VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM
ZOOM
[VENICE CARNIVAL 2014] Not to be missed!
Written by Redazioneweb2   

festaveneziana.jpgFesta veneziana sull’acqua
15, 16 febbraio Cannaregio

This appointment, in Cannaregio, is with a celebration of music, colours and “fantastic creatures”. The festivities are divided in two parts, on the 15th and 16th of February, with a water procession that, on the second day, will set out from the docks of Punta della Dogana, crossing the entire length of Canal Grande and arriving at Rio di Cannaregio. After having delighted your sight, it is a great idea to give pleasure to your palate as well, with the essential gastronomical stands which offer Venetian specialities to the public: cicheti, fritole and galani.

 

 

 

 

 

zombiewalk.jpgZombie Walk, La maschera maledetta

15, 16 febbraio Venezia

A parade of the living dead will land at the Zattere aboard Undead Ship to reach Campo della Pescheria. On the following day, La Maschera Maledetta, a treasure hunt 2.0. Don’t let a powerful mask fall in the wrong hands, thanks to an interactive game with magical tools sms, social network, and GPS…

Read more...
 
[VENICE CARNIVAL 2014] Fabulous Carnival
Written by Marta Fontana   

carnevale_1.jpgFable: a word charged with fascination, with the voices of generations which for centuries have narrated and interwoven thousands of different episodes, creating an infinite number of new ones. To this great popular tradition, intrinsically linked to the Lagoon City and her history, this year Venice wishes to dedicate her world-renowned Carnival, a Carnival which is global because every culture has drawn from the patrimony of the fantastic as a narrative metaphor of life.

 

Everyone knows man’s needs to narrate the mysteries of nature by means of fables. The cultures of our planet unfold infinite deposits of symbols and characters concerning creation and the origin of life, atmospheric elements, creatures from the vegetable and animal kingdoms. Orient and e Occident, Asia and Oceania, the Americas, Europe, Africa: in the Carnival of fables, we will seek that art of disguise inspired by the historical fables of European tradition, by Arab and Medieval novellae, by the votive symbols of African and Mesoamerican cultures, and by allegories from India, Mongolia and old Cathay.

Read more...
 
La scienza raccontata. La cinquina finalista del Premio Galileo 2014
Written by Marisa Santin   

nicolettamaraschio-ridottaweb.jpgIl Premio Galileo ha fra i suoi numerosi pregi quello urgentissimo di accorciare le distanze tra chi la scienza la pratica per professione e… tutti gli altri. Diventa perciò fondamentale il linguaggio usato per la divulgazione del sapere scientifico, a cui si chiede esattezza, chiarezza, trasparenza, semplicità, ma anche di essere una lettura piacevole e accattivante. Oltre a scrittori e giornalisti, quindi, un implicito appello è rivolto più in generale alle case editrici, alle librerie e a figure ‘ponte’ importantissime ma spesso nell’ombra, quali ad esempio i traduttori, affinché la letteratura scientifica diventi accessibile e non spaventi ancor prima di aver scoperto la stupenda meraviglia che il nostro mondo e le sue leggi possono regalarci. Meraviglia, progresso e civiltà. Per Nicoletta Maraschio (presidente dell’Accademia della Crusca e presidente della Giuria scientifica di questa 8. edizione del Premio), «è importante portare l’Italia al livello degli altri Paesi sviluppati nella conoscenza tecnico-scientifica perché questo influisce direttamente sullo stesso sviluppo del Paese». Nelle sue otto edizioni il Premio Galileo ha coinvolto 800 classi secondarie di tutt’Italia e circa 20.000 studenti, protagonisti nel leggere e giudicare le cinque opere di anno in anno selezionate da una giuria scientifica di esperti all’interno di un’ampia rosa di pubblicazioni. Ecco la cinquina finalista, in attesa di conoscere il vincitore durante la proclamazione che si terrà a Padova il 9 maggio:

Read more...
 
