VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow MUSICA
MUSICA
In equilibrio. Allevi, sedersi ad ascoltare
di Redazioneweb2   
giovedì 15 marzo 2018

allevi.jpgGiovanni Allevi torna a calcare i palcoscenici di tutta Italia con una nuova grande tournée di pianoforte e archi, Equilibrium Tour, oltre 20 concerti che prendono il nome dal suo ultimo progetto discografico Equilibrium, uscito lo scorso 20 ottobre. L’artista arriva anche al Teatro Goldoni di Venezia, il 15 marzo, per la rassegna Dal Vivo organizzata dal Teatro Stabile del Veneto e Veneto Jazz. Giovanni Allevi arriva sul palco con il pianoforte accompagnato da 13 selezionati archi dell’Orchestra Sinfonica Italiana.

 

Un'inedita formazione che darà vita alle magiche note dell’ultimo album di studio di Allevi.

Leggi tutto...
 
New waves. I Leoni della Biennale Musica
di Redazioneweb2   
mercoledì 07 marzo 2018

keith-jarrett-1.jpgÈ il pianista e compositore Keith Jarrett il Leone d’Oro alla carriera per la Musica 2018, quello d’Argento va invece al franco-argentino Sebastian Rivas. Jarrett, musicista assoluto amatissimo dal pubblico viene premiato il 29 settembre, primo giorno di programmazione della rassegna diretta da Ivan Fedele e dedicata quest’anno alla musica delle Americhe e a quella del Vecchio Continente, intitolata Crossing the Atlantic, nucleo tematico di cui lo stesso Jarrett può farsi a pieno titolo personificazione.

 

Proprio in questa occasione sarà protagonista al pianoforte di una delle sue leggendarie improvvisazioni, avvenimenti unici e irripetibili che hanno costellato la sua biografia artistica contribuendo a ridefinire i canoni della scrittura pianistica.

Leggi tutto...
 
Good vibrations. Punta della Dogana…non dorme mai!
di F.D.S.   
martedì 30 gennaio 2018

setup.jpgE mentre nel mondo reale la “barriera” è tornata ad essere lo strumento, mentale oltre che concreto, per immaginare di proteggere il proprio spazio vitale da qualsiasi forma di cambiamento e di ridefinizione delle strutture sociali di relazione, la comunità artistica risponde con progetti in cui le barriere vengono eliminate, a fronte di una narrazione interdisciplinare che sfuma differenze e confini, che attinge a un ritorno a un mondo in cui i generi non servono più a stabilire un'identità, piuttosto a celebrare un approccio pulsionale, dove la musica spesso sfocia nella performance.

 

La parola d’ordine è “set up”, ossia quell'insieme di operazioni necessarie a garantire il successivo avviamento di un sistema: e proprio Set Up! si intitola il progetto, alla sua seconda edizione, che permette di scoprire gli ambienti di Punta della Dogana sotto una nuova luce, mentre gli spazi sono in corso di trasformazione prima di accogliere la nuova esposizione.

 

Chi ha già familiarità con l’architettura dell’ex dogana commerciale, restaurata nel 2009 a firma del giapponese Tadao Ando, rimarrà di sicuro sorpreso. Il museo verrà aperto al pubblico durante una fase che generalmente è accessibile solo agli addetti ai lavori, quella tra il disallestimento di una mostra e l’allestimento della successiva. L’occasione, già di per sé esclusiva, verrà resa altresì unica anche dalla natura degli interventi artistici presentati, di prevalente carattere performativo.

Leggi tutto...
 
Così è, non vi pare? Liam Gallagher, prendere o lasciare...
di Gabriella Zullo   
lunedì 29 gennaio 2018

gallagher_1.jpg

 

«And I don't mean to be unkind […] One day you'll shatter like a wall of glass»: è con questo ritornello che Liam Gallagher ha scalato in pochi mesi le classifiche europee. Il singolo Wall of glass segna il ritorno dello storico frontman degli Oasis. Il nuovo album As you were registrato con la Warner è uscito lo scorso ottobre e nella prima settimana aveva già superato le centomila copie. Un ritorno da solista decisamente ben accolto da pubblico e critica. Il tour prevede un’ultima tappa italiana, dopo quella milanese dello scorso settembre. Tenetevi pronti: la prossima sarà a Padova il 27 febbraio.

