VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow MUSICA
MUSICA
Trame e note. Metti la musica in museo...
di Marzio Fabi   
sabato 02 settembre 2017

david_boato.jpgAlla Ca’ d’Oro è possibile fino al 10 settembre ammirare l'originale mostra Serenissime Trame, protagonisti, a dialogo con i meravigliosi dipinti italiani databili tra il Quattrocento e il Cinquecento della collezione permanente della Galleria Franchetti, ventisei antichissimi tappeti orientali provenienti dalla Collezione Zaleski, tessuti in maniera straordinaria, coloratissimi, composti da elaborati intrecci dalla forte carica simbolica. Un concerto, l'8 settembre, offre un'opportunità da non perdere per visitare la mostra, volgendo l’orecchio all'antichissima musica classica persiana ed ottomana con i musicisti Vahid Hosseinî, che suona la cetra su tavola percossa santûr, Giovanni De Zorzi con il flauto ney e Stefano Albarello con la cetra su tavola pizzicata qanûn.

 

Un'unione iconografica-musicale per culture raffinate e ancora troppo poco frequentate. Le melodie che compongono disegni e trame nei modi musicali dastgâh e maqâm presentano una curiosa ed interessante analogia con le forme estetiche dei preziosi tappeti, della calligrafia e della miniatura nell'arte islamica. Il santûr è una sorta di cetra su tavola che viene percossa con delle sottili bacchette dette mizrab ed ha una storia che si perde nel passato più lontano. Il qanûn è uno strumento diffuso sin dall'antichità in area mediorientale: il suo stesso nome mostra particolari legami con il mondo greco ellenistico perché esso sembra derivare dal greco kanon, alludendo, probabilmente alla regolata disposizione delle sue corde tese su di una tavola armonica trapezoidale. Il flauto di canna ney è uno strumento dal passato millenario: i primi resti archeologici risalgono al 2500 a.C., ha assunto un nuovo ruolo nell’opera del poeta di lingua persiana Mevlâna Jalâl ud-Dîn Rûmî (1207-1273) e nei repertori musicali della confraternita dei “dervisci rotanti” (mevlevîye) che fiorì dal suo impulso.

Leggi tutto...
 
Ebony and Ivory. Musica senza tasti dolenti
di Silvia Gastaldo   
sabato 02 settembre 2017

giuliamazzoni.jpgLa giovane Giulia Mazzoni, nemmeno trentenne, si fa notare non solo per la giovane età, ma soprattutto per l’ammaliante bravura. Alle elementari sboccia il grande amore per il pianoforte e da allora non lo ha più lasciato: sono inseparabili. Si destreggia tra composizioni moderne e tradizionali, arricchendo sempre di nuove influenze e sperimentazioni il proprio bagaglio personale.

 

Il suo elemento caratterizzante è la semplicità, che si mescola alle influenze pop, rock, della musica leggera, romantiche, impressioniste e minimaliste. Toscana d’origine, si esibisce per la prima volta a 16 anni nella natale Prato, e fino ad oggi ha nel suo repertorio due dischi, Giocando con i bottoni e Room 2401, quest’ultimo impreziosito dalla collaborazione con Michael Nyman, che per la prima volta in carriera ha condiviso la scena con un altro artista.

Leggi tutto...
 
Music for music lovers. L’inconfondibile groove del Candiani
di Redazione   
martedì 12 settembre 2017

sexmob.jpgSi rinnova l’appuntamento con la rassegna del Centro Culturale Candiani, che da oltre dieci anni accompagna le serate mestrine con ritmi di ogni genere e provenienza, incrociando sapientemente linguaggi artistici differenti, nel segno della contaminazione creativa.

 

Inaugurano la stagione, il 6 ottobre, i newyorkesi Sex Mob, formazione nata quasi per caso da un’idea di Steven Bernstein che desiderava una ‘palestra’ personale per suonare la slide trumpet, in compagnia degli amici più stretti.

Leggi tutto...
 
E si torna a cantare. Luciano, ti stavamo aspettando...
di Silvia Gastaldo   
martedì 12 settembre 2017

ligabue.jpgIl tanto atteso appuntamento del Made in Italy tour a Jesolo avrà finalmente luogo il prossimo 3 ottobre. Dopo un periodo di riposo sofferto e forzato, il Liga torna a cantare e a condividere il nuovo album con i propri irriducibili fan.

