire i canoni stilistici del cinema anche a partire dal confronto con il mercato, l'intrepido Müller ha ridisegnato e riqualificato il ruolo della Mostra. E oggi Venezia, stretta tra i mercati di Cannes e Toronto, fa tendenza.
Contaminazione, visionarietà, indipendenza: sono le coordinate in base alle quali il concorso ridisegna la forma-film. A cominciare da Darren Aronofsky, Leone d'Oro nel 2008 con lo springsteeniano, ruvido The Wrestler, che apre le danze con il suo noir Black Swan, gioco di specchi bergmaniano tra due personaggi femminili dietro le quinte del New York City Ballet. Accanto ad Aronofsky, altri quattro i film americani in lizza, tutti dal gusto marcatamente indie. Due girati da donne. La prima, Sophia Coppola, fa l'esame di coscienza a un consumato e depravato attore di Hollywood con Somewhere. La seconda, Kelly Reichardt, con Meek's Cutoff filma la hustoniana deriva di tre coloni nel selvaggio West. Tra gli autori del nuovo cinema americano, Müller punta il dito sul ribelle senza causa Vincent Gallo, che sbarca con il doloroso Promises Written in Water.

Leggi tutto...
 
Donne si diventa. 12 storie al femminile al Candiani
di Elisabetta Abrami   
mercoledì 03 marzo 2010
belladigiorno.jpgA marzo la videoteca di Mestre compone un puzzle tutto al femminile, composto da 12 tessere che indagano senza vergogna i molti modi di essere donna. Vi sono donne in lotta con microcosmi chiusi e maschilisti come Satine in Bella di giorno di Luis Buñuel, la cui reale sessualità viene soffocata dal mondo perbenista in cui vive; o come la casalinga Mabel di Una Moglie di John Cassavetes, la cui sanità mentale verrà minata dallo stesso ambiente conservatore, in questo caso della borghesia operaia. Vi sono poi le donne industriose e pratiche, oneste in ciò che fanno, cariche di un amore dignitoso che le porta a volte al sacrificio.
Leggi tutto...
 
Tra palco e cinema. L’amore per il teatro tradotto sullo schermo
di Redazioneweb   
lunedì 13 dicembre 2010

baseggio.jpgL’Associazione Amici dello Spettacolo di Venezia e Mestre nasce nel dicembre 2004 per volontà di alcune persone amanti del cinema e del teatro e si propone la promozione, lo studio, la conoscenza e la diffusione della cultura teatrale, cinematografica e musicale con particolare riguardo al rapporto tra cinema e spettacolo teatrale e musicale attraverso proiezioni e dibattiti.

 

Da alcuni anni al Teatro ai Frari, l’associazione propone videoproiezioni di spettacoli teatrali che spaziano dalla prosa all’opera lirica fino al balletto, in una rassegna che prende il nome di «Alla scoperta dello spettacolo». Teatro sullo schermo, quindi, con una certa attenzione al cartellone del Goldoni, che motiva a proporre filmati legati agli spettacoli della stagione in corso.

Leggi tutto...
 
Come d'autunno sugli alberi le foglie
di Riccardo Triolo   
giovedì 04 novembre 2010
haneke.jpgMentre in Italia si simula l'agone politico a colpi di rifiuti (quelli di Terzigno) e di fango (quello lanciato da Minzolini, Belpietro, Feltri e compagnia brutta) e la gente vera è sempre più povera, depressa, assuefatta, impotente sotto lo sguardo impudico e impunito del maharaja, quel che sopravvive del mondo del cinema è chiamato all'adunata a Roma, nelle sale del festival più insensato d'Europa. Insensato perché non necessario nel panorama nazionale, se non come pericoloso contraltare di Venezia (ma il confronto non regge proprio); perché Roma non è New York e nemmeno (solo) Tribeca; perché ai romani non importa nulla; perché al massimo a Roma si vede qualcosina (magari anche più di qualcosina), ma buyers e stampa sanno che la vita è altrove. Così pare (ed è, se vi pare) che questa situazione di stallo rifletta un po' l'Italia asfittica e crudele in cui ci troviamo tutti a vivere. Un posto posticcio. Di più, un pasticcio. Bello per pochi. Il cinema che gira intorno, quello proiettato nelle sale sopravviventi, pure quello dei multiplex di provincia, drive-in paralizzati dai SUV, anche quello delle parrocchie oltranziste, si rifugia in se stesso. Ripensa al suo linguaggio, lo reinventa, disattiva e riabilita la propria funzionalità interna, si nutre di se stesso. L'impressione generale è che non voglia, non possa più vedere al di là di se stesso.
Leggi tutto...
 