 

Ma cos’è cambiato da quegli anni '90? Senza troppa nostalgia - o forse sì? - bisogna abituarsi all’idea che sono passati più di vent’anni e l’epoca dei migliori film Disney, di Trainspotting, di Jurassic Park è lontana. Erano gli stessi anni del primo Ligabue, dei Red Hot Chili Peppers e appunto degli Oasis.

Leggi tutto...
 
La musica in testa. L'eclettismo di Socalled ispira la terza residenza Waterlines
di Redazioneweb   
giovedì 08 febbraio 2018

socalled.jpg

Sono ancora note musicali a tracciare la strada di Waterlines, il progetto della Fondazione di Venezia, del Collegio Internazionale dell’Università Ca’ Foscari e di San Servolo srl che cerca di coniugare il composito mondo delle discipline artistiche e della scrittura attraverso originali residenze in cui confermare il ruolo di Venezia quale luogo di produzione artistica e culturale.

Leggi tutto...
 
Di buon passo. Musica, qui e in ogni luogo
di Redazioneweb2   
martedì 30 gennaio 2018

seddiki4cjb_millot.jpgSuoni che vengono da lontano e strumenti antichi si fondono con i linguaggi del mondo, alla ricerca di compositori e musicisti contemporanei. Etnoborder, la nuova rassegna firmata da Veneto Jazz per raccontare ed esplorare le diverse declinazioni della musica etnica, abita a febbraio alcuni dei luoghi più affascinanti di Venezia, che tanto deve nella sua storia alle influenze di altre civiltà. Crogiuolo di virtuosi e stili musicali è il Trio Squelini, in scena con la giovane ed eccellente violoncellista ungherese Ditta Rohmann al Museo di Palazzo Grimani sabato 3 febbraio.

 

Diretto da Szabolcs Szoke, fondatore e solista di uno dei più importanti ensemble ungheresi etno-jazz, il gruppo vanta la presenza di Peter Szalai e del sassofonista ungherese, di formazione jazz, Daniel Vaczi. Kevin Seddiki & Bijan Chemirani chiudono la rassegna al T Fondaco dei Tedeschi il 22 febbraio, duo straordinario fra jazz, musica classica e world music, in viaggio fra Persia e Andalusia, Argentina e Africa.

Leggi tutto...
 
Sempre a modo mio. Una vita biondo platino
di Massimo Macaluso   
martedì 30 gennaio 2018

pravo.jpgPatty Pravo fu “la ragazza del Piper” per antonomasia; un trono che conquistò grazie all'indiscutibile grinta e alla spregiudicatezza del suo linguaggio; venne definita “la regina del beat” nel mentre cantava di incomunicabilità generazionale col suo Ragazzo triste; fu, infine, il “sex symbol” (genuino ed incosciente) che, scrisse Piero Vivarelli all'epoca, «con lunghi capelli biondi sulle spalle, la camicetta allacciata alla brava sopra i pantaloni, tira fuori una voce drammatica che graffia ed esalta». Fin qui, elementi sufficienti per poter affermare tranquillamente che la sua presenza, nel preciso arco di tempo in cui diventò un mito, potesse vantare caratteristiche di unicità rispetto ad altri protagonisti.

 

Le sue scelte di vita furono a loro volta fatte con una sincerità che allontanava il sospetto che, a successo arrivato, il tutto si rivelasse frutto dell'abilità di un management discografico particolarmente scaltro.

Leggi tutto...
 
