VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow NIGHTLIFE arrow Archivio
Archivio



Ecco le entrate archiviate per 0 0


Zion Cocktail. Antolini ‘a due’ con Capossela post-balcanico e un goccio di… brit
di F.D.S.   
venerdì 13 febbraio 2009
La programmazione di febbraio dello Zion Rock di Conegliano prevede almeno tre date di assoluto rilievo: il 13 Beatrice Antolini presenterà il suo ultimo disco A due, album che conferma la grande maturazione di questa nostra chanteuse restia ad ogni classificazione (non è un caso che abbia collaborato in precedenza con Bugo e i Baustelle).
Leggi tutto...
 
Christophe sur l’eau. A passo di dance
di Redazione   
martedì 15 luglio 2008
Il 19 luglio le sabbie di Lignano si aprono a un evento alla sua prima edizione, il Lignano Dance Festival 2008, che vanterà come ospite d'onore il dj francese più in voga dell'anno: Bob Sinclar (all’anagrafe Christophe Le Friant), che si esibirà assieme all'inconfondibile voce di Big Ali.
Leggi tutto...
 
All around Jazz
di Susanna Zattarin   
martedì 09 settembre 2008
Riapre a settembre, dopo la breve pausa estiva, il Venice Jazz Club. Il lunedì, mercoledì, venerdì e sabato sarà dunque possibile assistere a interessanti concerti che prevedono la partecipazione di artisti nazionali ed internazionali, in un susseguirsi di eventi dedicati prevalentemente alle icone del jazz.
Leggi tutto...
 
Gli arcieri di Sherwood. Il festival patavino fa di nuovo centro nel bersaglio dell’estate
di Jacopo Ravagnan   
venerdì 15 giugno 2012
sherwood.jpgTorna anche nel 2012 l’appuntamento culturale per eccellenza dell’estate padovana: lo «Sherwood festival». Dopo anni di spostamenti l’evento pare aver trovato la collocazione definitiva nel Parcheggio Nord dello Stadio Euganeo e offre, dal 15 giugno al 14 luglio (prima di proporre il ‘bis’ al «Venice Festival»), musica, cinema, teatro, dibattiti e tanto altro nella cornice ormai consolidata della cosiddetta ‘collinetta’, dalla quale si può far scorrere la vista sui numerosi stand gastronomici e sulle mille bancarelle che colorano il parcheggio. All’interno del festival non manca una libreria in cui acquistare libri spesso introvabili o di difficile reperimento, e che spesso anima le serate con la presentazione di nuovi scrittori o di saggi di particolare attualità. Naturalmente la parte da leone nella rassegna la fa la musica, che anche quest’anno prevede il meglio della scena nazionale e internazionale, con numerosissimi concerti, molti dei quali praticamente gratuiti (viene richiesto un ‘obolo’ di 1 euro all’ingresso).
Leggi tutto...
 
Di nuovo in onda
di Redazione   
martedì 09 settembre 2008
Radio Rebelde (dal nome della radio della “revoluciòn” cubana, poi diventata radio di stato), nasce al Lido di Venezia nel 1988 come reggae band ‘militante’>>>
Leggi tutto...
 
Spritz art attack. Più di un aperitivo 'ad arte'...
di Redazioneweb2   
lunedì 10 giugno 2013
happyspritz_at_guggenheim_20.jpgIndossa il suo più affascinante abito serale la Collezione Peggy Guggenheim per il secondo appuntamento Happyspritz@guggenheim, il 10 giugno, che vedrà protagonista, tra le mura di Ca’ Venier dei Leoni, il dj, producer e polistrumentista, romano di sangue inglese, Ad Bourke. Pioniere del boogiefunk, produttore legato al suono caldo e analogico delle tastiere vintage, Adam Bourke, con le sue alchimie del suono e le sue pozioni electro-funk diffuse tra le sculture Nasher del giardino e le opere di Kandinsky e Pollock,  rischia di creare un attacco collettivo di sindrome di Stendhal.
Leggi tutto...
 
Unwritten future
di Sergio Collavini   
giovedì 03 aprile 2008
Negli ultimi anni della sua gloriosa vita Joe Strummer ritrovò la vitalità naif del punk nella techno partecipando a numerosi rave party e organizzandone lui stesso.
Leggi tutto...
 
