VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO
TEATRO
Tra sogno e realtà. Un grande spettacolo di magia per la Fondazione Elena Trevisanato
di Redazioneweb   
lunedì 19 novembre 2018
berry.jpgSabato 24 novembre alle ore 18 il Teatro Malibran ospita una serata di grande magia e solidarietà conl'imperdibile spettacolo del maestro dell’illusione e noto conduttore televisivo Marco Berry. Come la magia racchiude i numeri più importanti della lunga carriera di Berry: un mix di illusionismo, prestidigitazione ed escapologia, insieme ad alcuni esperimenti estratti da Mindshock, un viaggio alla scoperta dei meccanismi della mente e della possibilità di condizionare i comportamenti, i gusti e perfino i pensieri, attraverso strategie e tecniche della comunicazione. Uno spettacolo divertente e coinvolgente basato sul mentalismo, in cui il pubblico può sperimentare gli effetti dei messaggi subliminali e della PNL, Programmazione Neuro Linguistica.
Leggi tutto...
 
Il talento di Miss Marple. Maria Amelia Monti è la detective più famosa di tutti i tempi
di Chiara Sciascia   
martedì 13 novembre 2018
miss-marple-maria-amelia-monti-983x1024.jpgLa vicenda è nota. Siamo alla fine degli anni ‘40 e, invitata dalla sua vecchia amica Caroline, Miss Marple si trasferisce temporaneamente nell’immensa villa vittoriana nella campagna inglese, dove Lewis, il marito di Caroline, ha organizzato un istituto di rieducazione per giovani problematici. Nell’antica dimora che Caroline abita con il terzo consorte insieme a vari figli e figliastri dei matrimoni precedenti, regna un’atmosfera di mistero e la famiglia ‘allargata’ è percorsa da inquietudini e malumori sotterranei che non sfuggono allo sguardo attento di Miss Marple.
Leggi tutto...
 
Tante maschere, pochi volti. Enrico Lo Verso nei panni pirandelliani di Gengé
di Livia Sartori di Borgoricco   
venerdì 16 novembre 2018
uno_nessuno_centomila__giornalisti.jpg«Di ciò che posso essere io per me, non solo non potete saper nulla voi, ma nulla neppure io stesso». Uno, nessuno, centomila, ultimo romanzo di Luigi Pirandello, è anche quello che riesce a sintetizzare il pensiero dell’autore nel modo più completo: «il più amaro di tutti, profondamente umoristico, di scomposizione della vita», come egli stesso ebbe a scrivere. Non è un caso quindi che proprio questo testo inauguri la programmazione del Teatro Villa dei Leoni di Mira per celebrare lo scrittore siciliano nel 150esimo anniversario della nascita.
Leggi tutto...
 
Suona strano. Elio sbaglia direzione…
di Davide Carbone   
martedì 13 novembre 2018
elio-fg1.jpgSconcerto. Teatro di musica per attore e orchestra: un titolo che apparentemente può spiegare tutto e che didascalico com’è sembra quasi fare a botte con il suo protagonista, Elio, che didascalico non lo è mai stato e soprattutto mai ha voluto esserlo.
Leggi tutto...
 
La gabbia del talento. Ezra Pound: il ‘ritorno’ del poeta/profeta al Teatro Goldoni
di Fabio Marzari   
lunedì 12 novembre 2018

ezra.jpgIn questo brutto presente di mascelle ostentate, di “menefrego” compiaciuti e varie altre tristi amenità, il nome di Ezra Pound suscita un piccolo brivido, perché egli viene automaticamente associato ad un movimento politico orribile – qui non è mancanza di spirito democratico, è chiamare le cose col loro nome! – e quindi del poeta e intellettuale, assai discusso, rimane solo un nome che evoca teste semi rasate per non usare altri epiteti esornativi che sarebbero più rispondenti alla verità.

 

Vita e poesia, in Pound, coincidono, una penetra l’altra, non possiamo disarticolare Ezra facendone, da un lato, il folle fascista che ha preso una clamorosa sbandata politica, e dall’altra il vertiginoso poeta che ha fondato riviste, avanguardie, estetiche. Ezra è uno. Unico. Quando nel 1948 Pound ottiene il Bollingen per i Pisan Cantos – una specie di risarcimento all’infamia comminato dagli amici poeti – è chiaro a tutti che il poeta ha ruminato e vomitato la Storia. Vinto dalla Storia, invitto davanti agli uomini.

Leggi tutto...
 
La straordinaria danzatrice indiana Shweta Prachande a Venezia
di Redazioneweb   
martedì 13 novembre 2018

spettacolo_danza_indiana_shweta_prachande_associazione_gamaka.jpgL’Associazione Gamaka che dal 2011 opera nei settori della produzione artistica, della ricerca e della promozione delle arti performative classiche indiane, organizzando corsi di danza e musica classica indiana e percorsi formativi di alto livello con Maestri di richiamo internazionale, ospita a Venezia dal 23 al 25 novembre la straordinaria danzatrice Shweta Prachande.

Leggi tutto...
 
Ricordando Giuseppe Berto. A Mogliano una rassegna di eventi dedicata allo scrittore veneto
di Redazioneweb   
venerdì 19 ottobre 2018
giuseppe_berto.jpgL’1 novembre del 1978, moriva a Roma lo scrittore Giuseppe Berto, uno degli autori più italiani più importanti della sua generazione, data l’originalità della sua scrittura e il confronto che che essa stimola con temi come la gloria, la lotta dell’uomo contro se stesso e contro l’antico terrore della fine, il male radicato nell’essere prima ancora che nel corpo.
Leggi tutto...
 