Kubrick, Leone, Bergman Le affinità elettive di tre giganti del cinema
martedì 12 maggio 2009

 
Difficile immaginare tre registi più diversi fra loro, nella calligrafia filmica, nello sviluppo delle immagini, nella scelta delle riprese.

Leggi tutto...
 
Bianchi, neri, blues. La rassegna audio-video musicale di Fondazione Cini
di Elena Furlanetto   
venerdì 25 febbraio 2011

alleluiah.jpgIl jazz è sexy, è per questo che arte, letteratura e cinema lo corteggiano senza sosta. Tutti i martedì di marzo sull’isola di San Giorgio Maggiore, la rassegna «Filming Jazz» esplora il rapporto passionale tra jazz e Hollywood: infuocato, ma non sempre paritario. Le luci e le ombre di un’America intenta a dipingere la sua componente nera si riflettono in alcuni dei film proposti e nei loro paradossi. Hallelujah! (1929) di King Vidor, fu uno dei primi film completamente ‘neri’: finanziarlo fu così difficile che il regista dovette investire il suo compenso nella realizzazione del film. In Anatomy of a Murder (1959), l’emozionante colonna sonora di Duke Ellington riscalda una pellicola bianchissima. 

Leggi tutto...
 
C’è vita in Europa! Il cinema illuminato del Premio Lux
di Elena Furlanetto   
giovedì 01 dicembre 2011
attenberg.jpgIl Premio Lux è un prestigioso premio realizzato in collaborazione con il Parlamento Europeo; la sua missione è di sostenere e diffondere film europei di qualità in un mercato dominato principalmente dalle produzioni americane. “Lux” significa luce in latino, ma è anche il nome dell’unità di misura dell’illuminamento.

E di illuminamento si tratta: il premio fa luce sul paradosso che il cinema europeo venga considerato di nicchia in Europa, e indica una via d’uscita dall’oscurantismo di Hollywood, dominato (eccezioni a parte) da propaganda e manicheismo. Dando un’occhiata alle edizioni precedenti del premio, ai film che vi hanno preso parte, vi si ritrovano lavori di bellezza accecante che hanno percorso, silenziosi e luminescenti, i nostri cinema d’essai.
Leggi tutto...
 
Nero Kurosawa. Epico, lirico, grottesco: i mille volti di un samurai
di Elena Furlanetto   
venerdì 08 ottobre 2010

kurosawa.jpgKurosawa raccoglie intorno a sé tutte le parole che non vorremmo sentire prima di entrare in un cinema: lungo, muto, biancoenero, neorealismo metafisico, sottotitoli, noir, nero, very very sad ending. Kurosawa ci mette a disagio. Perché negarlo? Dal momento che questo è esattamente il suo intento.
Kurosawa dipinge i suoi film di nero e di noir. Neri sono i suoi paesaggi e le viscere del Giappone del dopoguerra, nera è la suprema sfiducia nell'uomo abbondantemente infusa, ad esempio, nello splendido Rashômon (1950), in cui due uomini assistono ad una storia talmente strana da non voler credere né ai propri occhi, né a quelli di nessun altro.

