VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CINEMA
CINEMA
Uno sguardo dal ponte. Incontro con Ottavia Piccolo
di Elisabetta Gardin   
lunedì 10 gennaio 2022

Forse non tutti sanno che è sua la voce della Principessa Leila di Guerre Stellari, fu lei infatti a doppiare Carrie Fisher. Stiamo parlando di Ottavia Piccolo, una delle attrici italiane più note e amate. Esordisce sulle scene giovanissima. A soli undici anni è già a teatro con Anna dei miracoli di Luigi Squarzina e subito dopo al cinema con il Gattopardo di Luchino Visconti. Nella sua lunga e variegata carriera tra cinema, teatro e televisione, partecipando a sceneggiati che hanno fatto la storia della tv, vedi Il mulino del Po, ha lavorato con i più grandi registi italiani e non, tra cui Giorgio Strehler, Luca Ronconi, Mauro Bolognini, Pietro Germi, Ettore Scola. In Francia è una star acclamata. È stata insignita di tanti importanti riconoscimenti: a Cannes nel 1970 ha vinto il premio come migliore interpretazione femminile per Metello, ha ricevuto un Nastro d’argento, un David di Donatello, un Globo d’oro. Da anni ha scelto il Lido di Venezia come luogo dove vivere.

ottaviapiccolo.jpg

L’abbiamo incontrata nel pieno della preparazione per la tournée italiana, che partirà a gennaio, di Cosa nostra spiegata ai bambini di Stefano Massini, che con l’attrice vanta una lunghissima collaborazione legata a un teatro d’“impegno” dove protagonista è l’attualità, passata e presente, storie eclatanti o invisibili ma significative e significanti: da Processo a Dio a Donna non rieducabile memorandum teatrale su Anna Politkovskaja e poi ancora L'Arte del dubbio, Sette minuti, Enigma, Eichmann, Occident Express. In primavera invece sarà di nuovo a Venezia, al Teatro Goldoni, per portare in scena Eichmann dove inizia la notte. Sempre a gennaio, il 18, il Teatro La Fenice ospiterà la prima del documentario Lo sguardo su Venezia in cui viene analizzata la rappresentazione della città lagunare dai vedutisti fino a giorni nostri, passando dall’invadenza del turismo di massa fino alla pandemia, che ne ha fatto una città irreale, deserta, quasi un non-luogo. Il documentario, per la regia di Simone Marcelli, è prodotto dall’Associazione Culturale senza scopo di lucro La Catrina, con il marchio Catrina Producciones, e con il sostegno di Gritti Palace e Associazione Piazza San Marco. In Lo sguardo su Venezia l’attrice si trasforma in una sorta di cicerone per raccontare come è nata l’immagine di Venezia nel mondo dal 1700 fino ai giorni nostri, percorrendone i luoghi emblematici e alcuni più segreti. Fondamentale nel racconto è il contributo degli studi e del patrimonio archivistico dello storico del cinema Carlo Montanaro; ci sono poi varie altre prestigiose testimonianze, tra cui quella dello storico dell’architettura Cesare De Seta e degli storici dell’arte Tomaso Montanari e Pierre Rosemberg.

Il messaggio del documentario non può non colpirci, non farci riflettere: la città ha conservato intatta la sua bellezza, ma ha mutato profondamente la propria essenza, fino al rischio di perderla, condizionata dalla sua progressiva, per ora ineluttabile spettacolarizzazione. Al cospetto di questo processo apparentemente irreversibile, a questo punto Venezia è ancora in tempo per ripensare sé stessa?