Ska regale
di Elena Furlanetto   
lunedì 06 ottobre 2008
Dopo due eventi settembrini, giovedì 4 ottobre lo Zion Rock Club inaugura ufficialmente la stagione 2008-2009 con un party d’apertura a ingresso libero, a partire dalle 23.00 e una «serata Free Beer» che il sito preannuncia “divertentissima” mercoledì 10 ottobre alla stessa ora.
Leggi tutto...
 
In Linea (77) allo Zion. La Nuova musica italiana come si deve
di Sergio Collavini   
venerdì 10 aprile 2009
Detto della Pasqua Dark al New Age (vedi articolo in questa rubrica), ecco quella Reggae allo Zion. Insomma, non ci facciamo mancare niente. Ma l’evento del mese nel club di Conegliano sarà il concerto dei Linea 77, venerdì 17.
Leggi tutto...
 
Vita da Festival
di Fabio Marzari   
domenica 06 settembre 2009

festivalnight.jpgIl pubblico dei Festival rappresenta una fattispecie a parte dell’homo sapiens ed è a mezzo tra un gufo, per le sue abitudini molto notturne, e un pachiderma, per la memoria ferrea nel ricordare titoli e svolgimenti di pellicole che fuori dai circuiti festivalieri avrebbero pochissime chances di essere viste… Quindi le conseguenti attività di vita normali sono scandite in maniera fortemente anomala ed autonoma rispetto alla working class.

 

Ecco quindi un esempio di giornata tipo all’insegna della sussistenza ad uso e consumo degli aficionados del Lido. Considerato che le prime proiezioni iniziano sul fare delle 8, diviene indispensabile iniziare il giorno con una ricca colazione e al Lido le occasioni per un caffè o un cappuccino, accompagnato da un cornetto tradizionale o alla crema o al cioccolato, non mancano di certo e rappresentano un viatico al risveglio meno traumatico.

 

Per i più golosi e arditi la meringa con panna della pasticceria Canton del Gallo può rappresentare un incipit assai dolce di giornata, ma anche Garbisa e Rizzo offrono occasioni molteplici di ottime colazioni. Le proiezioni che si accavallano a ritmo incalzante durante la giornata riescono a sfiancare anche i più coriacei tra i cinefili e pertanto diviene indispensabile concedersiuna pausa, defilati dalla cittadella del cinema, per godersi un po’ di sano relax in uno dei vari e particolari chioschi on the beach, come ad esempio il Culinaria in zona Alberoni, che può esser inteso o come un plurale neutro o come un ulteriore omaggio al Maestro Tinto… Oppure, per rimanere in zona Mostra, gli imperdibili panini del Pecador, dai nomi folcloristici e dal contenuto mirabile.

 

Quella che era considerata fino a qualche anno fa un’isola a dimensione di nonne e nipotini, almeno durante il
corso dell’estate, Mostra esclusa, è divenuta un’isola molto cool, a dieci minuti di vaporetto da San Marco. Ecco quindi aperitivi on the beach, in stile Formentera, ma in salsa rasta, già, perché il Lido è un’enclave di Giamaica, nello spirito intendo, che avevate capito?! Un aperitivo all’ABC (Aurora Beach Club), al Blue Moon o in Terrazza dell’Hotel Excelsior è un modo perfetto per prepararsi alla première della sera, ascoltando i ritmi del mare, con un dress code o smart o già da sera, che poi fa così chic l’abito lungo che si trascina sulla sabbia …

 

Fabio Marzari

 
Canada vs USA
di F.D.S.   
lunedì 06 ottobre 2008

 

ImageDue sono le chicche della programmazione musicale di ottobre del circolo Arci Unwound di Padova: i Thee Silver Mt. Zion il 19 e Langhorne Slim il 25. Non si potrebbero immaginare ‘forme’ musicali più differenti tra quelle praticate dal gruppo canadese e dal folksinger americano.

Leggi tutto...
 
New Age, tra goth e grunge. Il ritorno di Peter Murphy
di F.D.S.   
mercoledì 30 settembre 2009

petermurphy2.jpgChi è Peter Murphy e perché si parla ancora di lui? Murphy è stato il leader dei Bauhaus, leggendaria goth band degli anni Ottanta, la cui avventura si consumò in quattro anni, da quel singolo che fece la storia del rock delle tenebre uscito nel '79, Bela Lugosi’s Dead, fino a Burning from the inside, ultimo lavoro del 1983 dei Bauhaus registrato peraltro quasi tutto senza un Murphy malato.