 

Noir sono le sue strade cittadine, dove si perdono gli uomini di buona volontà. Come i due fidanzatini di Una Meravigliosa Domenica (1947) - titolo che trasuda sarcasmo -, che sperano di trascorrere una domenica in centro senza badare a spese avendo a disposizione solo un pugno di centesimi. O il malato terminale di Vivere (1952), che dedica i suoi ultimi mesi alla costruzione di un parco-giochi perché in futuro ci si ricordi di lui, e finisce dimenticato, oggetto di chiacchiere, e solo di fronte alla morte.

Leggi tutto...
 
Un'estate al mare? No, al cinema.
di Riccardo Triolo   
martedì 15 luglio 2008

 

Image

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Diciamolo. Con i tempi che corrono, una rassegna cinematografica estiva cittadina di qualità, promossa e finanziata dal comune nonostante la recente flessione d'interesse in cui l'iniziativa era piombata, è un miracolo. Vogliamo ammettere che Roberto Ellero, direttore di Circuitocinema, da oltre trent'anni attivo nella vita culturale istituzionale veneziana, ci sa fare davvero, punto e basta?

Leggi tutto...
 
Lo sguardo lucido di Germi
di Riccardo Triolo   
lunedì 01 febbraio 2010
germi.jpgAntifascista e anticomunista. Sostenitore del cinema di genere nell'epoca del neorealismo, eppure al neorealismo legato a filo doppio. Grottesco e moralista come in pittura Bosch o Ensor, odiava l'arte contemporanea, il jazz, gli intellettualismi e preannunciava la commedia all'italiana e Ferreri. Pietro Germi era un regista scomodo, di quelli che oggi però fanno comodo. Non in senso strumentale, intendiamoci. Nessuno potrebbe far politica piegando Germi alla propria demagogia, perché dal Cammino della speranza (1950) a Signore e signori (1965), questo maestro incompreso del cinema italiano non si lascerebbe strumentalizzare nemmeno oggi. Comodo perché dimostra che il cinema italiano, contrariamente a ogni cocciuto radicalismo, avrebbe potuto percorrere anche una terza via: quella di un cinema in grado di parlare intelligentemente a tutti, senza arroccarsi, senza sclerotizzarsi. Il cinema che oggi, forse, vorrebbero i Tornatore, i Giordana e tutti i registi teorici e pratici di un cinema «non di firma, ma di forma», avrebbe detto Mario Soldati.
Leggi tutto...
 
Torna il Ca’ Foscari Film Festival. In marzo la terza edizione
di Redazione   
mercoledì 13 febbraio 2013

manifestoshortiii_.jpgLa ‘scommessa’ di Ca’ Foscari di proporre un festival cinematografico interamente concepito e organizzato da un’università (caso unico in Europa) pare vinta: siamo infatti alla terza edizione, che si svolgerà all’Auditorium Santa Margherita dal 20 al 23 marzo 2013. Cuore dello Short Film Festival è il concorso internazionale di 30 cortometraggi realizzati da studenti universitari di cinema e di scienze della comunicazione, o provenienti da prestigiose scuole di cinema di tutto il mondo. Ritornano poi i due concorsi rivolti agli studenti degli istituti superiori del Veneto, il Veneto High School Competition e il Concorso sceneggiature brevi, per i quali è ancora possibile inviare i propri lavori (entro il 15 febbraio).  I talenti under 35, inoltre,  potranno inviare entro il 15 marzo i propri corti - di massimo 5 minuti, girati con qualsiasi mezzo, sul tema della sostenibilità - alla giuria di studenti di Short & Sostenibilità: al vincitore andrà un buono da spendere in attrezzature tecniche.  A comporre la giuria internazionale, sono stati già annunciati due bei nomi: Ko Un, artista poliedrico, una delle personalità più importanti della cultura coreana, e l’attore Giulio Scarpati. La locandina di questa edizione (in foto, un dettaglio) è di Igor Imhoff.

