VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO
TEATRO
Spinea da sogno. Artisti di strada e spettacoli ‘invadono’ la città
di Chiara Sciascia   
giovedì 20 luglio 2017
sconcertodamore.jpgAnche per l’edizione 2017, SpineaSogna porta in città l’arte e lo spettacolo, invitando la cittadinanza a tornare a frequentare e soprattutto a conoscere di nuovo i luoghi che ci circondano, tracciando un nuovo percorso immaginario, tessendo sogni, sussurrando un futuro da guardare con occhi nuovi.
Il programma – incluso nel progetto culturale A>UTOPIE 2015 della Regione Veneto, in accordo di Programma con 14 Comuni tra Riviera del Brenta e Miranese, e ideato da Echidna Paesaggio Culturale – attraversa, dal 26 al 29 luglio, i luoghi più significativi di Spinea, con l’intento di creare nuove geografie e di mostrare un altro modo di vivere la propria città, entrando in confidenza con il mondo dell’arte e dello spettacolo che, grazie a questa formula di accesso libero e gratuito, viene assorbito dal tessuto urbano, arricchendolo e assecondandone le trasformazioni.
Leggi tutto...
 
Rincorrendo Amore. Una produzione ad hoc per l’estiva del Goldoni
di Raffaele Avella   
martedì 18 luglio 2017
arlecchino_furioso_foto_di_tommaso_saccarola_low.jpgIl Teatro Goldoni per la prima volta si trasforma in una sala da spettacolo rinascimentale dove gli spettatori prendono parte alle scenografie allestite per la commedia Arlecchino furioso diretta da Marco Zoppello (che è anche uno degli interpreti), tra corde, luci e azioni dei suoi funambolici personaggi. La maschera simbolo del teatro italiano torna quindi a Venezia per tutta l’estate (con aria condizionata!), dal primo luglio fino al 15 ottobre, in un nuovo e inedito spettacolo incentrato sul tema dell’Amore.
Leggi tutto...
 
Il teatro dai mille volti. Presentata la stagione dello Stabile del Veneto
di Redazione   
mercoledì 05 luglio 2017

elvira_servillovalentinior_fotofabioesposito.jpg

 

Martedì 4 Luglio al Teatro Goldoni, sono state presentate le Stagioni 2017/18 del Teatro di Venezia e del Teatro Verdi di Padova.

 

Il Presidente Angelo Tabaro e l’appena riconfermato Direttore Massimo Ongaro hanno esposto quelli che sono stati i presupposti e gli intenti coi quali lo Stabile del Veneto affronterà l’anno che chiude il primo triennio in veste di Teatro Nazionale.

 

«Il periodo appena trascorso – ricorda il Presidente Tabaro – ha riportato eccellenti risultati evidenziando un importante incremento del numero di spettatori e di incassi registrati, mantenendo comunque l’incidenza dei finanziamenti pubblici per l’attività al di sotto della media nazionale».

 

Il cartellone esibisce un’offerta varia, tra acquisti e produzioni, che, come specifica Massimo Ongaro «si propone di portare nuovo pubblico a teatro, in particolare puntando ai giovani e al pubblico di passaggio, realtà preponderante nella città di Venezia. Per questo gli spettacoli vi proseguiranno anche durante i mesi estivi e a Padova, come lo scorso anno, durante tutto luglio con spettacoli di produzione».

 

Leggi tutto...
 
Semplice e immenso. Il Teatro di Ronconi a Forte Marghera con Live Art Cultures
di Redazioneweb   
giovedì 13 luglio 2017
2_teatro_valdoca_giuramenti_ph.maurizio_bertoni.jpgProsegue, ormai per il quarto anno consecutivo, la proficua collaborazione tra l’associazione Live Arts Cultures e il Teatro Valdoca di Cesare Ronconi, con Giuramenti, un cammino iniziato nel 2016 verso un affinamento di ciò che fino ad ora ha determinato quel lavoro: resa orale del verso poetico, movimento atletico e danzato, canto singolo e corale, riflessione teorica. Ronconi e le sue collaboratrici, Lucia Palladino al movimento, Elena Griggio per la guida al canto e Mariangela Gualtieri ai testi, propongono, infatti, il progetto Mappe per l’invisibile nei nuovi seminari del 2017, un capitolo più decisamente rivolto alla musica e al canto, che ha visto l’incontro con professionalità legate al mondo del suono.
Leggi tutto...
 