Partiamo dalla fine e dal domani, ossia dai suoi impegni sulle scene e sui set.
A gennaio sarò in tournée con una decina di repliche di Cosa nostra spiegata ai bambini di Stefano Massini, la cui regia è di Sandra Mangini, le musiche di Enrico Fink, le immagini di Raffaella Rivi. Raccontiamo la storia di Elda Pucci, la Dottoressa, eletta nell’aprile del 1983 sindaco di Palermo. Raccontiamo di come, sempre nel mese di aprile dell’anno successivo, viene sfiduciata. Raccontiamo infine come a distanza ancora di un anno, il 20 aprile del 1985, la casa di Piana degli Albanesi di Elda Pucci salta in aria per la deflagrazione di due cariche di esplosivo. In scena con me sei straordinari musicisti. Lo spettacolo sarà ripreso nella stagione 2022-2023.
Nel mese di marzo al Teatro Goldoni sarò in scena assieme a Paolo Pierobon con Eichmann dove inizia la notte sempre di Stefano Massini, regia di Mauro Avogadro, prodotto dal Teatro Stabile di Bolzano e dal Teatro Stabile del Veneto. Atto unico di squassante semplicità, un’intervista della filosofa, scrittrice e politologa Hannah Arendt a colui che più di tutti incarna la traduzione della violenza in calcolo, in disegno, in schema effettivo: Adolf Eichmann, il gerarca nazista responsabile di aver logisticamente pianificato, strutturato e dunque reso possibile lo sterminio di milioni di ebrei. Un dialogo teatrale di feroce, inaudita potenza.
Leggi tutto...
 
Fratelli e coltelli. I Manetti Bros. e Diabolik, una storia da raccontare
di Davide Carbone   
mercoledì 15 dicembre 2021

Dei tanti, troppi film che hanno dovuto stravolgere la propria lavorazione e programmazione, di sicuro Diabolik è tra i più attesi. E lo è per tanti motivi, tutti diversi e altrettanto validi, che toccano il cuore di un pubblico assolutamente trasversale, che abbia o meno divorato avidamente le storie su pagina di uno dei più famosi personaggi letterari del secondo dopoguerra.

Image
Partiamo da un incontestabile dato di fatto: l’imprimatur per riportare sullo schermo il ladro più celebre al mondo, ad oltre mezzo secolo di distanza dall’esperimento precedente diretto nel 1968 da Mario Bava, protagonista John Philip Law, è arrivato direttamente dal direttore della casa editrice Astorina Mario Gomboli, che dopo aver parlato con i Manetti Bros. si è reso conto di poter affidare tranquillamente il suo figlioccio in calzamaglia nera nelle mani di due fedeli fan, prima ancora che di ottimi registi. 

 

Leggi tutto...
 
Essere, donna. Lady Gaga padrona di House of Gucci
di Riccardo Triolo   
mercoledì 15 dicembre 2021

Abitiamo identità temporanee. In un lampo possiamo essere assimilati e digeriti da un complesso calcolo ubiquo e riaffiorare altrove sotto tutt’altre sembianze. Nello spazio-tempo simultaneo e pervasivo della rete, l’infosfera madre del metaverso prossimo venturo, le informazioni si generano autonomamente, traggono linfa dal nostro essere comportamentale, decidono la nostra identità. In una piattaforma siamo in un modo, in un’altra siamo altro.

Image
Per la rete, habitat privilegiato dell’individuo globale - nell’era pandemica che ha fatto di tutto ciò che è corporeo una minaccia - siamo identità da assemblare, ricomporre, scandagliare, profilare, attraversate da tensioni indecidibili. Schiavi di un’esperienza sensibile artificiale, scambiamo l’essenza con la parvenza, obliterando il nostro corpo, liquefacendo il nostro stesso essere. Basta fermarsi un attimo a considerare il complesso della nostra esperienza quotidiana per comprenderlo: le azioni modulate secondo i trend diffusi dai social, l’interazione inautentica a distanza, l’imporsi di nuovi confinamenti fisici, la guerra strumentale, nichilistica, al limite umano. Siamo noi. O forse, semplicemente, non siamo più.

 

Leggi tutto...
 
Life can be bright in America. Spielberg riporta in sala West Side Story
di Marisa Santin   
mercoledì 15 dicembre 2021
Considerata l’enorme attesa attorno all’uscita del film e la star quality che sempre circonda il suo regista e tutte le cose che fa, la première internazionale di West Side Story si annunciava non meno che sfavillante. Invece una nota dolente ha attraversato il tappeto rosso di New York. Davanti alla colossale scritta del titolo, Steven Spielberg ha mosso un doveroso omaggio a Stephen Sondheim a pochi giorni dalla sua scomparsa all’età di 91 anni.
Image
Compositore, drammaturgo e paroliere (anche se in questo caso suona più appropriato il termine inglese lyricist), Sondheim è, senza paura di esagerare, una leggenda e uno dei compositori più influenti del teatro musicale del XX secolo. Il suo contributo è considerato fondamentale per lo sviluppo del musical moderno. In altre parole, senza Sondheim non avremmo alcune delle più grandi realizzazioni del genere, come A Little Night Music/Gigi, Into the Woods, Sweeney Todd, né le colonne sonore di film come Reds e Dick Tracy. E forse, indirettamente, non avremmo nemmeno La La Land.

