VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM
ZOOM
10. INCROCI DI CIVILTÀ #Day2, 31 March
di Redazioneweb   
mercoledì 29 marzo 2017

VENERDÌ 31 MARZO 2017

Auditorium S. Margherita Ca' Foscari h. 11


INCROCI DI POESIA CONTEMPORANEA

Lasana Sekou e Jeffrey Wainwright sono presentati da Michela Calderaro - Università degli Studi di Trieste, Gregory Dowling – Università Ca' Foscari Venezia
lasanasekou.jpg
Lasana Sekou (Aruba, 1959)
Autore di venti libri di poesie, racconti brevi, monologhi e saggi, è stato paragonato a poeti del calibro di Dylan Thomas, E.E. Cummings e Linton Kwesi Johnson. Sekou ha comunque sviluppato uno stile molto personale. Ha partecipato a numerosi reading in università in Europa, negli USA, nei Caraibi, in Africa, in Sud America e in Asia. Le sue opere sono tradotte in sei lingue./ Sekou authored more than twenty collections of poems, short stories, monologues and essays. Often compared to Dylan Thomas, E.E. Cummings, and Linton Kwesi Johnson, Sekou has nevertheless developed a highly unique style. He has taken part in several academic readings in Europe, the USA, Africa, Caribbean, South America and Asia. His works have been translated into six languages.
* Book of the Dead
(House of Nehesi, 2016)

Leggi tutto...
 
10. INCROCI DI CIVILTÀ #Day1, 30 March
di Redazioneweb   
lunedì 27 marzo 2017

GIOVEDÍ 30 MARZO 2017

 

gabrielaadamesteanu.jpgFondazione Querini Stampalia h. 10

Gabriela Adameşteanu conversa con Roberto Merlo — Università degli Studi di Torino


Gabriela Adameşteanu (Târgu Ocna – Romania, 1942)
Laureata in Letteratura a Bucarest, ha lavorato alla rivista «22» e al relativo supplemento letterario. Nel 2002 riceve l’Hellmann-Hammett Grant, un premio per scrittori perseguitati per ragioni politiche. Le sue opere affrontano il tema del rapporto fra il destino individuale e la storia, e sono state tradotte in 15 paesi./ Adameşteanu  earned a degree in Literature from the University of Bucharest. She worked at 22, a political and cultural periodical. In 2002 she received the Hellman-Hammett Grant award, a grant for writers who have been victims of political persecution. Her works deal with the theme of the relationship between individual destiny and history and have been translated in 15 countries.
* Verrà il giorno (Cavallo di ferro, 2012)

Leggi tutto...
 
[INTERVISTA] Una certa idea di Europa. Incontro con Luisella Pavan-Woolfe
di Mariachiara Marzari e Fabio Marzari   
venerdì 17 marzo 2017

1.jpg

 

Il Consiglio d'Europa ha un suo ufficio, l'unico in Italia, a Venezia, affacciato su Piazza San Marco. A dirigerlo c'è Luisella Pavan-Woolfe, già Ambasciatrice dell’Unione Europea, una signora gentilissima, che ha fatto coincidere la sua vita, sin dai tempi della Scuola, con la più alta idea dell'Europa, difendendone gli ideali, non solo le Istituzioni in quanto tali.

 

Parlare di Europa in un momento di frattura profonda tra istituzioni e cittadini è un'opportunità che aiuta a comprendere quanto grande sia il deficit di conoscenza verso il ruolo fondamentale di questa straordinaria architettura istituzionale nelle nostre vite di tutti i giorni. In questa malata stagione di demagogia e di barriere culturali che poco aiutano all’evoluzione necessariamente complessa, visti i trascorsi storici, dell'Unione, Luisella Pavan-Woolfe si è rivelata una perfetta guida al primato delle idee, raccontando con semplicità e precisione quanto l'Europa possa e debba intervenire nella politica delle Nazioni attraverso e a favore dei cittadini.

Leggi tutto...
 
Open day IED Venezia. Porte aperte sabato 18 marzo
di Redazioneweb   
lunedì 13 marzo 2017
open_day_venezia.jpgSabato 18 marzo IED - Istituto Europeo di Design apre le porte della sua sede presso Palazzo Franchetti a Venezia per un pomeriggio di orientamento e di informazione, in cui sarà possibile conoscere nel dettaglio i corsi promossi all’interno delle sue scuole di Design, Moda, Arti Visive e Comunicazione.
Leggi tutto...
 