 

Made in Italy vi farà cantare a squarciagola classici e canzoni nuove contenute nell’omonimo album, come G Come Giungla e Made in Italy, forte di un doppio disco di platino e di record di vendite messi a segno già nella prima settimana di distribuzione.

Leggi tutto...
 
Arena di Verona | Tris d'assi, all'italiana!
di Redazione   
martedì 12 settembre 2017

elisacaterinamoretti.jpgELISA
Vent’anni di carriera vanno esaltati, celebrati, ripercorsi, rivissuti attimo dopo attimo. Se poi puoi farlo all’Arena di Verona, in quattro occasioni, circondata dall’affetto del tuo pubblico, significa che qualcosa da tramandare agli annali della musica lo hai certamente combinato.

 

Il 12, 13, 15 e 16 settembre Elisa requisisce il gioiellino di Piazza Bra per quattro imperdibili live: si parte dal pop-rock della prima serata in cui mostrerà sul palco il suo lato più energico, accompagnata dalla sua super band e dal soul delle voci delle sue coriste, esibendosi su brani come Labyrinth, passando per le sonorità britanniche e contaminate di L’anima vola e al rock di Cure Me e Together.

Leggi tutto...
 
Avere vent’anni. L’alta qualità non invecchia mai
di Davide Carbone   
martedì 12 settembre 2017

patmetheny.jpgSe festeggi il tuo ventesimo compleanno assieme a personaggi come Pat Metheny e Sergio Cammariere, oltre a Eric Reed, Mike Applebaum e altri artisti a sorpresa, puoi ritenerti davvero fuori dal comune.

 

In scena dal 9 al 14 ottobre, la ventesima edizione di Padova Jazz occupa Teatro Verdi e Sala dei Giganti per i concerti principali del programma, lungo una settimana festivaliera che si completa poi con mostre, presentazioni editoriali e performance artistiche sempre con la musica improvvisata a fare da filo conduttore.

Leggi tutto...
 
Jazz label. Veneto Jazz e McArthurGlen a suon di jam!
di Redazioneweb2   
lunedì 07 agosto 2017

sararobin.jpg

 

JazzYoungTalent@Outlet è il nuovo format dedicato ai giovani talenti del jazz, ideato da Veneto Jazz per McArthurGlen Designer Outlet. Il colosso della moda propone infatti, con la direzione artistica di una delle organizzazioni italiane più accreditate per la musica jazz e contemporanea, una programmazione di concerti nella sede di Noventa di Piave rivolta a promettenti, giovani musicisti, che avranno l’opportunità di esibirsi di fronte ad un vasto pubblico. Fino al 24 agosto il pubblico potrà godere dal vivo delle fresche note di giovani formazioni italiane, con un repertorio che abbraccia soul, blues, swing, funky, fino alle sonorità brasiliane e all’omaggio ad un’icona della musica come Thelonius Monk.

 

I gruppi si esibiranno alle 18, alcuni anche in contemporanea, naturalmente in concerti ad ingresso gratuito per il pubblico.

Leggi tutto...
 
SUMMER FESTIVALS | FESTIVAL DEL VITTORIALE
di Redazioneweb2   
martedì 01 agosto 2017

vittoriale.jpgDa anni il cartellone della manifestazione idealmente ospitata dal Vate riesce a mettere d’accordo quantità e qualità, con un curriculum di artisti ascoltati negli anni che comprende tra gli altri Lou Reed e Keith Jarrett, Damon Albarn e David Byrne, Pat Metheny e Arto Lindsay.

 

Il filo rosso è quello del puro godimento acustico, del raffinato momento live regalato al pubblico limitando al massimo le barriere tra esecutore e ascoltatore, concerti che delicatamente si insinuano nella memoria per non andarsene mai più.

Leggi tutto...
 
SUMMER FESTIVALS | FESTA DI RADIO ONDA D’URTO
di Redazioneweb2   
martedì 01 agosto 2017

ondadurto.jpgTaglia il traguardo della XXVI edizione la festa di autofinanziamento dell’emittente antagonista Radio Onda d’Urto, tra i maggiori eventi autogestiti in Italia, con oltre 100mila partecipanti ogni anno.