Alimentare il dialogo. Ponti culinari tra culture
Written by Redazioneweb2   

cib-arti.jpg

 

Si chiama Cib-Arti, arte e alimentazione tra Europa e America Latina il nuovo progetto che, partendo dal gemellaggio tra il VideoConcorso Francesco Pasinetti e il Food Festival di Huatulco in Messico, intende mettere in comunicazione tra loro diverse forme artistiche attraverso il cibo per favorire la conoscenza tra differenti etnie e paesi. Giovedì 30 gennaio, presso l’aula Magna del Liceo Artistico Guggenheim, Anna Ponti, Presidente del VideoConcorso Pasinetti e Leopoldo Soto, Direttore del FoodFestival di Huatulco, racconteranno il gemellaggio tra le due rassegne, con l'intervento di Daniel Tiozzo di Slow Food e, a fine giornata, una cena messicana con ingresso libero su prenotazione. Sono in programma diversi interventi con protagonista la città di Venezia, con la particolarità dei suoi orti nascosti e l'attività di associazioni e istituzioni che ruotando attorno al tema dell’alimentazione offrono un servizio alla cittadinanza.


Per tutto il 2014 l’iniziativa propone mostre d’arte, certamina poetici, installazioni e incontri di approfondimento sul tema dell’alimentazione. Poesia, design, architettura e cinema: ogni forma artistica è orientata a una vera e propria “ricerca del gusto”, intesa come espressione di identità sociale e volontà di allargare lo sguardo per comprendere meglio le altre culture.

Read more...
 
La memoria del cuore. L'importanza del ricordo
Written by Renato Jona   

giornatamemoria.jpgCom’è noto, una legge italiana (20/7/2000, n.211) stabilisce di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani deportati che hanno subito prigionia, coloro che si sono opposti allo sterminio e che hanno salvato vite e protetto i perseguitati.
Ma come ricordare? All’art.2 la legge stessa suggerisce di organizzare cerimonie, iniziative, incontri, momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, soprattutto nelle scuole, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari, in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico e oscuro periodo della storia del nostro Paese e dell’Europa, affinché simili eventi non possano mai più accadere.

 

A circa 70 anni da quegli eventi e a quasi 14 dall’emanazione della citata legge, il mondo è cambiato, ha subito profonde trasformazioni e gli eventi hanno fatto riflettere: la ripetizione annua del ricordo ha fatto sorgere altri problemi molto delicati e sostanziali oggi riscontrati e forse all’inizio non considerati.

 

Mi riferisco al rischio di cadere in una ‘retorica celebrativa’, in una ‘liturgia riparatrice’. Per ottenere quanto richiesto dalla legge è sufficiente una sommatoria di memorie individuali? Si può, viceversa, raggiungere lo scopo attraverso la memoria collettiva? E questa come si forma? Attraverso la storia oppure attraverso la sommatoria della memoria dei singoli? E inoltre, qual è il rapporto tra l’una e l’altra? Ma non basta.

Read more...
 
A scuola di cittadinanza. Segre a Marghera per il progetto a favore della scuola primaria
Written by Redazioneweb   
arton2054.jpgTorna a Marghera il regista Andrea Segre per l’ultima tappa del progetto La prima scuola, a sostegno della scuola elementare pubblica, presentato lo scorso settembre in occasione del lancio del film La prima neve alla Mostra del Cinema di Venezia. Tutto ebbe inizio dalla Parrocchia di Gesù Lavoratore, una parrocchia di frontiera in una città dall’identità periferica ricca di contraddizioni, fragile nei suoi equilibri sociali e acerba nella sua multiculturalità.
Read more...
 
Creating worlds. 31Esima Mostra Internazionale d'illustrazione per l'infanzia
Written by Marta Fontana   

valdivia.jpgCreated in 1982 by renowned illustrator Štepán Zavrel le immagini della fantasia gives a broad view of the world of children’s book illustration, offering important artistic expressions through aesthetic innovation and narrative richness. The exhibition presents visitors with works from around the world and offers a fabulous journey into each country’s fantastic imagination. Each year, illustrators, authors, and publishers recount the international scene in its extraordinary variety and confirm the value of picture books as a tool of knowledge and a means of beauty, art, and literature.