[INTERVISTA] He got game. Il basket, secondo Walter De Raffaele
di Massimo Bran e Massimo Zuin   
lunedì 13 marzo 2017

rbr_0628.jpg

 

Walter De Raffaele, nonostante l’ancora giovane età per un coach, da anni silenziosamente ha costruito un percorso solidissimo su svariate panchine dello Stivale, talvolta da primo allenatore, per anni, compresi gli ultimi, da seconda guida. Nel basket ha consumato la sua vita partendo dalla sua inseparabile città, quella Livorno, terra di grandi passioni e di grande acutezza e ironia, che nella pallacanestro italiana ha consumato un ruolo di primissima attrice, in particolare tra gli ’80 e i ’90, quando per meno di un centesimo di secondo sfiorò il titolo contro la corazzata Milano. Una partita su cui si è scritto di tutto e di più e di cui ovviamente parleremo anche qui.

 

De Raffaele ha costruito con tenacia e umiltà una carriera con solidi riferimenti, grandi maestri, non ultimo quel Charlie Recalcati con il quale ha costruito questi ultimi, straordinari anni di rinascita della Reyer, riportata al vertice da una solidissima società governata da Luigi Brugnaro.
L’abbiamo incontrato a pranzo in una pausa tra le due sedute giornaliere alla vigilia della Coppa Italia (dove la sua Reyer, ahimè, è poi uscita al primo turno, a dire il vero decimata dagli infortuni). Abbiamo cercato di fermare i suoi fondamentali, le sue radici, le sue passioni. Nel basket, nella vita.

Leggi tutto...
 
In attesa di Incroci di Civiltà
di Davide Carbone   
venerdì 10 marzo 2017

logo_verso_2017_300x300_copia.jpgDieci anni e sentirseli tutti, fieramente, addosso. Il festival internazionale di letteratura organizzato da Ca’ Foscari in collaborazione con il Comune di Venezia celebra il proprio decennale con un'edizione che si preannuncia carica di illustri ritorni e che vedrà protagonisti assoluti scrittori e libri dal 29 marzo al primo aprile 2017. In attesa, nel mese di marzo vanno in scena cinema, teatro e letteratura in Verso Incroci.

 

La Biblioteca Civica Vez e il Teatro Toniolo per Mestre, La Casa del Cinema Videoteca Pasinetti per Venezia i luoghi da segnare in mappa: il 2 alla Vez Caterina Mazza indaga su Il Mistero (ir)risolto della letteratura giapponese, mentre il 16 Shaul Bassi è l’oratore di Figli e nipoti della Mezzanotte: l'India della letteratura in inglese, sempre alla Vez.

Leggi tutto...
 
MARZODONNA 2017 | Human nature. Vite a portata di pixel
di Redazioneweb2   
martedì 07 marzo 2017

misspotter.jpg«Ho sempre fatto quello che ho voluto. Sono stata una donna libera ben prima che inventassero il termine ‘emancipazione’». Così parlava Peggy Guggenheim, figura centrale del movimento dell’arte moderna e protagonista dell’omonimo film di Lisa Immordino Vreeland, primo appuntamento della rassegna Donne e Grande Schermo il 10 marzo, manifestazione ospitata dal Candiani e arrivata alla quinta edizione, curata da Blanca Estela Rodrìguez.

 

La grande collezionista, legata a Venezia a doppia mandata e figura imprescindibile della storia dell’arte contemporanea è in ottima compagnia in un palinsesto che si affida alla fortunata formula del biopic per descrivere le grandi vite di grandi donne.

Leggi tutto...
 
MARZODONNA 2017 | Life in motion. Sullo schermo diritti e doveri
di Redazioneweb2   
martedì 07 marzo 2017

marguerite.jpgIl cinema è questo, porta sullo schermo la realtà e le sue contraddizioni, i suoi controsensi, l’universo maschile e quello femminile, gli scontri e gli incontri. Second Life. Dopo la prima guarda in questo mese al genere femminile, impreziosendo il programma di proiezioni con pellicole declinate al gentil sesso, nella doppia prospettiva dedicata alla recitazione o alla direzione.

 

A questo secondo filone, ma a ben vedere ad entrambi, si lega La sposa bambina, dedicato alla piaga sociale dei matrimoni combinati tra giovani ragazze in età preadolescenziale e adulti spesso in età più che avanzata, opera di Khadija Al-Salami in programma il 9, seguita il 14 da Marguerite, valso alla protagonista Catherine Frot un Premio César come migliore attrice.