Info http://cafoscarishort.unive.it

 
Quello che le donne dicono Al Candiani nove sguardi femminili sul mondo
di Sara Civai   
martedì 30 aprile 2013

il-canto-delle-spose-gall4.jpg

 

Donne dietro la macchina da presa per una rassegna che è un (mirabile) esempio di quello che, dentro e fuori il grande schermo, le registe raccontano. Ad inaugurare gli appuntamenti di maggio al Candiani è Il canto delle spose (2008) della regista Karin Albou: in una Tunisi occupata dalle truppe naziste, il film celebra il valore dell’amicizia contro ogni forma di pregiudizio e di violenza, e la possibilità di un riscatto per le giovani protagoniste, che, in un universo ancora tutto al maschile, passa attraverso la presa di coscienza dei propri reali desideri e sentimenti. Ancora l’adolescenza e il suo sguardo in divenire sul mondo sono i protagonisti di Il viaggio di Jeanne (Anne Novion, 2008), ironica commedia sul rapporto generazionale padre-figlia sullo sfondo di una Svezia di chiara memoria bergmaniana.

Leggi tutto...
 
Mostra del Cinema 2011 | Correnti sotterranee. Le vitali oscillazioni del cinema italiano
di Andrea Bruni   
sabato 27 agosto 2011

controcampo.jpgMüller dixit: «La Mostra in questi anni ha sempre cercato di sintonizzarsi sulle correnti sotterranee e sulle onde visibili e invisibili del cinema del mondo. E, naturalmente, non poteva e non può essere impreparata a decifrare e, nei casi fortunati, ad anticipare, gli orientamenti più vitali del cinema italiano».

 

Manifesto d’intenti comprovato dai fatti: in tre anni «Controcampo italiano» si è tramutato in appuntamento imprescindibile per comprendere le vitali oscillazioni del nostro cinema, sia se partorito dalle nerborute braccia del mainstream, sia dai lombi inquieti dell’underground. Il programma non tradisce tale ‘dogma’: la tradizione più nobile della ‘commedia’ è rappresentata da Scialla!, esordio alla regia di Francesco Bruni, sceneggiatore di Paolo Virzì, e da Francesco Patierno, che ride al vetriolo nel suo Cose dell’altro mondo.

Leggi tutto...
 
World Wide Shorts. Mestre ospita il mondo in breve
di Elisabetta Abrami   
mercoledì 14 ottobre 2009

mestrefilmfest.jpg

Videomaker turchi, ungari, tedeschi, croati, austriaci, armeni, spagnoli, cubani e naturalmente italiani accumunati dal bisogno di creare e investire su prodotti di qualità; artisti che per una manciata di giorni (dal 20 al 24 ottobre) convergono in un unico punto geografico: il Centro Culturale Candiani. L’occasione? Quella del Mestre Film Fest, il festival internazionale di cortometraggi che propone quest’anno quattro sezioni («Short Stories», «Videoforkids», «Videoclips» e «Corti&Web») e ben ottanta titoli. Tra i giurati di questa ricca, dodicesima edizione compare Ottavia Piccolo, chiamata a presiedere la giuria della sezione «Short Stories».

Leggi tutto...
 
Next level cinema. Al Candiani la finzione ludica diventa realtà filmica
di F. S.   
lunedì 08 novembre 2010
nirvana.jpgTra cinema e videogames il passo è più breve di quanto si pensi, e non solo dal punto di vista dei procedimenti narrativi, che ormai, visto il progresso tecnologico e gli standard realizzativi raggiunti in campo videoludico, hanno avvicinato sempre di più lo svolgersi del medium interattivo alle dinamiche cinematografiche. Giocare all’ultimo Metal Gear Solid, ad esempio, equivale a vivere un’esperienza quasi attoriale oltre che ludico-interpretativa, condividendo sullo schermo emozioni, azione e coinvolgimento con i kolossal di celluloide…
Il Centro Candiani organizza un ciclo di proiezioni proprio su questo suggestivo binomio, nell’ambito della ‘polisemica’ rassegna I Play Videogames, esplorandone i diversi gradi d’interazione possibile.
Leggi tutto...
 