Da bambino volevo diventare Marco Polo. Paolini a Stra per il Venice Met Fest
di Marisa Santin   
giovedì 06 luglio 2017
schermata-2017-03-22-alle-11.36.11_copia.pngÈ uno a cui piace farlo strano, il Milione. L’ha fatto su una piattaforma galleggiante all’Arsenale di Venezia, con il pubblico che, assiepato nelle barche sotto le Gaggiandre, alla fine ha alzato i remi in un omaggio corale, l’ha fatto nel deserto tunisino, l’ha fatto in un palazzo romano, a Verona, a Milano e poi di nuovo a Venezia, con un palco ridotto all’essenziale, formato dagli elementi scenici che la città offre naturalmente: un ponte vicino a uno squero, un “topo chioggiotto” ormeggiato davanti a un’officina fabbrile, un Campo, una bottega artigiana… L’ha fatto per il teatro e anche per lo schermo: Rai2, La7, la Mostra del Cinema… «Ma sempre in qualche modo sul confine tra l’acqua e la terra e sempre con quella storia, forse con qualche aggiornamento, o forse no… non è detto, ma non è così importante».
Leggi tutto...
 
Let’s be open! Cantieri Teatrali e Iuav riportano il Teatro in Campo
di Chiara Sciascia   
giovedì 06 luglio 2017
0377_ginevraformentini_pubbspazio.jpgCostruire. Credere. Crescere. I tre concetti cardine su cui si regge da un lustro il Venice Open Stage – Festival Internazionale del Teatro delle Università e delle Accademie, organizzato con passione e dedizione da Cantieri Teatrali Veneziani, in collaborazione con l’Università Iuav e il Comune di Venezia.
Un Festival ‘totale’, costruito sul territorio e per il territorio, che attraverso il Teatro è stato capace di affrontare le delicate dinamiche di politica cittadina, coinvolgendo residenti, studenti, ricercatori, ma anche i turisti, grazie all’ampio respiro internazionale della programmazione.
Leggi tutto...
 
Tra le acque e i casoni. Il Festival "Scene di Paglia" ricorda il futuro
di Chiara Sciascia   
martedì 13 giugno 2017
paolini.jpgLa Saccisica è quel territorio che si estende a sud-est della provincia di Padova e a sud-ovest della provincia di Venezia nell’area delimitata dai corsi d’acqua Cornio e Brenta che ne segnano i confini su tre lati, mentre il quarto è rappresentato dalla Laguna a ridosso di Chioggia. Territorio magico e antico, dove i campi e l’acqua dominano la vita e il paesaggio, la Saccisica da nove edizioni ospita Scene di Paglia, festival dei casoni e delle acque, che torna quest’anno dal 24 giugno al 2 luglio, a portare il grande teatro e la musica tra campagna e laguna, con il sottotitolo Ricordare il futuro, un invito a guardare al domani con coraggio, costruendo a partire dal passato.
Leggi tutto...
 
Teatri inattesi. La X edizione di Paesaggio con Uomini nei “luoghi del fare”
di Chiara Sciascia   
martedì 06 giugno 2017
lella-costa_600x398.jpgUna rassegna teatrale “inconsueta”. Questo sente l’urgenza di essere Paesaggio con Uomini, la kermesse teatrale coordinata da Echidna Cultura, giunta alla decima edizione, che mette in rete 14 comuni del Miranese e della Riviera del Brenta, attraverso una pluralità di eventi realizzati ad hoc per il territorio. Il progetto è nato per portare il teatro nei luoghi della produzione industriale e artigianale, aziende agricole, laboratori di manifattura tessile, valli da pesca; luoghi dove la cultura e il teatro vengono a contatto con l’arte del saper fare, e da questo “inconsueto” scambio nascono nuove suggestioni per leggere la realtà e l’ambiente che ci circonda.
Leggi tutto...
 