Leggi tutto...
 
MARZODONNA 2017 | Donna si diventa
di Delphine Trouillard   
martedì 07 marzo 2017

pussyhat2.jpgCon la frase del titolo Simone de Beauvoir denuncia come il dramma della donna nasca in quell’idea culturalmente trasmessa di ‘essere inferiore’. E infatti, come una donna può realizzarsi come essere umano quando non le viene riconosciuto lo stesso stipendio di un uomo per lo stesso lavoro? Quando la sua femminilità la rende preda di atteggiamenti misogini, di molestie e violenze? Quando viene costretta, o si autocostringe, a nascondersi sotto un velo, una parrucca o dei vestiti ampi per non correre il rischio di svegliare un desiderio da parte dal suo vicino maschio? Scrivendo questa frase Simone de Beauvoir non si rendeva probabilmente conto dell’importanza che avrebbe avuto nella storia del femminismo, una storia che riguarda le donne ma che è sempre stata scritta dagli uomini.

 

Dalle proteste dell’8 marzo 1917 in Russia, la sfida delle donne è sempre stata quella di far valere i propri diritti fondamentali senza entrare in polemiche femministe che fanno perdere credibilità e valore alle loro lotte. Sono molte le donne che, nella scia di Simone de Beauvoir, hanno condannato i movimenti femministi attuali, colpevoli di strumentalizzare la vittimizzazione delle donne.  

Leggi tutto...
 
MARZODONNA 2017 | Ladies first. Musei Civici al femminile
di F.M.   
martedì 07 marzo 2017

museomerletto.jpgAnni fa in provincia la Festa della Donna assumeva un sapore vagamente trasgressivo con muscolosi giovanotti, più o meno credibili, pronti ad allietare lo sguardo di casalinghe disperate in ‘permesso premio’ per una cena tra donne. Quest’anno, merita un plauso l'iniziativa dei Musei Civici veneziani di proporre alle donne nate e residenti nei 44 comuni della Città Metropolitana l'ingresso gratuito alle collezioni permanenti ossia a Palazzo Ducale, al Correr, a Ca’ Rezzonico, a Ca’ Pesaro, a Palazzo Mocenigo, al Museo del Vetro di Murano, al Museo del Merletto di Burano, al Museo di Storia Naturale e a Casa Goldoni.

 

Un'occasione per visitare luoghi straordinari, rispondendo con la cultura all'imbarbarimento maschilista che sta riprendendo vigore. Inoltre l’opportunità per riscoprire la grandezza del nostro patrimonio e favorirne la conoscenza.

Leggi tutto...
 
MARZODONNA 2017 | A gran voce. Otto marzo ‘in rosa’ al Teatro Ca’ Foscari
di Chiara Sciascia   
martedì 07 marzo 2017

12792170_751468688322083_1387201919929625233_o.jpgNella giornata dedicata alle donne, l’8 marzo, il Teatro Ca’ Foscari accoglie il pubblico con una serata tra musica e teatro, declinata totalmente al femminile, con Sconcertate, spettacolo portato in scena dalle attrici della compagnia veneziana Gesti per Niente, protagonista del secondo appuntamento della rassegna Correlazioni – altre destinazioni, dedicata ai giovani professionisti.

 

Sconcertate è ambientato a Venezia, ed è una piccola storia speciale, di quelle che riescono a fiorire solo in questa nostra amata/odiata città.

Leggi tutto...
 
MARZODONNA 2017 | Musica... Maestre! Al Conservatorio la musica si sente e si vede
di Redazioneweb2   
martedì 07 marzo 2017

conservatorio-venezia.jpgUn’opportunità interessante da cogliere il 23 marzo al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia, quella di poter visitare il nuovo Museo degli strumenti musicali con visita guidata alle 16.30 e successivo concerto un’ora dopo dal titolo Donne in musica eseguito dagli allievi e insegnanti del Benedetto Marcello con musiche per percussioni, arpa, flauto, sassofono e vari ensemble.

 

Un modo per conoscere le stanze più segrete del magnifico Palazzo Pisani, dove le note risuonano letteralmente da un piano all'altro. Un palazzo che è pezzo di questa città incredibile, capace di raccontare pagine importanti della storia della musica, quando era protagonista assoluta della vita culturale veneziana e molti autori immortali soggiornavano in città traendone ispirazione per le proprie composizioni.