 

Promoting a passion for illustration and reading is thus one of the objectives that the exhibition has pursued in its travels for over thirty years. Starting from Sàrmede (Tv), it has already traveled to Aix-en-Provence, Geneva, Edinburgh, Istanbul, Lisbon, Madrid, Monaco, Paris, among others. Panorama 2013, the main part of the exhibition, brings together thirty international illustrators acquainting the public with so many different books offering a non-standard assortment, outside the logic of the marketplace.

 

Image 1: illustrazione di Paloma Valdivia da Duerme negrito, (Fondo de Cultura Econòmica, Mexico 2012)

Iamge 2: Luis San Vicente, Notti di novembre (Mexico)

 

Read more...
 
Let the Christmas sing
Written by Redazioneweb2   
4lovequartet.jpgWho’s cold on December 5? Not Hard Rock Cafe patrons. Gospel choir Joy Singers will make the night as warm as can be. See them also at Teatro Toniolo in Mestre on the 14th as they promote their new album, recorded in Venice and London.
Read more...
 
Beauties inside. A challenge on the water
Written by Redazioneweb2   
regata_befane.jpgOrganized as usual by the Royal Bucintoro Rowing Club, the remarkable regatta of the Befane (the ugly old woman who brings children gifts at Epiphany) was first held in December 1978 at the Christmas dinner for the society’s members. Offering a bit of merriment and a bit of competition, the idea came from the sharp-witted minds of Nino Bianchetto and Enzo Rinaldo, whose spirits live on each year due to an event that has a touch of the must-see.
Read more...
 
Animated Christmas. An invasion of Dwarves, Elves, space pirates, snow queens, and dragons
Written by Marisa Santin   

frozen.jpgBefore we sail through a thousand skies on Capitan Harlock’s Arcadia, we should find the time to help Bilbo Baggins, Thorin Oakenshield, and his twelve fellow dwarves to snatch the treasure from under Smaug’s nose. We should also remember to drop by Santa’s lab, where the old man and his elves are working on a device to speed up the distribution of presents.

 

 

Read more...
 
Ted-in-the-box. New year’s at Goldoni, theatre-circus by Pantakin
Written by Chiara Sciascia   

pantakin.jpgOnce again, new year’s eve at Goldoni will be entrusted to the skill and genius of Ted Keijser and his wonderful Fragile XXL. We remember Keijser for his show Cirk, which sold out in 2008. No stories here, just boxes.

 

This is the Dutch director’s mantra, what inspired him in writing the show. Playfulness, fun, suggestions from early XX-century mute cinema, when the genius of Chaplin, Keaton, Laurel, and Hardy could do wonders with no sound; they could convey emotion and tell stories with the sole use of gestures and action.

Read more...
 
[NATALE 2013] Viaggio nella devozione veneziana/2. Sulle tracce delle reliquie
Written by Fabio Marzari   

Venezia è nata per stupire, l’ordine apparentemente casuale delle cose, dalle pietre agli edifici, rivela una volontà di colpire gli occhi del visitatore, incapace di ostentare indifferenza di fronte a tanta magnificenza svelata in un solo tessuto urbano. Gli edifici religiosi non sono da meno e oltre ai tesori artistici sono colmi di reliquie, come già abbiamo iniziato a raccontare nel numero precedente. Prosegue il nostro viaggio, senza ordine preciso, tra il luoghi dei Santi in Laguna.

slucia.jpgSanta Lucia
Sembra che la provenienza del corpo di Santa Lucia a Venezia sia legata alla Quarta Crociata. Questo arrivò a Venezia nel 1205 da Costantinopoli e fu portato nell’isola di San Giorgio nel monastero benedettino. Un tragico evento del 13 dicembre del 1279, una bufera scatenatasi all’improvviso, che provocò molte vittime, fu la causa di una nuova traslazione del corpo di Lucia dalla chiesa di San Giorgio Maggiore a Venezia, eccetto, pare, un pollice. Le autorità decisero di traslare il corpo di Lucia in città, ponendolo in una chiesa parrocchiale a lei intitolata, e ciò allo scopo di agevolare a piedi il pellegrinaggio alle sue sacre spoglie senza dovere ricorrere ad imbarcazioni. Quindi, nel mese seguente alla sciagura e precisamente il 18 gennaio del 1280, il suo corpo fu traslato nella chiesa dedicatale, che si trovava nello stesso luogo dove ora è ubicata la stazione ferroviaria.