Il giardino eternamente bianco. Konchalovsky la Stagione del Teatro Goldoni
di Loris Casadei   
martedì 16 ottobre 2018

the_cherry_orchard_14.jpg

Cechov è ancora oggi il drammaturgo più amato dai russi. Non tanto per la sua capacità di scavare nell’animo umano e di mettere in luce le debolezze dell’essere, quanto per il sorriso tra le righe che sa sempre suscitare. Non a caso si adirò con il grande Stanislavskij in occasione della prima de Il giardino dei ciliegi, perché questi colse quasi esclusivamente l’aspetto drammatico della vicenda. Cechov invece preferiva indicarla come una farsa. Sette anni di scrittura: l’ultima sua grande opera.

Leggi tutto...
 
Servo di scena. L'Arlecchino Furioso 'impazza' al Teatro Goldoni
di Redazione   
mercoledì 29 agosto 2018

a037.jpgArlecchino è un personaggio affascinante e complesso, la cui storia è stata oggetto di approfonditi studi. Già nel teatro romano vi era il mimus centunculus con un costume fatto di pezze variopinte, e nella Divina Commedia Dante parla di “Alichino”, un diavolo un po’ burlone derivato da antiche leggende nordiche medievali. Da demone francese del V secolo a erede del diavolo Alichino nella Divina Commedia, la maschera di Arlecchino fu spesso associata a una figura di origine diabolica, presente nelle leggende di quasi tutti gli Stati europei; non era quindi associabile solo ed esclusivamente all’identità italiana, ma era da considerarsi una maschera europea. Solo a partire dalla sua introduzione come maschera della Commedia dell’Arte essa fu associata al tipico zanni bergamasco, diventando poi simbolo di tutti i contadini italiani.

 

Leggi tutto...
 
Sogni di cristallo. A Padova il festival internazionale di La Sfera Danza
di Livia Sartori di Borgoricco   
martedì 16 ottobre 2018
alessandraferrua_btt_6-min.jpgÈ arrivato ormai alla 15. edizione il Festival di danza Lasciateci Sognare, che ha debuttato con un omaggio a Nureyev e che promette da qui al 26 novembre un ricco programma di spettacoli di danza classica e contemporanea. Appuntamento che va oltre la semplice rassegna coreutica, Lasciateci Sognare diventa opportunità per “fare cultura”, promuovendo scambi tra artisti nazionali e internazionali, giovani promesse e danzatori affermati.
Leggi tutto...
 
BIENNALE TEATRO 2018 | Un magnifico incidente di percorso. Leone d’oro alla coppia RezzaMastrella
di Chiara Sciascia e Fabio Marzari   
mercoledì 18 luglio 2018
001l0189_rezzamastrella.jpgFlavia Mastrella e Antonio Rezza, due nomi di spicco della scena culturale italiana, quella che non strizza l’occhio alla celebrità, ma insegue un percorso autentico e un po’ folle in questa epoca di visibilità ricercata a tutti i costi.
Antonio Rezza, performer, Flavia Mastrella, artista-autrice, sono insieme artisticamente dal 1987, hanno sempre firmato a quattro mani l’ideazione e il progetto artistico dei loro spettacoli. Nella motivazione per l’assegnazione del Leone d’oro, si legge: Antonio Rezza è «l’artista che fonde totalmente, in un solo corpo, le due distinzioni di attore e performer, distinzioni che grazie a lui perdono ogni barriera, creando una modalità dello stare in scena unica, per estro e a tratti per pura, folle e lucida genialità. Flavia Mastrella è l’artista che crea habitat e spazi scenici che sono forme d’arte che a sua volta Rezza abita e devasta con la sua strepitosa adesione; spazi che abita e al tempo stesso scardina, spazi che diventano oggetti che ispirano vicende e prendono vita grazie alla forza performativa del corpo e della voce di Rezza. Da questo connubio sono nati spettacoli assolutamente innovativi dal punto di vista del linguaggio teatrale».
Confessiamo una certa ‘prevenzione’ iniziale, temevamo, per ignoranza nostra, di avere a che fare con due sopravvissuti alla Chernobyl culturale di questo Paese, invece le loro risposte, differenti nelle modalità espressive, partecipate nella profondità e nella vastità del loro pensiero, ci hanno completamente affascinato, e trovarsi al cospetto di due straordinarie persone, in grado di suscitare con estrema semplicità riflessioni sul presente e raccontare il proprio lavoro, che è la continuazione di un sogno, è stato un vero privilegio.
Leggi tutto...
 
BIENNALE TEATRO 2018 | I labirinti di Atene. Simone Derai racconta Anagoor, Leone d’Argento 2018
di Mariachiara Marzari   
martedì 17 luglio 2018
05_anagoor_orestea_schiavi_ph_giulio_favotto.jpg«Il lavoro di Anagoor, mai privo di una potente estetica, riesce ad avere una funzione divulgativa rispetto a grandi tematiche […] non è mai popolare nella scelta dei testi, eppure lo è, nobilmente, nella restituzione artistica. Ciò che rende il loro lavoro a tratti concettuale ma anche profondamente artigianale è il fatto che non demandano a nessuno la scelta artistica, riuscendo come collettivo a realizzare tutto da soli, dalla scrittura del testo alla costruzione di scene e costumi sempre di grande impatto, a tal punto che i loro spettacoli sono programmati in molti teatri italiani e stranieri» (dalla motivazione del Leone d’Argento).
Simone Derai e Paola Dallan sono l’anima e il cuore di una compagnia che parte dal teatro per arrivare, attraverso un lavoro profondo di ricerca sul linguaggio che attinge a immagini e simboli della nostra comune memoria culturale e che segna un cambio generazionale e un modo diverso di accostarsi alla nostra epoca, nuovamente a teatro. La loro vocazione collettiva si traduce in rappresentazioni senza trama da raccontare e senza personaggi ma dall’equilibrato insieme di elementi composti nella scena, in cui non viene raccontata una vicenda ma sono invece comunicate delle idee.
Dal 2000 il loro palcoscenico è il mondo pur mantenendo solide basi a Castelfranco Veneto, luogo di origine e di elezione imprescindibile.
In prima assoluta e in apertura del 46. Festival Internazionale del Teatro, Anagoor presenta l’attesissima Orestea, sottotitolata Agamennone, Schiavi, Conversio. Il testo eschileo è inizialmente assunto nella sua integralità ma condensandone ed espandendone i nuclei fondamentali con linguaggi e tecniche diverse – visione, canto, orazione –, viene infine tradito, affiancato o sostituito con un arcipelago intertestuale che lo tramuta in pensiero contemporaneo. Materia scenica e materia umana si fondono mostrandoci come l’orizzonte della meditazione sul male e sulla fragilità del bene sia un confine universale.
Incontrare Simone Derai equivale a toccare con mano attraverso le sue parole, la determinata visione di un teatro del terzo millennio, consapevole che solo attraverso il passato è possibile riscrivere il presente. Un teatro che attraversa i miti, il sacro, l’arte, la letteratura arrivando dritto allo spettatore. 
Leggi tutto...
 