Leggi tutto...
 
MARZODONNA 2017 | #FUTURA a Casa Goldoni. Il domani delle donne visto con gli occhi delle bambine
di Redazioneweb   
lunedì 06 marzo 2017

2017-03-04-photo-00000073.jpgCosa pensi del mondo?
Di cosa hai paura?
Cosa farai da grande?
Vuoi crescere?
Sei felice di essere una femmina? Perchè?

 

Parte da queste semplici domande, rivolte ad un gruppo di bambine, il nuovo progetto di Mattia Berto, presentato a Casa Goldoni nell'ambito della iniziative MUVE per Marzo Donna 2017.

Leggi tutto...
 
Venezia News #212 Mar2017
di Redazioneweb   
venerdì 03 marzo 2017

venews_212_cover_sitolow.jpgNelle edicole di Venezia e dintorni, nei bookshop e nelle principali librerie della città.

 

Cover Story


IRRESISTIBILMENTE CARMEN


«Un primo posto nella classifica delle vendite non si baratta con la vergogna di guardarsi allo specchio senza più riconoscersi, o con una sovraesposizione televisiva e radiofonica giostrata dal manager di turno. Un’altra strada c’è sempre e corrisponde a fare ciò in cui credi facendolo bene, avvalendoti di professionisti capaci di interpretare il tuo cuore».
In questo numero abbiamo intervistato Carmen Consoli, in occasione del suo concerto al Teatro La Fenice, il 5 marzo 

 

Leggi tutto...
 
[INTERVISTA] La rivoluzione in un segno. Inti Ligabue presenta mostra "Prima dell'Alfabeto"
di Fabio Marzari   
giovedì 02 febbraio 2017

ligabue.jpgAntefatto: questa intervista ha avuto una genesi piuttosto travagliata iniziata in una calda giornata di agosto 2016, poche ore prima delle vacanze, e completata in una serata di tormenta di neve a gennaio 2017. Un imprevisto guasto al microfono dell'iPad ha restituito all'ascolto della prima, bellissima conversazione, una serie infinita di fruscii, impedendone la pubblicazione. Ora, in occasione della recente apertura a Palazzo Loredan a Venezia della mostra Prima dell'alfabeto. Viaggio in Mesopotamia alle origini della scrittura, in corso di svolgimento fino al prossimo 25 aprile, era doveroso recuperare lo spazio dell'incontro con Inti Ligabue, che con la consueta gentilezza, simpatia e cordialità ha accettato di buon grado - non senza prima aver verificato personalmente il funzionamento dell'iPad… - di rispondere alle domande sulla mostra e sulla Fondazione intitolata al Padre, Giancarlo Ligabue, di cui Inti è presidente.

Leggi tutto...
 
Cent'anni di solitudine. Cronache dal 1917
di Andrea Falco   
mercoledì 01 febbraio 2017

trincea1.jpgLa “maestra di vita” - la storia - è un’insegnante distaccata, si percepisce quel velo di cinismo sui suoi occhi mentre guarda una classe svogliata e sa che la loro ignoranza farà del male a loro più che a lei. Daniel Pennac, insegnante illuminato, scriveva che come il verbo ‘amare’, anche ‘leggere’ mal sopporta il modo imperativo e sarà facile riconoscersi in questa amara rassegnazione. Il ricordo mandato per legge, che pochi giorni fa abbiamo dedicato alle vittime del Nazismo, supplisce in minima parte alla mancanza di passione che quella scolaresca, che poi siamo tutti noi, dimostra verso il capire l’uomo e le genti. La storia. La sola presenza di temi storici nei media, fianco a fianco alla quotidiana overdose di politica, finisce per confondere questa con la storia e, talvolta, per sollevare abietti rigurgiti negazionisti. Troveremo aiuto nel tempo, che della storia è parente.

 

Settant’anni di storia cui i nostri equilibri e i nostri sentimenti sono ancora molto legati non sono ancora sufficienti a convincerci ad adottare uno sguardo equanime sul passato.

 

Forse cento anni, però, ce la fanno. Il 1917 è stato un anno epocale, un anno di momenti e di svolte le cui tracce e i cui documenti sono facilmente accessibili a tutti noi, con la giusta guida. In cento anni è lecito aspettarsi un certo distacco politico ed emotivo e anche un interesse dato, per esempio, dai luoghi che abitiamo – il fronte italiano – o dalla curiosità verso persone da noi tutto sommato non molto distanti – l’ultimo cavaliere di Vittorio Veneto è morto nel 2008.