BIENNALE DANZA 2017 | Open Doors. Un 'assaggio' di Biennale College in attesa del Festival
di Redazioneweb   
venerdì 19 maggio 2017

avz_5222.jpg«Desidero portare la danza nel cuore della città, ai passanti, ai turisti, offrire all’improvviso i danzatori, in movimento, durante una passeggiata [...] come un lampo di poesia spontanea recitata dal corpo che si dona», con queste parole, Marie Chouinard, nuova Direttrice della Biennale Danza, presenta il suo primo Festival veneziano, di cui il pubblico potrà avere un'anticipazione grazie agli Open Doors di Biennale College - Danza.

Leggi tutto...
 
Oltre la scena. Eleonora Abbagnato fa danzare la Carmen di Bizet
di Raffaele Avella   
mercoledì 17 maggio 2017

eleonora-abbagnato-carmen-coreografia-amedo-amodio-teatro-massimo_14.jpgUna Carmen infuocata, calda, mediterranea, interpretata in questa versione coreografica dalla bravissima étoile dell’Opera di Parigi (eda poco alla guida del Balletto dell’Opera di Roma) Eleonora Abbagnato è in scena al Teatro Verdi di Pordenone domenica 21 maggio.

 

Ideato in due atti dal talentuoso coreografo milanese Amedeo Amodio, il balletto riprende per intero le musiche dell’opera lirica di Bizet, iniziando dove essa finisce: terminata una rappresentazione della Carmen e chiuso il sipario, sul palcoscenico comincia lo smontaggio delle scene.

Leggi tutto...
 
Piccolo è meglio. Giovani compagnie al Teatro Momo
di Redazioneweb   
mercoledì 17 maggio 2017
piccolipalcoscenici_momo.jpgCompie 22 anni Piccoli Palcoscenici, la rassegna/concorso che ogni anno riunisce sul palco del Teatro Momo i saggi teatrali prodotti in attività di laboratorio, promossi da teatri, istituti di istruzione, associazioni e fondazioni. Le proposte sono suddivise in due sezioni: la prima dedicata alle scuole superiori, la seconda ai laboratori teatrali per ragazzi organizzati sul territorio.
Leggi tutto...
 
Quel diavolo di Toni! Balasso/Sartana torna al Goldoni per il secondo capitolo de "La Cativissima"
di Matteo Savini   
venerdì 07 aprile 2017
balasso_streghe.jpgBalasso a teatro è sempre più un evento. Torna per la seconda puntata La cativìssima, epopea di Toni Sartana già presentata con successo al Teatro Goldoni lo scorso anno. Il secondo episodio di questa trilogia è intitolato Toni Sartana e le streghe di Bagdàd e riprende dal primo alcuni personaggi come la moglie Lea e l’amico Ettore Bordin ma non è legato narrativamente al suo antefatto.
Leggi tutto...
 
Come fanno i marinai. Rocco Papaleo al Toniolo cavalca la "Buena Onda"
di M.M.   
venerdì 07 aprile 2017
rocco-papaleo-e-giovanni-esposito-ph-maria-laura-antonelli.jpgIl principale punto di contatto tra cinema e teatro, comunque, è rappresentato dall’attore, il più diretto mediatore tra la forma espressiva e il pubblico. Negli ultimi anni cinema e teatro sono stati per gli attori italiani sempre più vicini, tanto che la linea di demarcazione tra la scena e il palcoscenico è praticamente e definitivamente caduta, l’interpretazione assolutamente libera, fuori dagli schemi classici e senza filtri. Tuttavia a teatro l’attore realizza l’hic et nunc pienamente, lo spazio-tempo, ovvero l’esito scenico si compie in modo diretto e l’attore di ritrova ‘nudo’ difronte al pubblico. Un campo libero che si apre ogni sera alle sfumature del carattere e alle peculiarità dell’attore, lasciando ampio margine all’improvvisazione.
Leggi tutto...
 
Una donna allo specchio. Serena Autieri in "Diana & Lady" D: dialogo per voce sola
di Mariachiara Marzari   
venerdì 31 marzo 2017
800x468_dianaladyd-01.jpgRicordo nettamente la mattina splendida del 31 agosto 1997: un cielo azzurro intenso e persone che bisbigliavano in differenti contesti, ma all’unisono, il nome di Lady D. La sua tragica e improvvisa morte aveva lasciato tutti, anche i non sudditi della Regina, attoniti. Ancora oggi a distanza di vent’anni è sempre triste ripercorrere la sua storia.
Leggi tutto...
 