 

Leggi tutto...
 
Visioni parallele. A Isola Vicentina appuntamento con 12 documentari e 12 registi
di RedazioneWeb3   
giovedì 04 novembre 2021

Nei giorni 11, 12 e 13 novembre a Isola Vicentina al teatro cinema Marconi si tiene la quarta edizione di Isola Vicentina in Doc, una rassegna di documentari italiani.

Image
Luca Dal Molin, direttore della manifestazione, così racconta la sua creatura, cresciuta negli anni anche grazie alla scelta degli ospiti che hanno saputo coinvolgere e interessare il pubblico che non ha mai mancato di essere presente e numeroso durante i vari appuntamenti proposti: «Un format vincente di 12 documentari e 12 registi, in una piccola realtà dell'alto vicentino, una sfida iniziata 4 anni fa e portata avanti fino ad oggi con successo crescente, costanza, ricerca e un lavoro mirato.

 

Leggi tutto...
 
Pagine di vita. Docs Fest, a Pordenone il cinema d’inchiesta
di RedazioneWeb3   
giovedì 04 novembre 2021

La XIV edizione del Pordenone Docs Fest - Le Voci dell’Inchiesta torna in presenza a Cinemazero di Pordenone dal 10 al 14 novembre, portando il meglio dal mondo del documentario al proprio pubblico. 

Image
La volontà di portare sullo schermo un assaggio di cinema del reale proveniente da ogni angolo del globo è come sempre proposta nella rodata formula che vede il coinvolgimento di importanti ospiti chiamati ad approfondire temi legati all’attualità, all’impegno sociale e al giornalismo d’inchiesta, che da sempre caratterizza il Festival.

 

Leggi tutto...
 
Gli occhi sul mondo. La Belfast di Kennet Branagh
di F.D.S.   
mercoledì 03 novembre 2021

Irlanda del Nord, fine anni ‘60. Violenti conflitti tra cattolici repubblicani e protestanti unionisti, Troubles, esplodono con forza e stravolgono gli equilibri culturali e sociali. Buddy è un bambino che sogna un mondo senza violenza, vive con i genitori e due nonni molto vivaci; la loro è una famiglia della working class inevitabilmente coinvolta nei tumulti.

Image
Dovranno scegliere se rimanere per lottare o cominciare una nuova vita. In Belfast, Kennet Branagh alla regia si serve del bianco e nero per raccontare un dramma a tratti autobiografico, basato sui fatti storici del conflitto nordirlandese.

 

Leggi tutto...
 
Fare, cinema. Intervista ad Emanuela Morozzi
di Andrea Zennaro   
martedì 19 ottobre 2021

Nel contesto della 78ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, l’Accademia Studio Cinema International ha presentato i suoi corsi di alta formazione cinematografica per attori, sceneggiatori e registi. Per l’occasione ci sono stati 5 relatori d’eccezione: il CEO di Studio Cinema International Massimiliano Cardia e la direttrice di Studio Cinema Verona Emanuela Morozzi, il regista statunitense Abel Ferrara, i registi italiani Ivano De Matteo e Daniele Costantini.

Image
Massimiliano Cardia, presidente di Studio Cinema International, costruisce la sua carriera muovendo i primi passi nel settore del cinema sentendo nel tempo sempre più l’esigenza di fare qualcosa di nuovo e coraggioso nell’ambito della formazione cinematografica. Grazie all’esperienza maturata tramite l’organizzazione di grandi masterclass con personaggi del calibro di Susan Patrick Benson, Susan Strasberg, Amii Stewart, Lindsay Kemp, Giorgio Albertazzi, Giancarlo Giannini, Michele Placido, Pupi Avati, Paolo Genovese, Ferzan Özpetek guadagna un posto di prestigio ed eccellenza nell’ambito della formazione artistica.

 

Leggi tutto...
 