Tra queste due date i Bauhaus avrebbero scritto le coordinate di un genere, quello dark, che prendeva il vigore caustico del punk per virarlo verso orizzonti tipicamente inglesi, quelli dei romanzi della Radcliffe e di Mary Shelley, per arrivare a una vera e propria dimensione teatrale che li legittimava come grandi eredi della stagione del glam. E su tutti campeggiava lui, Peter Murphy, sorta di Bowie del dopo-bomba, spavaldo, irridente, beffardo nel somministrare le sue pillole di notturna sicurezza e disperazione: «Stiamo andando tutti giù in picchiata da kamikaze, come insetti in una lanterna cinese, ci sentiamo così vivi, cosa stiamo dimostrando?». Dopo lo split out dei Bauhaus, Murphy ha comunque continuato a suonare e fare dischi nell’ombra, fino a riacquisire parecchia notorietà con il suo progetto da headliner, Murphy appunto, che presenta il 4 ottobre sul palco del New Age di Roncade.

Leggi tutto...
 
Vibrazioni elettroniche. Scosse d’electro-sound
di Elisabetta Abrami   
venerdì 06 marzo 2009

ImageA marzo l'Unwound di Padova, oltre ad ospitare il 20 uno dei simboli della New Wave elettronica americana, Martin Rev, e il 21 i Neptune (avant rock da Boston), il 6 e il 13 è palcoscenico di due performance del NuFest, festival di Veneto Jazz dedicato alla musica elettronica, giunto alla sua terza edizione.

 

Aprono gli Slyde (Fingerlickin' Records – London), ovvero Jason Laidback e Robin 12Tree, duo britannico sulla scena musicale della break music dal 2002 (Slippedy Slide, Krunk, Vibrate to This, Kiss Kiss Bang Bang i singoli piú conosciuti; Everyone’s entitled to our opinion l'ultimo album del 2008), abili fantasisti capaci di produrre suoni complessi e stratificati sintetizzando e facendo proprie sonorità tra le più varie: hip hop, rave, funk, big beat.

Leggi tutto...
 
Il rock di capitan Weider. Fender, Telecaster e altre leggende
di Sergio Collavini   
lunedì 06 aprile 2009
Pare che nonostante (o a causa) della crisi ci sia stato un aumento delle vendite ai botteghini per concerti, cinema e amenità varie. Sarà, ma nelle mie ultime uscite ‘amene’ non ho incontrato certo la ressa. Comunque qui non si tratta di ballare mentre la nave affonda, ma, anzi, di resistere con classica grinta rock’n’roll.
Leggi tutto...
 
Pop Free. Il locale padovano trascende l’identità rock e si spinge oltre
di Sergio Collavini   
mercoledì 05 maggio 2010
aplacetobury.jpgNemmeno l’ombra di una concessione al pop nella programmazione di maggio dell’Unwound, soltanto l’esplosione imminente del puro rock, rumoroso, incendiario e cattivo. I newyorkesi A Place To Bury Strangers arrivano giovedì 6 sull’onda delle buone critiche ottenute dal secondo album Exploding Head. Seppure ammorbiditi rispetto all’omonimo debutto del 2007, il gruppo dimostra l’evoluzione distaccandosi un po’ dai soliti stilemi legati allo shoegaze (si vedano gli imitatissimi Jesus & Mary Chain). I vermiciattoli padovani Redwormsfarm presentano, proprio qui venerdì 7, il nuovo disco di cui non so ancora nulla. In ogni caso, nonostante gli ottimi risultati dei lavori precedenti, è live che la band dà il meglio di sé proprio perché la prepotenza essenziale di una combo, formato da due chitarre e batteria (niente basso, ‘tastierucole’ e quant’altro), è difficile da riprodurre in studio. Purtroppo martedì (11) arrivano gli scurissimi Liars nativi di New York e da qualche anno emigrati a Berlino. In questo tour presentano il nuovo CD Sisterworld che si preannuncia ancora una volta carico di suggestioni noise, dark e (appunto) new wave berlinese (Einsturzende Nuebaten) condite da distorsioni deliranti.
Leggi tutto...
 
Old indie-house
di Elisabetta Abrami   
lunedì 06 ottobre 2008
Grandi live d’ottobre al New Age Club di Roncade, a partire dal concerto, venerdì 3, della band fondata nel 1983 a Los Angeles dal chitarrista Tracii Guns, i famigerati L.A. Guns (+ Outlow Stars), la formazione dei quali subisce continui stravolgimenti e che tutt’oggi si sdoppia in due gruppi.
Leggi tutto...
 