 

Dalla line up, difficilmente riassumibile in poche righe, suggestioni sonore di ogni genere e provenienza: dall’hip hop, in apertura e chiusura rispettivamente con il fenomeno Coez (…chi ha paura del casino?!?) e sua Maestà Bassi Maestro & Dj Zeta, all’indie pop d’autore di Levante (11), Dente (12) e Brunori Sas (22), passando per il folk di Luca Bassanese (14).

Leggi tutto...
 
SUMMER FESTIVALS | PAMALI FESTIVAL
di Chiara Sciascia   
martedì 01 agosto 2017

pamali.jpgUna manciata di chilometri per raggiungere una location unica, totalmente immersa nella natura, tra i monti attorno a Passo San Boldo, dove il Pamali Festival anche quest’anno trasforma un piccolo borgo in un palcoscenico d’eccezione per artisti di ogni genere e provenienza.

 

Alla musica e ai dj-set, quest’edizione aggiunge la collettiva d’arte contemporanea, A-Mors Revolutio-Onis, che si snoderà dal centro del paese verso l’area del Festival, per poi concludersi nel padiglione Il Mattatoio, dove alcuni artisti in residenza svilupperanno i propri progetti dal vivo.

Leggi tutto...
 
SUMMER FESTIVALS | OVERJAM
di Chiara Sciascia   
martedì 01 agosto 2017

overjam.jpgUn piccolo sconfinamento, ma ne vale davvero la pena per questo festival internazionale, ospitato a pochi chilometri dalla frontiera. La sesta edizione di Overjam punta a superare le 15mila presenze dell’anno scorso con un cartellone di primo rilievo e una line up sterminata, spalmata sui tre diversi stage: Yellow, Red e Green.

 

Si parte dall’acclamatissimo Alborosie, in tour con Freedom & Fyah (2016), un album maestoso, vibrante: roots reggae pregno di contenuti, liriche positive, testi politicamente forti, passaggi dub, rimandi dubstep e spruzzi di elettronica. Altro nome di spicco è quello del veterano del reggae giamaicano Freddie McGregor, accompagnato dai figli Chino e Stephen e dall’inseparabile Big Ship Band.

 

Leggi tutto...
 
SUMMER FESTIVALS | NO BORDERS MUSIC FESTIVAL
di Redazioneweb2   
martedì 01 agosto 2017

noborders.jpgUn concerto di Joss Stone non si dimentica facilmente. Difficile cancellare cancellare dalla memoria la sensualità black di una bianchissima trentenne dalla voce graffiante, ascoltata già in 7 album davvero buoni. A Tarvisio il 28 luglio l’unica occasione per ammirarla dal vivo in Italia quest’anno.

 

Il 27 spazio invece agli Editors: capofila dell’indie rock mondiale, vivono la svolta nel 2007 con la partecipazione a Glastonbury e l’uscita di An End Has a Start, che procura alla band una nomination ai Brit Awards come Migliore band Inglese.

Leggi tutto...
 
SUMMER FESTIVALS | FESTIVAL DI MAJANO
di Redazioneweb2   
martedì 01 agosto 2017

majano.jpgSi comincia sabato 22 luglio, con il grande opening live dei Litfiba,gruppo che ha fatto la storia del rock italiano, con il nuovissimo Eutopia Tour a seguire la pubblicazione dell’omonimo album certificato disco d’oro.

 

L’album, che ha esordito al terzo posto della classifica dei cd più venduti in Italia e al primo posto della classifica dei vinili, è composto da dieci graffianti tracce in puro stile Litfiba, dove Piero Pelù e Ghigo Renzulli trattano diversi temi: dall’inquinamento all’estremismo religioso, passando per le vittime della ‘Ndrangheta ai nuovi media.

Leggi tutto...
 
Libertà vo cantando. A sostegno di un progetto
di F.M.   
martedì 11 luglio 2017

pieraacone.jpg

 

Un’intera stagione declinata sulle note del jazz al femminile in collaborazione con l’organizzazione umanitaria Women for Freedom. Un’occasione per conoscere anche una differente prospettiva spaziale di Venezia, dalla roof top Terrace dell’hotel Carlton On The Grand Canal, posizionato di fronte alla stazione ferroviaria di Santa Lucia.