Oltre i confini. Al via la Biennale Teatro di Antonio Latella
di Chiara Sciascia   
martedì 17 luglio 2018

latella_ph_andrea_pizzalis.jpgUna reazione contraria. Contraria alla chiusura, quella fisica delle barriere e quella altrettanto preoccupante delle menti. Venezia, città dalla storia emblematica che sulla diversità e multiculturalità affonda le sue antiche radici, grazie alla presenza della Biennale, reagisce con decisione e in totale controtendenza con il Paese, attraendo a sé il mondo e invitandolo a esprimersi in tutta la sua bellezza attraverso l’arte, l’architettura, la danza, il teatro, il cinema e la musica. Anche il 46. Festival Internazionale di Teatro, il secondo sotto la direzione illuminata di Antonio Latella, dal 20 luglio al 5 agosto, porta a Venezia un prezioso e variopinto ‘mondo’ di registi, attori e performer da esplorare senza confini, idealmente protetti dalle mura dell’Arsenale, un luogo che sembra non conoscere il tempo. Se nel suo “primo atto” Latella ha voluto concentrarsi sulla figura del regista, quest’anno al centro della ricerca viene posto il tema dell’Attore/Performer, titolo stesso dell’edizione 2018.

Leggi tutto...
 
Dove tutto è finto ma niente è falso. Il Teatro illustre protagonista dell’estate veronese
di Enrico Gusella   
martedì 10 luglio 2018

ecbf1f13ba56dbd2e5ce6643da1a8eeb.jpgVerona è, per antonomasia, il Festival Shakespeariano. A luglio ben 4 gli spettacoli in cartellone al Teatro Romano. Da Edmund Kean di Raymund FitzSimons con Gigi Proietti, a Il calzolaio di Ulisse di Gabriele Vacis; da Misura per misura di Paolo Valerio a Shakespeare in Love di Lee Hall tratto dal film omonimo di John Madden del 1998 vincitore di sette premi Oscar.

 

Prodotto da Politeama, Edmund Kean celebra il grande attore inglese d’inizio ‘800. Scritto da Raymond FitzSimons per Ben Kingsley, è un omaggio a Shakespeare, un’occasione per entrare nel segreto del camerino in cui monologhi e battute prendono forma, in un processo creativo che smonta e scruta le creazioni di Shakespeare. Proietti, interpretando Kean, fa rivivere, tra gli altri, Shylock, Riccardo III, Amleto, Macbeth e Otello.

 

E da Shakespeare alla grecità classica con Il calzolaio di Ulisse interpretato da Marco Paolini tra storie di dei, mostri, uomini e guerrieri, imparentati e legati fra di loro, che hanno come perno Ulisse perseguitato da Poseidone, immensamente desiderato da Calipso e concupito da Circe.

Leggi tutto...
 
Oltre il conflitto, sulla via della civiltà. Teatro, danza e musica per Operaestate 2018
di Livia Sartori di Borgoricco   
martedì 10 luglio 2018

22_preview_abysses.jpgAl via mercoledì 11 luglio la nuova edizione di Operaestate Festival, la trentottesima, che fino al 7 ottobre, con oltre 120 titoli tra danza, teatro e musica, anima la scena culturale di Bassano del Grappa e di altri 35 comuni della Pedemontana Veneta, trasformandoli in un grande palcoscenico diffuso.

 

Doppio il tema di quest’anno, ispirato a due importanti ricorrenze: il 2018, infatti, non è solo l’Anno europeo del patrimonio culturale ma marca anche il centenario dalla fine della Grande Guerra; a ispirare la programmazione sono dunque il conflitto, nelle sue diverse declinazioni, e la civiltà, nell’accezione materiale di insieme di luoghi storici e di prestigio – quelli che ospitano la programmazione del Festival – e in quella immateriale delle arti che li vanno ad abitare.

 

Doppia è anche l’apertura: l’11 luglio, con Abysses, uno spettacolare corteo di scintillanti creature marine lungo il centro di Bassano, e il 14 l’inaugurazione ufficiale, dove Villa Ca’Erizzo Luca, lungo il Brenta, diventa lo scenario del Combattimento di Tancredi e Clorinda di Giorgio Battistelli, da Monteverdi.

Leggi tutto...
 
Uno spettacolo di aperitivo. Cultura e convivialità in puro stile veneto
di Giorgia Scarpa   
giovedì 05 luglio 2018

aperitivo_a_teatro_2018.jpgAnche quest’anno il Teatro Verdi di Padova torna ad animarsi con la rassegna Aperitivo a Teatro: cinque spettacoli, fino al 28 luglio, uniti dal comune filo rosso della tradizione teatrale veneta.