Can you hear me? Tra stelle nere, un Duca Bianco…
di Massimo Macaluso   
lunedì 29 gennaio 2018

andy.3x2.jpgDavid Bowie ci manca da due anni, e sembra un secolo, ma il suo ricordo resta vivo almeno quanto il rimpianto di non averlo più. Ricordo un celebre film, Il bacio della pantera, protagonista la splendida Nastassja Kinski: lei era torbida, carnale, trasudava sensualità ad ogni respiro e le sue movenze sinuose erano accompagnate da musiche composte da Giorgio Moroder. E c'era quella canzone, Cat People: inizia piano, quasi lenta, poi la voce di Bowie esplode e pervade la testa, è una voce che batte forte nel petto. Il Duca Bianco poteva portarti ovunque, con le sue note e la sua musica, persino nello spazio, la sua Space Oddity è straniante ancora oggi, suscita una sorta di inquietudine interiore. Assolutamente fuori dalla dimensione del tempo, degli stili, delle mode.

 

Lui che per assurdo è stato il simbolo del fashion per così tanti anni. Morto e risorto due, tre volte, arrivando ad inscenare la morte sul palcoscenico di quel Ziggy Stardust che viene ucciso dai componenti della band.

Leggi tutto...
 
Benzina verde. Più irlandesi…degli irlandesi!
di Sergio Collavini   
lunedì 29 gennaio 2018

matlock.jpgSan Patrizio arriva in anticipo al Gran Teatro Geox di Padova quest'anno. Dropkick Murphys e Flogging Molly sono probabilmente le formazioni celtic punk più conosciute in attività, considerato che i maestri Pogues ormai hanno i loro annetti e Shane MacGowan e compagni si riuniscono solo di tanto in tanto per qualche concerto. Solo che…i Pogues sono nati a Londra e questi gli uni a Boston (e ci sta) e gli altri a Los Angeles (!), ma è anche vero che le proprie radici si sentono e si rivendicano di più stando lontani. Certo che, da qualche anno, anche qui da noi (che con gli irlandesi non siamo neanche parenti lontani) è un fiorire di festeggiamenti per San Patrizio. Beh, perché no? Ogni scusa è buona per far festa e il 14 febbraio con band del genere la si farà senza dubbio alcuno.

 

I bostoniani Dropkick Murphys sono in giro ormai da una ventina d'anni e presentano il nuovo album 11 Short Stories of Pain & Glory. Da un iniziale, combattivo piglio negli anni si sono un pochino ammorbiditi e aperti a una dimensione passionale.

Leggi tutto...
 
Versione integrale. Tracce musicali di vita vissuta
di Redazioneweb2   
lunedì 29 gennaio 2018

em_julienbourgeois-hd08.jpgSpazio ai nuovi talenti nel programma di Candiani Groove, con particolare attenzione rivolta a voci femminili, interpreti affascinanti e intriganti. Con Lula Pena, cantante e poetessa portoghese, sabato 3 febbraio ci godremo un concerto profondo e intimo come la sua voce. Emel Mathlouthi è invece una talentuosa autrice e cantante tunisina, sua la voce magnetica che si levò in Piazza Tahir quando ebbe inizio la Primavera Araba e sua la canzone Kelmti Horra che divenne l’inno di quelle proteste.

 

Ensen è l’album potente e oscuro che Emel presenta al Candiani il 9 febbraio. Sofferenza, estasi, liberazione e molto ancora: la condizione umana dipinta da Emel si presenta in tutte le sue possibili sfaccettature, viene glorificata nella sua complessità, senza alcuno sconto nei confronti dell’ascoltatore.

Leggi tutto...
 
Dead or alive. Adelmo, per gli amici...Zucchero!
di Gabriella Zullo   
lunedì 29 gennaio 2018

storia-di-zucchero.jpg

 

Adelmo Fornaciari alias Zucchero torna sotto i riflettori con il tour Wanted - Un’altra storia. Per festeggiare trentacinque anni di straordinaria carriera, lo scorso ottobre esce un’opera monumentale: la raccolta Wanted - The Best Collection contiene infatti tre CD e un DVD con il video del concerto all’Arena di Verona durante il Black Cat tour con immagini di backstage, contenuti speciali e tre brani inediti.