 

Ogni mercoledì e venerdì dal 5 luglio al 29 settembre alle 21 si alterneranno 13 interessanti voci del jazz e della bossa nova, tutte femminili, molte delle quali di provenienza Nord Est, accomunate dal progetto solidale nato per aiutare le donne ed i loro bambini che vivono il dramma delle troppe emergenze presenti e pressanti in ogni parte del mondo.

Leggi tutto...
 
VENEZIA JAZZ FESTIVAL 2017 | All around. Decima edizione, da 10!
di Giuseppe Mormile - direttore artistico Venezia Jazz Festival   
martedì 18 luglio 2017

pinoninfa.jpgLa decima edizione di Venezia Jazz Festival si conferma punta di diamante della programmazione di Veneto Jazz, con progetti artistici pensati per luoghi senza tempo e di infinita risonanza e un cartellone nato dalla collaborazione con le più importanti istituzioni culturali della città. L’anteprima è riservata all’intima esibizione del chitarrista flamenco Juan Lorenzo nell’altana dello Splendid Venice Hotel, mentre l’inaugurazione avviene con un inedito Live at Cannaregio, dal tramonto una marching band su una delle fondamenta più popolari di Venezia.

 

Il concerto del potente percussionista di Chicago Hamid Drake e dello straordinario vibrafonista Pasquale Mirra alle Sale Apollinee anticipa uno degli eventi più importanti del cartellone, l’esibizione al Teatro La Fenice in piano solo di Yann Tiersen, con Eusa, il suo viaggio in musica nell’isola bretone di Ousseant.

 

Harold Lopez Nussa, pianista cubano e astro nascente di un jazz energico e ricco di influenze, è il protagonista del concerto al Conservatorio, assieme alle promesse del pianoforte Giulia Mazzon e Manuel Magrini. La piattaforma sull’acqua di Punta della Dogana è ancora una volta teatro di un imperdibile concerto al tramonto che vede protagonista il sax baritono di Helga Plankensteiner; il magico giardino della Collezione Peggy Guggenheim ospita Park Stickney, virtuoso dell’arpa jazz; le navate della Chiesa della Pietà accolgono Didier Laloy & Kathy Adam, originale e moderno duo di organetto e violoncello.

Leggi tutto...
 
VENEZIA JAZZ FESTIVAL 2017 | I volti, i luoghi...
di Redazioneweb2   
lunedì 17 luglio 2017
hamiddrake-photo.jpgMarTue 18 LugJul h. 20

Sale Apollinee, Teatro La Fenice

PASQUALE MIRRA meets HAMID DRAKE

Pasquale Mirra vibrafono, marimba e percussioni

Hamid Drake batteria, percussioni, voce

La sinergia musicale di Mirra e Drake ammalia per la brillantezza di melodie che si costruiscono da sole, arricchite dai talenti dei due interpreti. Le pulsazioni africane e orientali dei tamburi sanno assorbire l’eclettismo del vibrafono e respirarci insieme, in un caleidoscopico viaggio sonoro. The musical synergy by Mirra and Drake fascinates for the brilliant melodies that seem to effortlessly create themselves. The African and Oriental drums absorb the vibraphone’s eclecticism and breathe the same air in a kaleidoscope-like journey into sound.

Leggi tutto...
 
VENEZIA JAZZ FESTIVAL 2017 | Tra le dita. Incontro con Stefano Bollani
di Davide Carbone   
lunedì 17 luglio 2017

img_7144.jpgUna scaletta che, semplicemente, non esiste. Un concerto unico e irripetibile perché figlio dell’istante, di un’ispirazione che si nutre del rapporto diretto e del dialogo concreto con il pubblico. Il piano solo di Stefano Bollani al Goldoni il 28 luglio consegna agli annali un’edizione di Venezia Jazz Festival traboccante di appuntamenti e contenuti, affidando il palcoscenico ad uno degli artisti più creativi del nostro contemporaneo. Con lui abbiamo parlato di improvvisazione, di jazz, di vita…

Come Stefano Bollani definirebbe l’idea jazz per eccellenza dell’improvvisazione, ma soprattutto come ama declinarla sera dopo sera?
Per me significa “vivere il presente”, un concetto valido sia in musica che nella vita. Non significa suonare delle note a caso, ovviamente, ma utilizzare la grammatica della musica per dire quello che desideriamo trasmettere in quel preciso momento, in quel determinato istante.