Dancing in the art. MTV & Guggenheim, coppia vincente
di Andrea Esposito   
lunedì 12 luglio 2010

jahcoozi.jpgI maggiori musei del mondo, da New York a Tokyo passando per Parigi, Londra e Berlino, hanno ormai adottato la formula live set, aprendo le porte ai party più esclusivi in orario notturno. MTV ha importato questo nuovo trend anche in Italia, e più precisamente in quattro musei d’arte contemporanea delle maggiori città italiane. Il primo evento è partito in maggio dal PAV di Torino; per proseguire in giugno al MART di Rovereto e al MAXXI di Roma e, infine, approdare a Venezia il 16 luglio alla Collezione Peggy Guggenheim. L’innovazione del format d’intrattenimento di MTV risiede proprio nell’aprire alla musica gli spazi espositivi di musei e gallerie d’arte creando un punto di contatto tra diversi linguaggi, incrociando tipologie di pubblico diverse e stimolando un confronto intergenerazionale e interculturale.

 

Alle 19 apre le danze l’animatissimo live set del trio berlinese Jahcoozi, per proseguire no stop fino alle 23 con il dj-set, dal sapore house frullato con l’hip hop, affidato alle italianissime e abili mani degli Scuola Furano.

Leggi tutto...
 
:clubbingaround_marzo
di Marisa Santin   
martedì 03 marzo 2009

C.S.O. Rivolta
Non solo Caparezza, questa volta in coppia con Herman Medrano (27 marzo). Al Rivolta arrivano anche dj’s Samuel e Pisti (Subsonica), Romantic Emily, gli Airway e Upon this Dawning tutti insieme appassionatamente il 7 marzo. Non dimenticate poi l’appuntamento con Altavoz, evento dedicato alla musica e alla cultura digitale (sabato 21).
Marghera (Ve) - www.csorivolta.org

Zion Rock Club
«Zion train is coming our way - cantava Marley - people get on board». Ecco le fermate: 6 marzo, Silencio, il festival di musica elettronica ed arte multimediale; 14 marzo, il punk misto ska dei Punkreas; 20 marzo, i Modena City Ramblers: a tre passi dall’Emilia e a due dall’Irlanda.
Conegliano (Tv) -
www.zionrockclub.it

Sabotage Bar
Un po’ di metal, un po’ di hardcore, un po’ di post rock. Ma soprattutto il trash granitico dei Mother Care il 6 marzo e, dagli USA, i Bible of the Devil il 20 con i Long Dong Silver.
Vicenza - www.sabotagebar.eu

Deposito Giordani
Il 6 marzo il collettivo Wild Bunch accompagna gli amici del Deposito in un eccitante trip musicale a base di Sonics, Seeds,Thunders, Ramones e molto altro. Ma a Pordenone non ci si ferma qui: la musica che incontra il fumetto con gli Urban Comics (8), il fraseggio ‘sinco-singhiozzato’ di Giusy Ferreri (13) e Steve Hackett, il leggendario chitarrista dei Genesis, che, da novello Ulisse dell’universo musicale, riesce a mettere d’accordo Bach e il prog rock più spinto.
Pordenone - www.depositogiordani.it

Estragon
Sisters of Mercy: ve li ricordate? Se la risposta è sì, siete nati nei primi '70 o giù di lì e fate parte di quella generazione che proprio non ce la fa a scrollarsi di dosso le spalline imbottite, i Cars e Prince. Ma attenzione: la musica è cambiata. Il 10 marzo all’Estragon sì, ma con cautela!
Bologna - www.estragon.it

Leggi tutto...
 
Conte...alla rovescia!
di Susanna Zattarin   
martedì 01 aprile 2008

 

ImagePer il mese di aprile Al Vapore propone, come di consueto, preziose serate di musica.

Leggi tutto...
 
Do di maggio - Poco normale...Jazz!
di Susanna Zattarin   
giovedì 01 maggio 2008
Risultano alquanto interessanti gli appuntamenti con la musica previsti per il mese di maggio a Venezia, nonostante la difficoltà di organizzare eventi di questo tipo in una città che, sebbene delicata, è comunque gravata da eccessive restrizioni.
Leggi tutto...
 