 

Un’esperienza, quest’ultima, che gli ha fatto girare il mondo: Zucchero ha cantato sui palchi di cinque continenti registrando più di cento concerti. Da febbraio inizierà il nuovo tour e la prima tappa sarà a Padova il 26 febbraio.

Leggi tutto...
 
Sotto le stelle del jazz. Al Bauer musica da collezione
di Elena Mereu   
martedì 14 novembre 2017

mike_sponza1.jpgIl B Bar Lounge prosegue nella consolidata rassegna Jazz At the Bauers, in un ambiente raffinato ed elegante, dove sarà possibile, nel mese di novembre, essere spettatori di selezionati eventi di musica dal vivo.

 

Il fascino ricercato dell’ambiente si riflette anche nella selezione degli eventi in calendario, confermando ancora una volta la volontà di mettere la qualità al primo posto, negli eventi offerti al pubblico.

 

Leggi tutto...
 
In viaggio. Novembre di migrazioni musical
di Redazione   
martedì 14 novembre 2017

hasa-mazzotta-.jpg

 

Dal Sahara al cuore dell'Europa, Aziz Sahmaoui è stato tra i fondatori della mitica Orchestre National de Barbès, divenendo un musicista fondamentale nella storia della world music, collaborando con Joe Zawinul e infine fondando questo nuovo gruppo con cui, partendo dal fascino ipnotico della musica gnawa, propone una magica fusione tra musica araba e sound dell'Africa Nera.

 

Tutto è iniziato nel 2010 al Club Kawa, a Parigi: da quel momento Aziz Sahmaoui & University of Gnawa calcano in lungo e in largo le scene francesi, europee e nord africane con una musica fatta di ritornelli orecchiabili, groove e senso inestinguibile dell'improvvisazione, per fare della sua musica un linguaggio in perpetuo movimento e che approda al Candiani di Mestre il 12 novembre. 

 

Leggi tutto...
 
Ogni volta, un po’ di più. Capossela di ombre e bagliori
di Davide Carbone   
lunedì 13 novembre 2017

chicodeluigi.jpgDei cinque suoi concerti che ho avuto la fortuna di vedere e ascoltare, ricordo praticamente ogni cosa. Dalla magia introvabile della Fenice, in un dicembre di due anni fa, per un concerto davvero memorabile arricchito dalla presenza sul palco di Mario Brunello, allo spettacolo di Vicenza nel 2011 per Marinai, profeti e balene, con orchestra e Vinicio racchiusi nello scheletro ligneo di una balena appunto, ad imprigionarli ed assieme abbracciarli. 
Per non parlare poi del concerto datato 7 settembre 2012, indimenticabile anche per essere stato ambientato in uno spazio suggestivo come il Teatro Verde dell’Isola di San Giorgio, compreso in una rassegna musicale dal sontuoso cartellone che purtroppo non ha visto repliche negli anni successivi.

 

Spettacoli in cui il racconto si fonde con la canzone, intrecciando le parole di Vinicio con strumenti e melodie che ne amplificano un portato poetico in tutto e per tutto accessibile, frasi semplici e allo stesso tempo intricate in nodi dolci, da sciogliere facendosi trasportare dalla sua voce bassa, a volte roca, sempre diretta.

Leggi tutto...
 
Get up, guys! Bryan Adams: un rock, una sicurezza
di Gabriella Zullo   
martedì 07 novembre 2017

bryanadams.jpg

 

Ladies and gentlemen… Get Up! Non è un imperativo qualunque, ma il titolo dell’ultimo album di Bryan Adams. “Alzarsi” in questo caso è caldamente consigliato visto che la prima tappa del tour italiano sarà a Padova il 10 novembre. Il rocker canadese si esibisce sul palco della Kioene Arena e se “perderete il treno” le occasioni di vederlo suonare in casa saranno poche: per l’Italia sono previste sei serate.