 

Dai fasti della Commedia dell’Arte, sospesa fra il serio e il faceto (Arlecchino furioso), al pavano di Ruzzante (Cancaro alla roba), adattato ad un pubblico d’oggi senza nulla togliere alla sua integrità sonora e lessicale. Dalle drammatiche traversie di una novizia viste dall’occhio d’una madre (Lettere di una novizia di Piovene), ai ritmi vivaci dei brani di Debora Petrina, rabboccati dai racconti di Tiziano Scarpa (Le cose che succedono); fino al sanguigno noir di Matteo Righetto, una storia di confini in un’epoca in cui le barriere, fisiche e culturali, sono all’ordine del giorno (Savana Padana).

Leggi tutto...
 
A scena aperta. Venice Open stage riporta il “teatro in campo” a Venezia
di C.S.   
giovedì 05 luglio 2018

veniceopenstage.jpegUno spazio libero e aperto a tutti. Questo è e dovrebbe sempre essere il Teatro, incubatore di idee, creatività, cultura, socialità. Una lezione fondamentale che l’associazione Cantieri Teatrali Veneziani ha saputo mettere in pratica con l’ideazione, ormai già sei anni fa, del Venice Open Stage – Festival Internazionale del Teatro delle Università e delle Accademie, organizzato in collaborazione con l’Università Iuav e il Comune di Venezia.

 

Dal 2 al 13 luglio Campazzo San Sebastiano, nel cuore del sestriere di Dorsoduro, si fa palcoscenico sotto le stelle per dodici serate di teatro gratuito, con spettacoli presentati da prestigiose università e accademie di recitazione nazionali e internazionali, e una sezione OFF composta di tre spettacoli proposti da giovani compagnie emergenti. Novità di quest’anno sono quattro laboratori con restituzione pubblica, che spaziano tra diverse discipline, dalla scenografia al videomaking, dalla danza contemporanea alla recitazione.

Leggi tutto...
 
BIENNALE DANZA 2018. Nello spazio di un respiro
di Chiara Sciascia   
giovedì 14 giugno 2018

462514-marie-chouinard.jpg«Ascoltare il respiro del mondo, ascoltare il proprio respiro. Poi, costruire qualcosa d’inedito che orienti verso il silenzio, quello che brulica di possibilità, che abbonda di presenza, che è lo sfondo dell’esistenza».

Parte da qui, dall’atto più primordiale e naturale dell’universo, il 12. Festival Internazionale di Danza Contemporanea de La Biennale di Venezia, curato da Marie Chouinard (Québec City, 1955).

 

La danzatrice e coreografa canadese per il secondo capitolo del suo Festival a Venezia sceglie il titolo Respirare, strategia e sovversione per condurre un’intensa esplorazione sulle dinamiche e gli sviluppi della figura di danzatore e coreografo, invitando al suo fianco artisti che secondo la sua opinione «rappresentano al meglio l’essenza della danza come nutrimento per la psiche e per l’intelletto, più che come puro oggetto estetico».

 

I coreografi invitati, infatti – e ne è massimo esempio il Leone d’Oro, Meg Stuart –, creano i propri lavori emancipandosi dal linguaggio precedentemente codificato e sviluppandone anzi uno proprio, in evoluzione con l’avanzamento del processo creativo, generando nuove relazioni spaziali e rivelando allo spettatore luoghi finora sconosciuti, nuovi paesaggi mentali ed emotivi.

Leggi tutto...
 
BIENNALE DANZA 2018. La danza dei sensi. In dialogo con Meg Stuart, Leone d'Oro alla carriera
di Loris Casadei   
giovedì 14 giugno 2018

meg_stuart_c_eva_wurdinger_3.jpgMeg Stuart, raffinata coreografa e danzatrice, mai stanca di privilegiare esperienze nuove e di ricerca colta che trascende il lavoro classico sul corpo per entrare in nuovi settori della performance artistica e della pratica sensoriale.

 

Non a caso attiva nelle manifestazioni di arte contemporanea come Documenta a Kassel, dove è stata presente nel 1997 con l’installazione site-specific Splayed Mind Out insieme al visual artist Gary Hill – che mi riporta alle performance di Vito Acconci e Bruce Nauman degli inizi degli anni Settanta.

 

Per lei e la sua opera un critico ha riportato una celebre frase del pittore minimalista Frank Stella: «ciò che vedi non è sempre ciò che vorresti vedere». L’arte visiva come medium autonomo è impiegata da Meg Stuart con il duplice scopo di ausilio per abbattere la quarta parte tra performer e spettatori e per significare l’importanza di questo mezzo nella società dello spettacolo.

 

Nelle ultime produzioni tuttavia Stuart amplia la sua indagine esplorando il tatto e la voce. Questa molteplicità di ricerca è alla base dell’assegnazione del Leone d’Oro alla carriera da parte della Biennale che nelle motivazioni infatti le rende merito per «aver saputo sviluppare un nuovo linguaggio e un nuovo metodo ad ogni creazione, collaborando con artisti appartenenti a differenti discipline e muovendosi tra danza e teatro.

 

Attraverso l’improvvisazione [...] la Stuart ha saputo esplorare stati fisici ed emotivi e il ricordo degli stessi. Cercando sempre nuovi contesti e nuovi territori in cui muoversi il suo lavoro si ridefinisce costantemente».

Leggi tutto...
 
BIENNALE DANZA 2018. Openess, impurity, intensity
di Redazione   
giovedì 14 giugno 2018

marlene_freitas.pngMarlene Monteiro Freitas non siamo riusciti a raggiungerla. È impegnata per una prima a Tel aviv al Suzanne Dellal Centre. È stata insignita dalla Biennale Danza 2018 del Leone d’Argento per l’innovazione e per molti è stata una sorpresa. Eppure i suoi lavori sono molto sofisticati e nessun particolare è lasciato al caso.