Immagina l’arte in movimento. Palazzo Grassi invita The International Festival of Films of Art
di Redazioneweb   
mercoledì 06 ottobre 2021

Molti i festival e le rassegne internazionali che sono passate in programmazione al Teatrino di Palazzo Grassi, collaborazioni prestigiose e dal respiro internazionale, appuntamenti unici che hanno riscosso il favore del pubblico. Per l'autunno 2021, Palazzo Grassi – Punta della Dogana annuncia una nuova prestigiosa collaborazione che porta a Venezia The International Festival of Films on Art (FIFA), la rassegna filmica dedicata alle arti visive, performative, mediali, all’architettura e alla vita degli artisti, attiva a Montreal da circa quarant’anni e diretta da Philippe Del Drago. A Teatrino Grassi, da giovedì 7 a domenica 10 ottobre, un fitto programma di proiezioni offre la visione di sedici titoli tra corto e lungo metraggi internazionali.

mary_bauermeister__one_and_one_is_three.jpg
Leggi tutto...
 
Undici più undici. Un Ca’ Foscari Short diffuso
di RedazioneWeb3   
mercoledì 06 ottobre 2021

Dal 6 al 9 ottobre il Ca’ Foscari Short Film Festival, organizzato dall’Università Ca’ Foscari, si presenta con un programma composto da ospiti d’eccezione, numerosi programmi speciali e un Concorso internazionale con il meglio dei cortometraggi realizzati dagli studenti di scuole di cinema e università di tutto il mondo. Il tutto è stato reso possibile da una campagna di crowdfunding e dall’aiuto di partner vecchi e nuovi. L’undicesima edizione è stata realizzata infatti grazie alla collaborazione della Fondazione di Venezia, e con il supporto della Fondazione Ugo e Olga Levi e dell’hotel NH Venezia Rio Novo, a cui si sono aggiunti quest’anno il gruppo media editoriale Guang Hua Cultures et Media, la piattaforma di cortometraggi on demand WeShort, la più antica casa di produzione di spumanti in Italia Carpenè-Malvolti, il Museo Nazionale del Cinema di Torino e il festival Le giornate della luce di Spilimbergo.

afghanistan02.jpg
Leggi tutto...
 
Festival in streaming. 36 film passati alla Mostra nel nuovo Biennale Cinema Channel
di Marisa Santin   
venerdì 20 agosto 2021

Attraverso Biennale Cinema Channel, la nuova piattaforma streaming realizzata in collaborazione con MYmovies, La Biennale sta rendendo accessibili al pubblico italiano film internazionali passati alla Mostra del Cinema negli ultimi anni, opere di grande qualità che non hanno ricevuto in seguito un’adeguata distribuzione sul nostro territorio. Un modo, nelle parole di Alberto Barbera, “per supportare tutti quei registi e produttori che credono nella Mostra di Venezia, offrendo loro la possibilità di ottenere una distribuzione per il mercato italiano, e sperando di regalare ai loro film una maggiore e più duratura visibilità”.

 

Image
Leggi tutto...
 
Acque Sconosciute. Cinema Galleggiante 2: Venezia riparte dalla Laguna
di RedazioneWeb3   
venerdì 20 agosto 2021

La piattaforma galleggiante posta dietro la Giudecca – un maxi schermo di un cinema specialissimo, fatto di luce e riflessi, acqua e cielo - è per la seconda edizione un appuntamento da non perdere. Cinema Galleggiante – Acque Sconosciute, progetto ideato da Edoardo Aruta e Paolo Rosso e presentato da Microclima, in collaborazione con Ocean Space/TBA21–Academy, Pentagram Stiftung, Palazzo Grassi/Punta della Dogana, Fondazione In Between Art Film e Lamyland – Owenscorp, torna dal 20 agosto al 4 settembre. Dodici serate di proiezioni, performance e interventi dedicate al tema del viaggio, ognuna con una specifica declinazione, un'esplorazione di terre, abissi, spazio e tempo, e al contempo una relazione tra culture, via d’accesso e di confronto con l’altro. Venezia, crocevia di storie e saperi, luogo di arrivi e partenze ma anche città messa alla prova dal sovraffollamento turistico, offre il contesto ideale per una riflessione su nuove forme di mobilità e coabitazione. È dunque all’insegna dell’instabilità, dell’inaspettato, della resistenza, della tecnica e dell’acqua come elemento in grado di creare nuove vie d’accesso e di comunicazione, in relazione al viaggio inteso come movimento fisico, emotivo e immaginario, che è volto il cuore della rassegna, dove registe e registi, artiste e artisti locali e internazionali, giovani o già affermati si avvicendano.