 

Stare nel presente, magari utilizzando una canzone già scritta da me o da altri per sviluppare però un discorso inedito, irripetibile perché legato a quel preciso momento. Per questo motivo a me piace suonare da solo, ritrovarmi in contatto diretto con il pubblico, con il teatro e con il pianoforte, protagonisti del concerto. Quando suono da solo non stabilisco una scaletta, improvviso sia nel numero di brani che nella loro esecuzione. È un tentativo di non portare mai in scena uno spettacolo preconfezionato, legando invece la musica al momento preciso in cui viene eseguita e proposta al pubblico.

Leggi tutto...
 
[INTERVISTA] Jack…pot! Incontro con Jack Savoretti
di Mariachiara Marzari e Davide Carbone   
martedì 18 luglio 2017

savoretti.jpgParafrasando le sue stesse parole, la sua è una progressiva ascesa verso l'Olimpo della musica. La sua voce è a pieno titolo una delle più interessanti e originali del panorama internazionale. Seguire Jack Savoretti sul suo profilo Instagram significa condividere palco dopo palco, sera dopo sera, la sua passione per la musica e per i live, dove il pubblico è protagonista indiscusso. Savoretti esprime la sua forza e presenza scenica durante i concerti, la sua voce blues, che sa virare verso il rock, e le note della sua chitarra sanno dialogare in modo perfetto, e il pubblico assiste ogni volta ad uno spettacolo che esalta il timbro inconfondibile di un interprete tra i migliori in circolazione negli ultimi anni. Senza compromessi infatti è riuscito a farsi conoscere da un pubblico molto vasto, che ha apprezzato le sue canzoni anche come colonne sonore di molte serie tv cult, tra cui Sons of Anarchy e The Vampires Diaries.

 

Ha un’anima rock, ma non ha manie da rockstar, malgrado la schiera di fans che lo ascoltano adoranti, ed anche i suoi outfit, sempre azzeccati, non sembrano studiati da uno staff di stylist.

 

Il 21 luglio, nell'ambito di Venice Met Fest, uno dei Festival più importanti dell'estate italiana prodotto da Veneto Jazz, nel parco di Villa Pisani a Stra si accendono i riflettori su Jack.

Leggi tutto...
 
Widmann Summer Nights. La Riviera suona Jazz
di Redazioneweb   
giovedì 13 luglio 2017

1476096470416.jpg--.jpgUn gioiello del ‘700 veneziano in Riviera del Brenta, Villa Widmann Rezzinico Foscari accoglie un tributo alla musica e ai giovani artisti che popolano il mondo del jazz e delle arti performative.

 

Dal 14 luglio al 29 settembre sette appuntamenti serali promossi da San Servolo srl in collaborazione con la Città metropolitana di Venezia e il patrocinio del Comune di Mira e dell’Unione dei Comuni Città della Riviera, sul fil rouge delle sonorità d’autore. Il programma è sintesi delle esperienze e competenze di alcune delle associazioni più rappresentative nel panorama jazzistico italiano, vale a dire nusica.org, Thelonious Monk, Ubi Jazz e Veneto Jazz.

Leggi tutto...
 
Site (not) specific. Improvviso, dove meno te l’aspetti
di D.C.   
martedì 11 luglio 2017

deedeebridgewater.jpg

 

Che i puristi della ‘location’ si mettano pure l’anima in pace. In questi ultimi anni la fruizione del concerto è cambiata: se oggi grazie a 4K, Dolby Surrond e Home theatre si ha l’impressione di poter toccare l’idolo di turno solo allungando la mano, l’esperienza del live rimane per forza di cose inimitabile. E spero con tutto il cuore lo rimanga sempre.

 

Ecco allora i Centri commerciali, croce e delizia di dispute tra sociologia e urbanistica, diventare sempre più spesso spazio di grande performance musicale, con buona pace di chi pensa che ‘musica’ e ‘centro commerciale’ debbano stare agli antipodi.

Leggi tutto...
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 50 di 428