 

Prendiamo il colore blu cobalto che domina in Of ivory and flesh – statues also suffer del 2014, oppure il titolo del suo Jaguar – «nome che si dà a spettacoli di marionette o a cavalli», come spiegherà in un’intervista. Occorre un rimando culturale preciso: il Blaue Reiter dell’Espressionismo tedesco di Kandinskij e di Franz Marc. Per Kandinskij il blu era il colore della spiritualità, risvegliava il desiderio di eterno (ripreso anche nel dopoguerra in pieno esistenzialismo da Yves Klein) e il cavallo era l’essere più amato da Marc.

Leggi tutto...
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 70 di 425

:agenda teatro

    21|11|2018
  • MISS MARPLE, GIOCHI DI PRESTIGIO
    Teatro Toniolo - Mestre h. 19.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Agatha Christie Regia di Pierpaolo Sepe con Maria Amelia Monti, Roberto Citran, Sabrina Scuccimarra

  • 22|11|2018
  • MISS MARPLE, GIOCHI DI PRESTIGIO
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Agatha Christie Regia di Pierpaolo Sepe con Maria Amelia Monti, Roberto Citran, Sabrina Scuccimarra

  • 23|11|2018
  • MISS MARPLE, GIOCHI DI PRESTIGIO
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Agatha Christie Regia di Pierpaolo Sepe con Maria Amelia Monti, Roberto Citran, Sabrina Scuccimarra

  • 24|11|2018
  • MISS MARPLE, GIOCHI DI PRESTIGIO
    Teatro Toniolo - Mestre h. 19.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Agatha Christie Regia di Pierpaolo Sepe con Maria Amelia Monti, Roberto Citran, Sabrina Scuccimarra

  • 25|11|2018
  • MISS MARPLE, GIOCHI DI PRESTIGIO
    Teatro Toniolo - Mestre h. 16.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Agatha Christie Regia di Pierpaolo Sepe con Maria Amelia Monti, Roberto Citran, Sabrina Scuccimarra

  • 27|11|2018
  • AEROS
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Danza"
    da un’idea originale di Antonio Gnecchi Ruscone Atleti della Federazione Ginnastica Rumena Coreografie di Daniel Ezralow, David Parson, Moses...

  • 28|11|2018
  • AEROS
    Teatro Toniolo - Mestre h. 19.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    da un’idea originale di Antonio Gnecchi Ruscone Atleti della Federazione Ginnastica Rumena Coreografie di Daniel Ezralow, David Parson, Moses...

  • 29|11|2018
  • OCCIDENT EXPRESS (HAIFA È NATA PER STAR FERMA)
    Teatro Goldoni h. 20.30
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    Scritto da Stefano Massini Uno spettacolo a cura di Enrico Fink e Ottavia Piccolo Musica composta e diretta da Enrico Fink con Ottavia Piccolo

  • 30|11|2018
  • OCCIDENT EXPRESS (HAIFA È NATA PER STAR FERMA)
    Teatro Goldoni h. 20.30
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    Scritto da Stefano Massini Uno spettacolo a cura di Enrico Fink e Ottavia Piccolo Musica composta e diretta da Enrico Fink con Ottavia Piccolo

  • 01|12|2018
  • OCCIDENT EXPRESS (HAIFA È NATA PER STAR FERMA)
    Teatro Goldoni h. 19
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    Scritto da Stefano Massini Uno spettacolo a cura di Enrico Fink e Ottavia Piccolo Musica composta e diretta da Enrico Fink con Ottavia Piccolo

  • 02|12|2018
  • OCCIDENT EXPRESS (HAIFA È NATA PER STAR FERMA)
    Teatro Goldoni h. 16
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    Scritto da Stefano Massini Uno spettacolo a cura di Enrico Fink e Ottavia Piccolo Musica composta e diretta da Enrico Fink con Ottavia Piccolo

  • 12|12|2018
  • THE DEEP BLUE SEA
    Teatro Toniolo - Mestre h. 19.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Terance Rattingan con Luisa Ranieri Regia di Luca Zingaretti

  • 13|12|2018
  • GIRO DI VITE
    Teatro Goldoni h. 20.30
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Henry James Adattamento e regia di Giancarlo Marinelli con Jane Alexander, Cristina Chinaglia, Giulia Peliciari

  • THE DEEP BLUE SEA
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Terance Rattingan con Luisa Ranieri Regia di Luca Zingaretti

  • 14|12|2018
  • GIRO DI VITE
    Teatro Goldoni h. 20.30
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Henry James Adattamento e regia di Giancarlo Marinelli con Jane Alexander, Cristina Chinaglia, Giulia Peliciari

  • THE DEEP BLUE SEA
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Terance Rattingan con Luisa Ranieri Regia di Luca Zingaretti

  • THE DEEP BLUE SEA
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Terance Rattingan con Luisa Ranieri Regia di Luca Zingaretti

  • 15|12|2018
  • GIRO DI VITE
    Teatro Goldoni h. 19
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Henry James Adattamento e regia di Giancarlo Marinelli con Jane Alexander, Cristina Chinaglia, Giulia Peliciari

  • THE DEEP BLUE SEA
    Teatro Toniolo - Mestre h. 19.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"

  • 16|12|2018
  • GIRO DI VITE
    Teatro Goldoni h. 16
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Henry James Adattamento e regia di Giancarlo Marinelli con Jane Alexander, Cristina Chinaglia, Giulia Peliciari

  • THE DEEP BLUE SEA
    Teatro Toniolo - Mestre h. 16.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Terance Rattingan con Luisa Ranieri Regia di Luca Zingaretti

  • 22|12|2018
  • A CHRISTMAS CAROL
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Teatro per le feste"
    Ispirato al racconto di Charles Dickens Direzione musicale di Gabriele di Guglielmo Regia e coreografie di Fabrizio Angelini con musiche originali...