 

Image

 

Leggi tutto...
 
Lo spazio intorno. In Laguna Film Festival alla Giudecca
di RedazioneWeb3   
venerdì 20 agosto 2021

Il 28 e 29 agosto lo spazio Cosmo della Giudecca parla il linguaggio del cinema grazie all’edizione 2021 di In Laguna Film Festival, parte di un progetto pilota fondato nel settembre 2020 che trasforma alcuni degli spazi dell’ex complesso monastico di SS. Cosma e Damiano in un perimetro ideale per esplorare nuovi modelli culturali di produzione e di fruizione, con particolare attenzione all’ambito musicale, sonoro e visuale. 

sundog.jpg
La declinazione cinematografica dell’evento assume forme differenti, che vanno dalla ‘classica’ proiezione ad approcci più attivi e coinvolgenti, come i panel e gli incontri con le Maestranze del cinema (28 agosto), con la Veneto Film Commission (28) o con produttori con cui scambiarsi impressioni, auspici e biglietti da visita, magari passando per un faccia a faccia il 29 agosto con tutti i soggetti che nel panorama veneziano parlano di cinema e lo diffondono, Circuito Cinema tra gli altri.
Leggi tutto...
 
Invito al viaggio. Settima edizione di Laguna Sud
di RedazioneWeb3   
mercoledì 18 agosto 2021

Dal 25 al 29 agosto la settima edizione di Laguna Sud – Il Cinema Fuori dal Palazzo porta a Chioggia il miglior cinema indipendente, con proiezioni a ingresso gratuito in totale sicurezza anti-Covid 19 tra Auditorium San Nicolò e Giardino di Palazzo Grassi. Diretto da Andrea Segre e Giorgio Gosetti, in collaborazione con Le Giornate degli Autori e con il contributo della Regione Veneto, il festival arriva alla settima edizione portando in laguna i protagonisti del cinema e della cultura, alla presenza di registi che dopo la proiezione potranno interagire con il pubblico e descrivere agli spettatori ogni più intimo aspetto del proprio lavoro.

molecole.jpg
Leggi tutto...
 
Diversi, ma uguali. Il ritorno del cinema a San Polo
di Davide Carbone   
venerdì 06 agosto 2021

Componente fondamentale del tanto agognato ritorno alla normalità è di sicuro una vita culturale fatta di incontri. A distanza, mascherati, con igienizzante in tasca, ma incontri che permettano di sfondare il muro dello schermo del device di turno e tornare a condividere momenti di socialità, istanti di normalità.

Cinemoving – Uno sguardo sull’Europa in Campo San Polo, dal 13 al 28 agosto, riesce a farsi emblema di questo ritorno alla normalità portando al cinema all’aperto storie diverse, legate assieme da un filo conduttore che ci riporta alla nostra identità europea, concentrandosi sulle cinematografie di Spagna, Francia, Svizzera, Danimarca e Ungheria.

Image

 

Leggi tutto...
 
VENEZIA 76 | Un destino da cambiare. Intervista con Sahraa Karimi
di Redazioneweb   
martedì 10 settembre 2019

HAVA, MARYAM, AYESHA
di Sahraa Karimi


con Arezoo Ariapoor, Fereshta Afshar, Hasiba Ebrahimi

(Afghanistan, 86’)

 

Kabul è un mosaico di storie di donne che hanno vissuto e perso nella guerra; storie mai raccontate, di solitudine e sofferenza. Hava vive secondo i dettami della tradizione, Maryam è una giornalista colta, sposata con un uomo infedele, e Ayesha, diciott’anni appena, sogna di sposarsi per amore.


Prima e unica donna afgana ad aver conseguito un dottorato di ricerca nel campo del cinema, Sahraa Karimi realizza numerosi corti e nel 2009 firma il suo primo documentario di successo, Afghan Women behind the Wheel. Dallo scorso maggio è inoltre la prima donna a ricoprire la carica di direttore generale dell’Afghan Film Organization (AFO), società di produzione cinematografica statale.

 

havamaryamayeshaphotocall76thvenicefilm.jpg
Leggi tutto...
 