 

Il corpo di Lucia l’11 luglio 1860 subì una nuova traslazione nella parrocchia di San Geremia a causa della distruzione della chiesa e dell’annesso convento per far posto alla stazione ferroviaria. La povera Santa, sempre reclamata da Siracusa, fu ‘rapita’ l’ultima volta il 7 novembre 1981 e ritrovata alla vigilia della sua festa, il 12 dicembre dello stesso anno.

Read more...
 
One, two, three Čajkovskij. Christmas ballet, Russian ballet
Written by M.M.   

schiaccianoci.jpg121 years after its premiere at St. Petersburg (‘twas the year 1892), the Nutcracker is, together with Swan Lake (1876) and Sleeping Beauty (1890), the most popular ballet, especially in Christmas time. A genius, versatile composer, Čajkovskij is considered the father of music for Russian ballets, the one who could keep together choreography and rhythm and write music around them.

Read more...
 
[NEW YEAR'S EVE 2015] Permanent center of gravity. Countdown in San Marco, the atmosphere of a public square
Written by Redazioneweb2   

capodanno_venezia3-r50.jpgRomantic? Fashionable? Simply carefree? Whatever you imagine, wish, or fancy New Year’s Eve to be, Venice once again proves itself to be suited to your needs in a Piazza San Marco that has taken the party’s reins in hand.

 

The years go by but, in the end, we always find ourselves there, in those celebrations that bring together both those who want to quickly leave the past year behind as well as those who want it framed, to end in a big way by making its memory even more indelible.

 

 

Read more...
 
Red Velvet. A classical Christmas
Written by Redazioneweb2   

diegomatheuz.jpgFor Christmas celebrations, La Fenice has put on the bill the usual Christmas concert in the Basilica of San Marco. With the baton entrusted this year to Stefano Montanari, the concert - at 8 p.m. on Wednesday the 18th and Thursday the 19th - offers a path between oratorios, concerti grossi, and overtures by Bach, Handel, Vivaldi, Scarlatti, Corelli, and Sammartini with the Orchestra and choir of La Fenice, and the participation of soprano Silvia Frigato and mezzo-soprano Marina De Liso.

 

From 18 to 22 December, the La Fenice Theatre will host Onegin, a ballet in two acts with music by Tchaikovsky, performed for the first time in Italy staged by setting and with principal dancers, soloists, and corps de ballet of St. Petersburg’s Eifman Ballet. Then there are the great expectations for the traditional New Year’s Concert, now in its eleventh year. Once again it will be direct by the 29-year-old Venezuelan Diego Matheuz, since July 2011 the principal conductor of the Teatro La Fenice Foundation.

Read more...
 
D’alta quota. A Padova, la montagna come spazio del pensiero
Written by Redazioneweb2   
cammino_per_santiago.jpgPrende vita in varie sedi della città Montagna di Babele, festival dedicato alla montagna come luogo della mente e dello spirito. Come la torre biblica, infatti, anche la montagna si spinge fino a toccare il cielo. Ma sulla montagna non si confondono le voci degli uomini perché lassù parla la Natura

 

Nel pomeriggio di sabato 7 dicembre, nel cortile di Palazzo Moroni, Alziamo gli occhi al cielo: con lo sguardo in su, la città cambia volto, soprattutto se c’è qualcuno che cammina sul filo. Alle 18 gli atleti internazionali Armin Holzer e Ale d’Emilia alle prese con una esibizione di highline, spettacolare disciplina nella quale gli atleti camminano in equilibrio su lunghe fettucce di tessuto tese tra le vette delle montagne, o tra i palazzi delle città.  Sempre alle 18, al Cinema Teatro Mpx, ecco il film Il cammino per Santiago, diretto da Emilio Estevez e interpretato da suo padre, Martin Sheen.