Fuori i secondi
di Valter Esposito   
venerdì 16 novembre 2007

Il pugilato, o se meglio preferite la 'noble art'...

Leggi tutto...
 
Never Seen Gassman. Dietro le quinte della vita di un Mattatore
di Ambra Guarnieri   
lunedì 30 agosto 2010
Sicuro, spavaldo, esibizionista nella vita pubblica, ma timido, introverso e vulnerabile nella vita privata. All’occorrenza cinico, alle volte antipatico, ma così abile nell’interpretare i ruoli più disparati, indossando tanto i panni di personaggi drammatici quanto quelli di caratteri più popolari e cialtroneschi. Basti ricordare come l’interpretazione del suo Amleto, risalente al 1952, abbia riscosso un tale successo da far sì che lo spettacolo superasse le 100 repliche al teatro Quirino di Roma. Oltre all’interpretazione di personaggi classici, fu anche attore innovativo, rivoluzionario, capace di unire poesia a numeri da circo nella creazione del suo popolarissimo personaggio televisivo, il “Mattatore”.
Leggi tutto...
 
Leone d’animazione
di Administrator   
martedì 23 giugno 2009
ImageDopo il prestigioso palcoscenico di Cannes, con l’apertura del Festival affidata ad UP, il film di animazione in 3D della Pixar, che ha visto la platea vip&chic munita di appositi occhialetti per la visione, gli sguardi del mondo del cinema sono ora puntati alla prossima Mostra di Venezia, che, giunta all’edizione numero 66, ha deciso di conferire il Leone d’Oro alla carriera, al produttore e regista statunitense John Lasseter, uno dei protagonisti dell’innovazione del cinema contemporaneo e regista del recente Cars, il 6 settembre alla presenza dei registi Disney-Pixar Brad Bird, Pete Docter, Andrew Stanton e Lee Unkrich.
Leggi tutto...
 
Cinit Frari ricomincia… da capo
di Elisabetta Abrami   
mercoledì 09 dicembre 2009
vuoti-a-rendere1.jpgRicomincio da capo. Questo il tema - e il nome - della rassegna di dicembre al Cinit Frari (serata del 17). A ‘ricominciare’ è il professore di Vuoti a rendere che - consumato da un contesto scolastico ben poco gratificante - si licenzia e scopre il piacere di una nuova vita; sarà poi il bizzarro ex jazzista interpretato da Michael Douglas de Alla scoperta di Charlie, a ritrovare l’unità perduta nel vecchio e nelle proprie origini, trascinando la figlia Miranda in una folle impresa (scovare un antico tesoro sepolto sotto dei grandi magazzini) e affrontando così la ri-costruzione del rapporto con lei, indebolito dalla distanza.
Leggi tutto...
 
Eppur si muove. Il Veneto vivo dei piccoli film
di Elena Furlanetto   
lunedì 03 maggio 2010
terrerosse.jpgUn Veneto che non ci aspetteremmo, quello che emerge dalla rassegna di giovani film di Villa Settembrini, a Mestre. Il documentario Chi Crea Venezia: Ritratti di Artisti racconta la vita veneziana di dodici artisti cittadini. Nel panorama di un Veneto che pensa solo a fare-le-cose e che si dimentica del verbo “creare”, Venezia fa i conti con la commercializzazione della cultura da una parte e dallo spettro della mancanza di fondi dall'altra. E tuttavia si ostina a non morire, a gioire del suo fascino decadente, del suo vecchiume e delle sue callette brulicanti di artisti vivi e vegeti. In Tempo, ma Rubato è un ritratto del violoncellista errante Mario Brunello, che svela le sue visioni a Marco Paolini.
Leggi tutto...
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Pross. > Fine >>

Risultati 61 - 120 di 265

:agenda cinema