  • 23|12|2018
  • A CHRISTMAS CAROL
    Teatro Toniolo - Mestre h. 16.30
    "Teatro per le feste"
    Ispirato al racconto di Charles Dickens Direzione musicale di Gabriele di Guglielmo Regia e coreografie di Fabrizio Angelini con musiche originali...

  • 26|12|2018
  • LO SCHIACCIANOCI
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Teatro per le feste"
    Coreografia di Marius Petipa Musiche di P.I. Tchaikovsky con Balletto di San Pietroburgo

  • 31|12|2018
  • LA VEDOVA ALLEGRA
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Teatro per le feste"
    Musiche di Franz Lehar Librettista Victor Leòn, Leo Stein Regia di Flavio Trevisan con Compagnia Italiana di Operette

  • 06|01|2019
  • IL MAGICO ZECCHINO D'ORO
    Teatro Toniolo - Mestre h. 16.30
    "Teatro per le feste"
    Regia di Raffaele Latagliata Testo di Pino Costalunga, Raffaele Latagliata Musiche originali Zecchino d'Oro Riarrangiate da Patrizio Maria...

  • 16|01|2019
  • NON MI HAI PIÙ DETTO TI AMO
    Teatro Toniolo - Mestre h. 19.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    Scritto e diretto da Gabriele Pignotta con Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia

  • 17|01|2019
  • LA BISBETICA DOMATA
    Teatro Goldoni h. 20.30
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di William Shakespeare Adattamento e traduzione di Angela Demattè Regia di Andrea Chiodi con Angelo Di Genio, Ugo Fiore, Tindaro Granata,...

  • NON MI HAI PIÙ DETTO TI AMO
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    Scritto e diretto da Gabriele Pignotta con Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia

  • 18|01|2019
  • LA BISBETICA DOMATA
    Teatro Goldoni h. 20.30
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di William Shakespeare Adattamento e traduzione di Angela Demattè Regia di Andrea Chiodi con Angelo Di Genio, Ugo Fiore, Tindaro Granata,...

  • NON MI HAI PIÙ DETTO TI AMO
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    Scritto e diretto da Gabriele Pignotta con Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia

  • 19|01|2019
  • LA BISBETICA DOMATA
    Teatro Goldoni h. 19
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di William Shakespeare Adattamento e traduzione di Angela Demattè Regia di Andrea Chiodi con Angelo Di Genio, Ugo Fiore, Tindaro Granata,...

  • NON MI HAI PIÙ DETTO TI AMO
    Teatro Toniolo - Mestre h. 19.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    Scritto e diretto da Gabriele Pignotta con Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia

  • 20|01|2019
  • LA BISBETICA DOMATA
    Teatro Goldoni h. 16
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di William Shakespeare Adattamento e traduzione di Angela Demattè Regia di Andrea Chiodi con Angelo Di Genio, Ugo Fiore, Tindaro Granata,...

  • NON MI HAI PIÙ DETTO TI AMO
    Teatro Toniolo - Mestre h. 16.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    Scritto e diretto da Gabriele Pignotta con Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia

  • 23|01|2019
  • IL PENITENTE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 19.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di David Mamet Traduzione e regia di Luca Barbareschi con Lunetta Savino e Luca Barbareschi

  • 24|01|2019
  • IL PENITENTE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di David Mamet Traduzione e regia di Luca Barbareschi con Lunetta Savino e Luca Barbareschi

  • 31|01|2019
  • TEMPO DI CHET. LA VERSIONE DI CHET BAKER
    Teatro Goldoni h. 20.30
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Leo Muscato e Laura Perini Regia di Leo Muscato Musiche originali di Paolo Fresu con Paolo Fresu (tromba), Dino Rubino (piano), Marco Bardoscia...

  • 01|02|2019
  • TEMPO DI CHET. LA VERSIONE DI CHET BAKER
    Teatro Goldoni h. 20.30
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Leo Muscato e Laura Perini Regia di Leo Muscato Musiche originali di Paolo Fresu con Paolo Fresu (tromba), Dino Rubino (piano), Marco Bardoscia...

  • 02|02|2019
  • TEMPO DI CHET. LA VERSIONE DI CHET BAKER
    Teatro Goldoni h. 19
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Leo Muscato e Laura Perini Regia di Leo Muscato Musiche originali di Paolo Fresu con Paolo Fresu (tromba), Dino Rubino (piano), Marco...

  • #HASHTAG 2.0
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Danza"
    Direzione artistica e coreografia di Riyad Fghani Produzione di Association Qui fait ça? con Pockemon Crew

  • 03|02|2019
  • TEMPO DI CHET. LA VERSIONE DI CHET BAKER
    Teatro Goldoni h. 16
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Leo Muscato e Laura Perini Regia di Leo Muscato Musiche originali di Paolo Fresu con Paolo Fresu (tromba), Dino Rubino (piano), Marco Bardoscia...

  • 06|02|2019
  • DON CHISCIOTTE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 19.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    adattamento di Francesco Niccolini dal romanzo di Miguel de Cervantes Saavedra Regia di Alessio Boni, Roberto Aldorasi e Marcello Prayer con...

  • 07|02|2019
  • PICCOLI CRIMINI CONIUGALI
    Teatro Goldoni h. 20.30
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Éric-Emmanuel Schmitt Adattamento e regia di Michele Placido con Michele Placido e Anna Bonaiuto

  • DON CHISCIOTTE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    adattamento di Francesco Niccolini dal romanzo di Miguel de Cervantes Saavedra Regia di Alessio Boni, Roberto Aldorasi e Marcello Prayer con...

  • 08|02|2019
  • PICCOLI CRIMINI CONIUGALI
    Teatro Goldoni h. 20.30
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Éric-Emmanuel Schmitt Adattamento e regia di Michele Placido con Michele Placido e Anna Bonaiuto

  • DON CHISCIOTTE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    adattamento di Francesco Niccolini dal romanzo di Miguel de Cervantes Saavedra Regia di Alessio Boni, Roberto Aldorasi e Marcello Prayer con...