Dopo ogni inverno... una primavera. Farmacia Zoo:È alle radici del femminile
di Chiara Sciascia   
venerdì 07 aprile 2017
viola_-_colore.jpgViola arriva all’alba. Monologo alchemico sulla notte che diventa giorno, firmato dal collettivo Farmacia Zoo:È, scena al Teatro Ca’ Foscari il 12 aprile, è uno spettacolo che ha dalla sua la potenza della vita generata, sacrificata, strappata, alienata. Anna Novello percorre una metamorfosi in otto tappe, scinde il proprio personaggio in otto donne germogliate dai rami dello stesso albero genealogico, la cui esistenza, seppur collocata in epoche diverse, è drammaticamente accomunata da un’assenza lacerante.
Leggi tutto...
 
Water Lady. La danza essenziale di Carolyn Carlson torna a Venezia
di Anna Trevisan   
venerdì 31 marzo 2017

carolyn-carlson-immersion.jpgÈ sul filo della poesia che si muove da sempre la danza evocatrice e spirituale di Carolyn Carlson, algida ed elegante regina della danza contemporanea.

 

Californiana di origine finlandese, classe 1943, allieva prediletta del celebre coreografo statunitense Alwin Nikolais, nel 1972 è invitata al Teatro dell’Opera di Parigi come coreografa-étoile e tre anni più tardi, nel 1975, fonda e dirige la compagnia di ricerca GRTOP (Groupe de Recherche Théâtrales de l’Opéra de Paris) con la quale collabora diversi anni, realizzando spettacoli che scrivono la storia della danza contemporanea. Dal 1999 al 2002 è stata direttrice artistica della Biennale Danza di Venezia.

Leggi tutto...
 
Fai la tua mossa. Teatrino Giullare a Ca' Foscari, sulla scacchiera di Beckett
di Livia Sartori di Borgoricco   
venerdì 31 marzo 2017
finale-partita_2015rosalba-amorelli_9140.jpgFinale di partita, andato in scena per la prima volta nel 1957, è uno dei lavori più rilevanti ed enigmatici di Samuel Beckett e dell’intera drammaturgia del Novecento. Nel gergo scacchistico, il finale di partita corrisponde a quella fase di gioco in cui ai giocatori sono rimasti pochissimi pezzi e il Re non è più soltanto un pezzo da difendere ma diventa anche una figura di attacco.
Leggi tutto...
 
Terzo tempo. Mattia Berto dirige Afterplay di Brian Friel
di Redazioneweb   
martedì 14 marzo 2017
afterplay-cut.jpgLa rassegna Correlazioni – stare al mondo del Teatro Ca’ Foscari presenta la prima assoluta dello spettacolo Afterplay di Brian Friel, diretto dal regista Mattia Berto e prodotto dallo stesso teatro dell’Ateneo, dove la compagnia è ospite in residenza dal 6 marzo.
Leggi tutto...
 
Orgoglio di madre. Gli "eroi" di Giuliana Musso al Teatro Ca’ Foscari
di Livia Sartori Di Borgoricco   
lunedì 13 marzo 2017
mio_eroe_2.jpgAttrice, ricercatrice, autrice, Premio della Critica 2005, Giuliana Musso, vicentina d’origine e udinese d’adozione, è tra le maggiori esponenti del teatro di narrazione e d’indagine: un teatro che nasce dalla ricerca, dalla raccolta di testimonianze orali, in bilico tra giornalismo d’inchiesta e poesia e che nella sua narrazione spesso alterna denuncia e comicità.
Leggi tutto...
 
Caravaggio vs. Sgarbi. La lezione dell’Arte al Teatro Toniolo
di Fabio Marzari   
lunedì 13 marzo 2017
sgarbi.jpgVittorio Sgarbi quando parla d’arte sa diventare un competente affabulatore, in grado di raccontare al meglio le sfumature nei tratti di un pittore, contestualizzandolo nel suo tempo, riempiendo il racconto di inediti e affascinando il pubblico, lontano dai panni dell’urlatore televisivo.
Leggi tutto...
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 70 di 341