Electro-net
di F.D.S.   
martedì 24 febbraio 2009
Creatività e sperimentazione nel nuovo programma di NUfest.2009, il festival di musica elettronica organizzato da Veneto Jazz e in scena a Padova i venerdì 27 febbraio, 6 marzo e 13 marzo 2009.
Leggi tutto...
 
Fucina...novella
di Alessandra Frontini   
giovedì 15 novembre 2007

Marghera suona ‘controvento’: capofila,The Gang.

Leggi tutto...
 
È sempre domenica
di Marzio Fabi   
martedì 17 giugno 2008
Il caffè di Piazza San Marco prosegue anche a giugno nella sua programmazione di eventi volti a rendere l'aperitivo della domenica sera un momento dalla duplice valenza, sociale e culturale. AuroraArteAperitivo, infatti, è pittura, fotografia, grafica, oltre ai consueti ottimi drink e finger food di qualità, in un contesto esteticamente incredibile.
Leggi tutto...
 
Miroslav e gli altri
di Susanna Zattarin   
lunedì 06 ottobre 2008

Tra gli eventi del vicentino Panic Jazz Club segnaliamo, l’8 ottobre, il concerto del Brad Shepik Trio, nato dalla collaborazione con il batterista Tom Rainey e con lo straordinario Gary Versace organista ‘Hammond’, che proporrà i brani dell’ultimo CD.

Leggi tutto...
 
Bologna, dalle parti di Londra. Fra Residents e Pavement, irresistibile costellazione indie
di F.D.S.   
lunedì 17 maggio 2010
pavement.jpgVerrebbe voglia di trasferirsi a Bologna nel mese di maggio e farsi un abbonamento all’Estragon che presenta una programmazione di livello totale. Lo sguardo vaga impazzito lungo il programma tra serate che si inseguono con Residents, Lou Rhodes (la cantante dei Lamb che ha appena sfornato un disco bellissimo, One good thing), No Means No (band canadese in pista dal 1979), Pavement, Hot Chip (simpatici nerd UK con la loro musica electro-pop), Gossip (a chi piacciono), Black Rebel Motorcycle Club (a chi piacciono ancora, dopo il loro ultimo disco fatto con la risciacquatura dei dischi precedenti…). È impossibile sintetizzare in duemila battute questa profusione di bellezza ma, se mi fate scegliere, allora il cuore non ha dubbi e opta per Residents (il 14) e Pavement (il 25), ovvero i più feroci iconoclasti e i più sghembi introversi (magari insieme agli Husker Du) che la musica rock abbia mai prodotto. La mente va alla prima volta che, nel 1980, ascoltai Commercial Album dei Residents, 40 pezzi da 1 minuto ciascuno, uno sguardo illuministico sulla musica jingle che non voleva essere ascoltata ma probabilmente solo vissuta, esattamente come i suoi artefici, inafferrabili icone che si presentano ancora ai concerti nascosti da occhi giganteschi che ne celano le fattezze. Nessuno è mai riuscito a carpire la reale identità dei Residents.
Leggi tutto...
 
Lo show dei tuoi sogni… Da Sanremo al New Age i Marlene ritrovano la 'strada'
di Sergio Collavini   
giovedì 05 aprile 2012

marlene4.jpgRiparte dal reggae dub Sir Oliver Skardy, ancora insieme ai Fahrenheit 451, portando in tour Piragna in dub, riedizione sincopata del fortunato album del 2010. Uscito nel dicembre 2011, prodotto dalle esperte mani di Paolo Baldini (Africa Unite e Mellow Mood), secondo le parole del “bideo” è il più bel disco di dub mai prodotto in Italia. Dopo la pausa forzata di quest’estate per qualche problemino di salute, un caldo bentornato dunque al re del reggae venexian, al New Age il 6 aprile. 
Il trio veneto dei Wora Wora Washington, dopo l’ottimo Techno Lovers del 2009, è alla prova del secondo album in uscita in questi giorni, Radical Bending, che arriva dopo due anni di intensa attività live - tra Italia e Germania, dove si sono costruiti una solida base di fan - tra post punk, orchestrazioni al synth, ma con basso e chitarre tradizionali e un attenzione ai testi notevole: si balla insomma, ma domenica 8 c’è molto anche da ascoltare.