  • 09|02|2019
  • PICCOLI CRIMINI CONIUGALI
    Teatro Goldoni h. 19
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Éric-Emmanuel Schmitt Adattamento e regia di Michele Placido con Michele Placido e Anna Bonaiuto

  • DON CHISCIOTTE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 19.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    adattamento di Francesco Niccolini dal romanzo di Miguel de Cervantes Saavedra Regia di Alessio Boni, Roberto Aldorasi e Marcello Prayer con...

  • 10|02|2019
  • PICCOLI CRIMINI CONIUGALI
    Teatro Goldoni h. 16
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Éric-Emmanuel Schmitt Adattamento e regia di Michele Placido con Michele Placido e Anna Bonaiuto

  • DON CHISCIOTTE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 16.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    adattamento di Francesco Niccolini dal romanzo di Miguel de Cervantes Saavedra Regia di Alessio Boni, Roberto Aldorasi e Marcello Prayer con...

  • 15|02|2019
  • LE SIGNORINE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Gianni Clementi Regia di Pierpaolo Sepe con Isa Danieli e Giuliana De Sio

  • 16|02|2019
  • LE SIGNORINE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 19.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Gianni Clementi Regia di Pierpaolo Sepe con Isa Danieli e Giuliana De Sio

  • 17|02|2019
  • LE SIGNORINE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 16.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Gianni Clementi Regia di Pierpaolo Sepe con Isa Danieli e Giuliana De Sio

  • 19|02|2019
  • LA NOTTE POCO PRIMA DELLE FORESTE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21 (fuori abbonamento)
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Bernard-Marie Koltès Adattamento di Pierfrancesco Favino Regia Lorenzo Gioielli con Pierfrancesco Favino

  • 20|02|2019
  • LA NOTTE POCO PRIMA DELLE FORESTE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 19.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Bernard-Marie Koltès Adattamento di Pierfrancesco Favino Regia Lorenzo Gioielli con Pierfrancesco Favino

  • 21|02|2019
  • SENTO LA TERRA GIRARE
    Teatro Goldoni h. 20.30
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Teresa Mannino e Giovanna Donini Diretto e interpretato da Teresa Mannino

  • LA NOTTE POCO PRIMA DELLE FORESTE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Bernard-Marie Koltès Adattamento di Pierfrancesco Favino Regia Lorenzo Gioielli con Pierfrancesco Favino

  • 22|02|2019
  • SENTO LA TERRA GIRARE
    Teatro Goldoni h. 20.30
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Teresa Mannino e Giovanna Donini Diretto e interpretato da Teresa Mannino

  • LA NOTTE POCO PRIMA DELLE FORESTE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Bernard-Marie Koltès Adattamento di Pierfrancesco Favino Regia Lorenzo Gioielli con Pierfrancesco Favino

  • 23|02|2019
  • SENTO LA TERRA GIRARE
    Teatro Goldoni h. 19
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Teresa Mannino e Giovanna Donini Diretto e interpretato da Teresa Mannino

  • LA NOTTE POCO PRIMA DELLE FORESTE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 19.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Bernard-Marie Koltès Adattamento di Pierfrancesco Favino Regia Lorenzo Gioielli con Pierfrancesco Favino

  • 24|02|2019
  • SENTO LA TERRA GIRARE
    Teatro Goldoni h. 16
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Teresa Mannino e Giovanna Donini Diretto e interpretato da Teresa Mannino

  • LA NOTTE POCO PRIMA DELLE FORESTE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 16.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Bernard-Marie Koltès Adattamento di Pierfrancesco Favino Regia Lorenzo Gioielli con Pierfrancesco Favino

  • 27|02|2019
  • CHURCHILL
    Teatro Toniolo - Mestre h. 19.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Carlo G. Gabardini Regia di Paola Rota con Giuseppe Battiston e Maria Roveran

  • 28|02|2019
  • CHURCHILL
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Carlo G. Gabardini Regia di Paola Rota con Giuseppe Battiston e Maria Roveran

  • 02|03|2019
  • SMASHED
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Danza"
    Direzione artistica di Sean Gandini, Kati Yla-Hokkala con Gandini Juggling

  • 06|03|2019
  • NEL TEMPO DEGLI DEI. IL CALZOLAIO DI ULISSE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 19.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Marco Paolini e Francesco Niccolini Regia Gabriele Vacis con Marco Paolini

  • 07|03|2019
  • NEL TEMPO DEGLI DEI. IL CALZOLAIO DI ULISSE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Marco Paolini e Francesco Niccolini Regia Gabriele Vacis con Marco Paolini

  • 08|03|2019
  • NEL TEMPO DEGLI DEI. IL CALZOLAIO DI ULISSE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Marco Paolini e Francesco Niccolini Regia Gabriele Vacis con Marco Paolini

  • 09|03|2019
  • NEL TEMPO DEGLI DEI. IL CALZOLAIO DI ULISSE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 19.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Marco Paolini e Francesco Niccolini Regia Gabriele Vacis con Marco Paolini

  • 10|03|2019
  • NEL TEMPO DEGLI DEI. IL CALZOLAIO DI ULISSE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 16.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Marco Paolini e Francesco Niccolini Regia Gabriele Vacis con Marco Paolini

  • 13|03|2019
  • DR. NEST
    Teatro Toniolo - Mestre h. 19.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    un’opera di F. Baumgarten, A. Kistel, B. Leese, B. Reber, H. Schüler, M. Suethoff e M. Vogel Regia di Hajo Schüler Produzione di...