Read more...
 
Open (minded) Studios. Marghera, laboratorio a cielo aperto
Written by Redazioneweb2   
margheraopenstudios.jpgGiovedì 21 novembre, dalle 18 alle 23, dopo il grande successo dell’anno scorso, Pila 40 riapre le porte al grande pubblico per mostrare una delle realtà creative di punta del processo di riconversione di Marghera. Il noto edificio situato al civico n°40 di via della Pila, ex azienda specializzata in bonifiche e demolizioni, ospita oggi 15 spazi creativi: artisti, designer, grafici, architetti formano un nucleo di professionisti altamente specializzati che evidenzia le potenzialità e la forte capacità attrattiva di Marghera negli ultimi anni. 
Read more...
 
Parola di Vate. D’Annunzio e Venezia, secondo Ca’ Foscari
Written by Redazioneweb2   

dannunzio.jpgNell'ambito delle celebrazioni per i 150 anni dalla nascita di Gabriele d'Annunzio, si è svolto dal 4 al 5 novembre a Venezia, presso la sede di Palazzo Malcanton Marcorà, il convegno Venezia per d'Annunzio. Percorsi tra le arti, la storia, la scrittura.

 

Organizzato dal Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università Ca' Foscari Venezia, in collaborazione con il Dottorato in Italianistica e con la Scuola in Conservazione e Produzione dei Beni Culturali, il convegno si è sviluppato in tre intense sessioni che hanno approfondito il ricco e articolato rapporto tra il poeta e la Serenissima.

 

La prima, nel pomeriggio del 4 novembre, presieduta da Giorgio Baroni, ha approfondito gli aspetti collaterali all'arte letteraria dannunziana, mentre quella mattutina del 5 novembre, presieduta da Anco Marzio Mutterle, è stata caratterizzata dall'analisi della fortissima suggestione veneziana nelle pagine letterarie dannunziane, grazie agli interventi di Ilaria Crotti, Monica Giachino, Maria Rosa Giacon, Michela Rusi e Ricciarda Ricorda.

Read more...
 
Accaniti sostenitori. Torre Eva Center, caso virtuoso
Written by Redazioneweb2   

torre_eva_atrio.jpgDa anni sentiamo parlare di ecosostenibilità, di impegno alla riduzione delle emissioni di CO2 e del Protocollo di Kyoto, un programma che dovrebbe servire per garantire un futuro migliore per tutti. Una politica che però spesso le aziende vivono solo come un inasprirsi di costi e regole, e che mal si concilia con le proprie esigenze di crescita ed aumento della produttività.

 

La sostenibilità, anche economica, può passare dalla scelta dell’ufficio, magari tramite il modello statunitense di condivisione degli spazi e di utilizzo di formule flessibili in base alle quali si paga solo per quello che si usa.

Read more...
 
L’ora del mistero. Un Veneto da brivido
Written by Alessandro Frau   

carlolucarelli.jpgLa quinta edizione del festival Veneto, spettacoli di mistero non lascerà affatto delusi gli appassionati e i curiosi che decideranno di parteciparvi: 250 eventi sparsi in più di 80 diverse località dell’intera regione. Sono previsti spettacoli teatrali, letture tematiche, visite guidate in luoghi di leggende e arcani insoluti, rievocazioni in costume di tradizioni tramandate oralmente. Il 15 novembre sbarcherà a Venezia il più popolare maestro del mistero italiano, Carlo Lucarelli, che proporrà «una serie di misteri emiliano-romagnoli che in molti casi hanno collegamenti in terra veneta: misteri che hanno radici nel passato, ma anche collegamenti con la cronaca».

 

Sotto la guida del direttore artistico Alberto Toso Fei e l’apporto indispensabile dell’Unpli, si visiteranno castelli infestati, si farà trekking urbano alla ricerca di segni esoterici e massonici, si organizzeranno cacce ai fantasmi e si esploreranno, a bordo di una nave elettrica e muniti di torcia, i luoghi più misteriosi e misconosciuti della laguna.

Read more...
 
More...
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 Next > End >>

Results 491 - 559 of 559