 

Ed è invece già uscito da pochissimo il nuovo atteso lavoro degli emiliani Offlaga Disco Pax, Gioco di Società. Per tutti quelli che amano le storie comiche, struggenti, malinconiche e ciniche reci-cantate da Max Collini l’appuntamento è venerdì 13 (gesti apotropaici consentiti).

Leggi tutto...
 
Tokyo attack
di F.S.   
martedì 09 settembre 2008
L’Unwound riapre la stagione con un appuntamento da non perdere, particolare, originale, completamente ‘pazzo’, con un gruppo formatosi nel 1997 a Tokyo. Già, perché i Polysics, in concerto nel club patavino il 13 settembre, sono giapponesi… I loro nomi sono un chiaro indizio a riguardo: Hiroyuki Hayashi (chitarre, voce, vocoder, programmino), Kayo (synthesizers, voce, vocoder), Fumi (basso, voce, synthesizers) e Yano  (batteria, voce).
Leggi tutto...
 
Notti noir e un po’ progressive. Al New Age aleggia lo psychedelic ghost di Barrett
di Sergio Collavini   
giovedì 04 febbraio 2010

kasabian.jpgRivedere in locandina il nome dei bassanesi Frigidaire Tango scalda ogni cuore punk. La band, all’inizio degli anni ’80, se la giocava con nomi che avrebbero fatto la storia della new wave italiana (Diaframma, Litfiba, Gaz Nevada), ma ebbe vita brevissima. Nell’86, dopo un ultimo storico concerto, non esistevano già più. Ora tornano persino con un nuovo disco, L’illusione del volo. Saranno sul palco il 5 preceduti dalle interessanti atmosfere elettroniche degli Ottodix.

 

Il weekend successivo vedrà esibirsi i Bigelf (12), band tra il rockprog e la psichedelia. Della Riotmaker Records ho già avuto modo di parlare in queste pagine e dell’eroico (di questi tempi) lavoro dell’etichetta friulana, Gli Amari (13) sono forse il gruppo più in vista. Sei album ormai all’attivo e sempre sul punto di arrivare alla notorietà (quella vera, che poi ti invitano da Fazio…). È un destino comune a molte band italiane, ma coraggio: gli Afterhours ci hanno messo 20 anni ad arrivare a Sanremo. Nicola Marzan, trevigiano (pazzo per i ‘poliziotteschi’ a quanto pare) è Bologna Violenta, il 19, per una serata noir preceduto dai milanesi Calibro 35.

 

Sabato 20 arrivano i Kasabian! Partiti col botto, da Leicester nel 2004, quando il singolo L.S.F. scala le classifiche di mezza Europa, sono in giro col nuovo disco uscito a fine 2009. Sonorità (e look) anni ’70 condite a volte da ritmiche beat che spingono al ballo, a volte da ruvidissimo rock psichedelico ad altre dove il fantasma di Syd Barrett e le allucinazioni dei Primal Scream aleggiano sullo sfondo.

Leggi tutto...
 
Rigorosamente Al Vapore. Il club che esalta i caldi sapori della musica
di Gianluca Marcato   
lunedì 02 marzo 2009

Lo storico locale di Marghera continua la sua offerta di musica di qualità presentando il meglio del jazz e promuovendo artisti locali, strizzando l’occhio a un pubblico più eterogeneo con proposte di pop raffinato e affiancando ai concerti appuntamenti fissi come il Dj set Radio Vapore del mercoledì. In marzo si parte martedì 3 con le esibizioni di tre band per la raccolta fondi in favore di Radio Base.

Leggi tutto...
 
Chi ha paura dell'uomo nero? Finalmente sbarca in Italia il rapper newyorkese AZ
di Redazioneweb   
martedì 17 aprile 2012
az.jpgSta girando l'Europa in tour e approda finalmente in Italia il 30 aprile , tra le mura underground del nuovo Pop Corner, live & direct from New York City in esclusiva per la Soulfood Promotion, il rapper AZ aka Anthony Cruz. L’artista, che sfonda si affaccia alle porte del successo già nel 1994 rappando al fianco di Nas in Life is a bitch, unica prestigiosa collaborazione nel disco d’esordio Illmatic, ma sarà Doe or Die l'anno seguente a scolpire le iniziali AZ nel firmamento hip hop della east coast con pezzi tipo Sugar Hill, primo singolo estratto dall'album destinato a diventare un pietra miliare del genere, insieme a Mo Money, Mo Murder, Mo Homicide
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Pross. > Fine >>

Risultati 241 - 273 di 273