  • 14|03|2019
  • ROMEO E GIULIETTA. L'AMORE È SALTIMBANCO
    Teatro Goldoni h. 20.30
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    Soggetto originale e regia di Marco Zoppello con Anna De Franceschi, Michele Mori e Marco Zoppello

  • DR. NEST
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    un’opera di F. Baumgarten, A. Kistel, B. Leese, B. Reber, H. Schüler, M. Suethoff e M. Vogel Regia di Hajo Schüler Produzione di...

  • 15|03|2019
  • ROMEO E GIULIETTA. L'AMORE È SALTIMBANCO
    Teatro Goldoni h. 20.30
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    Soggetto originale e regia di Marco Zoppello con Anna De Franceschi, Michele Mori e Marco Zoppello

  • 16|03|2019
  • ROMEO E GIULIETTA. L'AMORE È SALTIMBANCO
    Teatro Goldoni h. 19
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    Soggetto originale e regia di Marco Zoppello con Anna De Franceschi, Michele Mori e Marco Zoppello

  • 17|03|2019
  • ROMEO E GIULIETTA. L'AMORE È SALTIMBANCO
    Teatro Goldoni h. 16
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    Soggetto originale e regia di Marco Zoppello con Anna De Franceschi, Michele Mori e Marco Zoppello

  • 21|03|2019
  • NIGHT BAR. IL CALAPRANZI, TESS, L'ULTIMO AD ANDARSENE, NIGHT
    Teatro Goldoni h. 20.30
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Harold Pinter Traduzione di Alessandra Serra Regia di Valerio Binasco con Nicola Pannelli, Sergio Romano, Arianna Scommegna

  • 22|03|2019
  • NIGHT BAR. IL CALAPRANZI, TESS, L'ULTIMO AD ANDARSENE, NIGHT
    Teatro Goldoni h. 20.30
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Harold Pinter Traduzione di Alessandra Serra Regia di Valerio Binasco con Nicola Pannelli, Sergio Romano, Arianna Scommegna

  • SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di William Shakespeare Regia di Massimo Bruno con Stefano Fresi, Violante Placido e Paolo Ruffini

  • 23|03|2019
  • NIGHT BAR. IL CALAPRANZI, TESS, L'ULTIMO AD ANDARSENE, NIGHT
    Teatro Goldoni h. 19
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Harold Pinter Traduzione di Alessandra Serra Regia di Valerio Binasco con Nicola Pannelli, Sergio Romano, Arianna Scommegna

  • SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 19.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di William Shakespeare Regia di Massimo Bruno con Stefano Fresi, Violante Placido e Paolo Ruffini

  • 24|03|2019
  • NIGHT BAR. IL CALAPRANZI, TESS, L'ULTIMO AD ANDARSENE, NIGHT
    Teatro Goldoni h. 16
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Harold Pinter Traduzione di Alessandra Serra Regia di Valerio Binasco con Nicola Pannelli, Sergio Romano, Arianna Scommegna

  • SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE
    Teatro Toniolo - Mestre h. 16.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di William Shakespeare Regia di Massimo Bruno con Stefano Fresi, Violante Placido e Paolo Ruffini

  • 04|04|2019
  • L'IMPORTANZA DI CHIAMARSI ERNESTO
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Oscar Wilde Regia, scene e costumi di Ferdinando Bruni e Francesco Frongia Produzione di Teatro dell'Elfo

  • 05|04|2019
  • L'IMPORTANZA DI CHIAMARSI ERNESTO
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Oscar Wilde Regia, scene e costumi di Ferdinando Bruni e Francesco Frongia Produzione di Teatro dell'Elfo

  • 06|04|2019
  • L'IMPORTANZA DI CHIAMARSI ERNESTO
    Teatro Toniolo - Mestre h. 19.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Oscar Wilde Regia, scene e costumi di Ferdinando Bruni e Francesco Frongia Produzione di Teatro dell'Elfo

  • 07|04|2019
  • L'IMPORTANZA DI CHIAMARSI ERNESTO
    Teatro Toniolo - Mestre h. 16.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    di Oscar Wilde Regia, scene e costumi di Ferdinando Bruni e Francesco Frongia Produzione di Teatro dell'Elfo

  • 11|04|2019
  • LA CASA NOVA
    Teatro Goldoni h. 20.30
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Carlo Goldoni Regia di Giuseppe Emiliani con la Compagnia Giovani del Teatro Stabile del Veneto

  • 12|04|2019
  • LA CASA NOVA
    Teatro Goldoni h. 20.30
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Carlo Goldoni Regia di Giuseppe Emiliani con la Compagnia Giovani del Teatro Stabile del Veneto

  • SI NOTA ALL'IMBRUNIRE (SOLITUDINE DA PAESE SPOPOLATO)
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    Testo e regia di Lucia Calamaro con Silvio Orlando

  • 13|04|2019
  • LA CASA NOVA
    Teatro Goldoni h. 19
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Carlo Goldoni Regia di Giuseppe Emiliani con la Compagnia Giovani del Teatro Stabile del Veneto

  • SI NOTA ALL'IMBRUNIRE (SOLITUDINE DA PAESE SPOPOLATO)
    Teatro Toniolo - Mestre h. 19.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    Testo e regia di Lucia Calamaro con Silvio Orlando

  • 14|04|2019
  • LA CASA NOVA
    Teatro Goldoni h. 16
    "Stagione di Prosa 2018/19"
    di Carlo Goldoni Regia di Giuseppe Emiliani con la Compagnia Giovani del Teatro Stabile del Veneto

  • SI NOTA ALL'IMBRUNIRE (SOLITUDINE DA PAESE SPOPOLATO)
    Teatro Toniolo - Mestre h. 16.30
    "Io Sono Teatro 2018/19"
    Testo e regia di Lucia Calamaro con Silvio Orlando

  • 16|04|2019
  • CARMEN.MAQUIA
    Teatro Toniolo - Mestre h. 21
    "Io Sono Danza"
    Direzione artistica e coreografia di Gustavo Ramírez Sansano con Titoyaya Dansa