Da vedere e rivedere. La Biennale porta i Classici al Teatro Piccolo Arsenale
di Davide Carbone   
venerdì 06 agosto 2021

«Quel che viene fuori è la vita quotidiana, non le sparatorie. Nulla a che vedere con Il Padrino. Solo persone normali che di mestiere fanno i gangster. [...] Ci sono troppi personaggi? Si fa fatica a ricordarne i nomi? Ci si perde un po’? Che importa. Quel che importa è l’esplorazione di uno stile di vita». Non esistono parole migliori di queste, pronunciate non a caso dal regista stesso, Martin Scorsese, per descrivere Godfellas (Quei bravi ragazzi), pietra miliare della cinematografia mondiale proposta il 7 agosto da Classici Fuori Mostra, rassegna curata dalla Biennale al Teatro Piccolo Arsenale fino al 20 agosto, marcia di avvicinamento alla 78. Mostra del Cinema.

Image
Ray Liotta, Robert De Niro e Joe Pesci in stato di grazia rendono il film un vero e proprio classico che tiene incollati allo schermo con ritmo narrativo fluido e frenetico: tanti personaggi appunto ma ognuno fondamentale per rendere perfetto il meccanismo malavitoso descritto da Scorsese, fatto di efferate azioni che ripetute nella quotidianità diventano normali, da ‘bravi ragazzi’ appunto.

 

Leggi tutto...
 
Voci dal Lido. Qualche anticipazione e molti rumors aspettando la presentazione di Venezia 78
di Marisa Santin   
giovedì 22 luglio 2021

Il programma della Mostra del Cinema sarà svelato tra pochi giorni. Al momento non possiamo che raccogliere qui quel po’ che già sappiamo e divertirci a immaginare qualcosa in più. Pronostici che provengono da chiacchiere ‘di corridoio’ o da qualche nostro desiderio, in attesa che lunedì 26 luglio il direttore Alberto Barbera ci sveli tutti i protagonisti che animeranno il Lido dall’1 all’11 settembre per la 78. edizione del Festival.

gettyimages-1149883700.jpg
Leggi tutto...
 
Ritratti di Comunità. M9 e il cinema inclusivo
di Redazioneweb   
mercoledì 21 luglio 2021

M9 - Museo del ‘900 propone un'estate in città dove cinema, teatro, musica, arte, letteratura, laboratori, economie solidali, comunità e politica compongono un programma ricco e vario per tutti i palati. Gli spazi di M9 si aprono alla condivisione dando la possibilità di effettuare una ricognizione globale attraverso sguardi laterali di estremo interesse. Ne è un esempio la sezione cinema Ritratti di Comunità, rassegna settimanale (ogni sabato alle 19, dal 24 luglio al 28 agosto), curata dal regista Kazi Tipu e dedicata alla conoscenza e all’avvicinamento reciproco delle comunità presenti nel territorio metropolitano veneziano. La prima edizione, dedicata al cinema bengalese, è realizzata in collaborazione con l’Associazione Venice Bangla School, Ektara International e Mad Suitcase, con il patrocinio della Fondazione Veneto Film Commission, nell’ambito del calendario Le città in festa del Comune di Venezia.  

bangla1.jpg
Leggi tutto...
 
Fuori Mostra, senza tempo. All’Arsenale i grandi classici del cinema
di RedazioneWeb3   
mercoledì 21 luglio 2021

Dal 4 al 20 agosto il Teatro Piccolo Arsenale ospita la seconda edizione della rassegna cinematografica Classici fuori Mostra, organizzata dalla Biennale di Venezia. Tredici i classici recentemente restaurati dalle principali cineteche di tutto il mondo, in versione originale con sottotitoli in italiano, in un programma che prevede particolari facilitazioni tariffarie per gli studenti.

Primo film in programma, mercoledì 4 agosto, Sedotta e abbandonata di Pietro Germi, con Stefania Sandrelli, memorabile commedia premiata a Cannes dove Germi, sulla scia del successo di Divorzio all’italiana di tre anni prima, ripropone una Sicilia dominata da un grottesco senso dell’onore, tematiche tirate a lucido dalla Cineteca di Bologna, in collaborazione con Cristaldifilm e il sostegno del MIC.

sedottaeabbandonata.jpg
Leggi tutto...
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 70 di 593