Leggi tutto...
 
CARNEVALE 2017 | Grand Metropole Hotel
di Marzio Fabi   
lunedì 20 febbraio 2017

carnevalemetropole2016-113.jpgWes Anderson è il geniale regista del film Grand Budapest Hotel, e l'idea di ispirarsi al tema della pellicola per la festa di Carnevale del Metropole è venuta a Gloria Beggiato, che come in un meta-teatro trasforma il suo lussureggiante hotel in Riva degli Schiavoni in un luogo ideale e senza tempo dove tutto può accedere. Sono i Courtesan au Chocolat, così come nel film, i protagonisti alla festa, cui è dedicata un’intera stanza. La trama ruota attorno a questi piccoli pasticcini alla crema, ricoperti di glassa colorata e preparati dalla pasticceria Mendl's nella fantastica Repubblica di Zubrowka. Qui, arroccato sui monti, si trova l'affascinante Grand Budapest Hotel, frequentato da ricche ed eleganti signore e gestito dal più rinomato e amato dalle nobili dame-concierge del mondo, Monsieur Gustave H. L'atmosfera mitteleuropea degli Anni ‘30 fa da sfondo a una storia d'amore, amicizia e intrighi vari. Noir, commedia e avventura, conditi dall'ironia giocosa dell'autore, si mixano alla perfezione nel film, in un universo fiabesco dai colori saturi e sgargianti, popolato da strampalati personaggi.

 

Il tocco gourmet nella pellicola è affidato ai Courtesan au Chocolat, raffinate prelibatezze preparate dalla bella pasticciera Agatha. Nel film la vediamo, sempre sporca di farina, mentre intinge il dito nella crema e lo porta alla bocca per capire se il sapore è quello giusto; poi mette i bignè a cuocere in forno, quindi li riempie di crema al cioccolato e li veste di glassa brillante. Infine li confeziona in graziose scatole rosa.


 

Sarà lei, con i suoi dolcetti e l’amato Zero Moustafa a salvare Monsieur Gustave e le sorti del Grand Budapest Hotel. Pare che i Courtesan siano ispirati alle Religieuse create dal cuoco Pantarelli nel 1540 per Caterina de’ Medici.

Leggi tutto...
 
CARNEVALE 2017| Romeo e Giulietta... al balcone di Palazzo Grimani
di Redazioneweb   
martedì 21 febbraio 2017
romeo-juliet2.jpgIntramontabile Shakespeare. A Palazzo Grimani va in scena più che uno spettacolo, un’esperienza vera e propria. Il Romeo e Giulietta proposto dal Teatro Stabile del Veneto per il Carnevale di Venezia 2017, in collaborazione con Ve.La Spa e il Polo museale del Veneto, porta in scena la tragedia d’amore più celebre del mondo in una ineguagliabile scenografia.
Leggi tutto...
 
CARNEVALE 2017 | Get the party started! Al via le Carnival Nights Live di Hard Rock Venezia
di Redazioneweb   
martedì 14 febbraio 2017
hard-rock©DavideCarrer.jpgDal 17 al 28 febbraio il Carnevale di Bacino Orseolo ne ha davvero per tutti i gusti e per tutte le età. Il 17 spazio al The Great Opening Party, festa a tema “Be a rockstar” con il concerto dei John See A Day e Rumatera ed Herman Medrano come special guests di una serata in cui chi si presenterà al locale indossando i panni dei propri idoli rock potrà ricevere premi esclusivi da tramandare ai nipotini.
Leggi tutto...
 
CARNEVALE 2017 | Officina 2.0: Venezia presenta la Fiera della Vanità
di Davide Carbone   
mercoledì 08 febbraio 2017

claudia_marchiori_piazza_san_marco.jpg

Definirlo “tradizionale”, sarebbe semplicemente riduttivo. Perché il Carnevale, per Venezia, rappresenta un momento capace di racchiudere al proprio interno tutte le sfumature che la città ha mostrato attraverso la storia, attraverso immagini che ce l’hanno consegnata ritratta a olio su tempera, in fotografie dalle tonalità seppia o in immagini ad altissima definizione, magari catturate da un drone di ultima generazione.

Leggi tutto...
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Pross. > Fine >>

Risultati 141 - 210 di 447