 

Leggi tutto...
 
Play it! Dritti al cuore di Venezia
di Elena Mereu   
martedì 07 novembre 2017

kenn_bailey.jpg

Gli aperitivi autunnali firmati Veneto Jazz allo Splendid Venice Hotel diventano un punto d’incontro imprescindibile per gli appassionati della musica jazz e soul. Il ricco calendario di eventi, per il mese di novembre, presenta due serate di spicco nell’ambito della rassegna Live Music Aperitif.

 

Leggi tutto...
 
Meet me in the City. Tornano i Live Music Aperitif allo Splendid Venice Hotel
di Redazione   
giovedì 19 ottobre 2017

2015-11-12-a-ty-le-blanc_06.jpg

 

Ritorna la musica dal vivo allo Splendid Venice Hotel. L’appuntamento con Live Music Aperitif è in uno degli hotel di charme di Venezia, che propone jazz, soul e musica d’autore all’ora dell’aperitivo, oltre all’immancabile gospel nel periodo natalizio, all’ora del tè.

Il programma è firmato Veneto Jazz, instancabile promotore di memorabili eventi musicali in città e non solo, e vede in scena alcune delle voci più interessanti del panorama nazionale, impegnate in concerti-tributo per un pubblico proveniente da ogni orizzonte geografico.

Leggi tutto...
 
Mai stanchi. Il Bauer ha la formula magica
di Davide Carbone   
giovedì 19 ottobre 2017

leroy-emmanuel-.jpg

Leroy Emmanuel è, ‘semplicemente’ uno dei più acclamati chitarristi del funk-soul americano. Approda a Detroit presso la mitica Motown affiancando in sala di registrazione artisti come Marvin Gaye, Ike e Tina Turner, John Lee Hooker, Dionne Warwick, James Brown, George Clinton, Temptations e molti altri.

 

Oggi leader esperto e carismatico, trascina il pubblico in uno spettacolo intenso e coinvolgente, come sarà possibile verificare di persona all’- Hotel Bauer il 26 e 27 ottobre nel doppio appuntamento che Jazz@Bauers gli dedica, il primo dei quali già sold out.

Leggi tutto...
 
Peace is Love. La rivoluzione modern di Nina Zilli
di C.S.   
giovedì 19 ottobre 2017

-nina-zilli-ok.jpg

 

La soul-woman piacentina, Nina Zilli approda il 27 ottobre al New Age di Roncade per la quinta tappa del nuovo tour di lancio dell’album Modern Art, rilasciato lo scorso settembre, attesissimo dopo l’anticipazione del primo singolo, Mi hai fatto fare tardi, uno dei brani più amati e ballati della caldissima estate 2017.

 

Leggi tutto...
 
Vento d'Africa. Cronache dal Continente
di Redazione   
giovedì 19 ottobre 2017

foto_di_dimitri_grechi_espinoza.jpgSabato 21 ottobre il concerto di Marco Trabucco 5ET con A Long Trip / With You inaugura la speciale sezione che Candiani Groove ha deciso di dedicare ai nuovi talenti. Giovane contrabbassista e compositore, Marco Trabucco per questa nuova avventura si avvale della collaborazione di un quartetto proponendo una rilettura di jazz e blues in chiave africana.

 

Il mese di ottobre si chiude domenica 29 con una delle formazioni più originali nel panorama del jazz italiano: attivi da oltre 15 anni, i Dinamitri Jazz Folklore si distinguono per un linguaggio musicale molto personale che spazia, sempre in equilibrio tra ricerca, linguaggi innovativi e tradizioni culturali eterogenee, dal be-bop alle polifonie di New Orleans, dal blues alle sonorità di matrice africana che caratterizzano maggiormente il loro stile.

Leggi tutto...
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 51 - 100 di 503