VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO
TEATRO
Terzo tempo. Mattia Berto dirige Afterplay di Brian Friel
di Redazioneweb   
martedì 14 marzo 2017
afterplay-cut.jpgLa rassegna Correlazioni – stare al mondo del Teatro Ca’ Foscari presenta la prima assoluta dello spettacolo Afterplay di Brian Friel, diretto dal regista Mattia Berto e prodotto dallo stesso teatro dell’Ateneo, dove la compagnia è ospite in residenza dal 6 marzo.
Leggi tutto...
 
Orgoglio di madre. Gli "eroi" di Giuliana Musso al Teatro Ca’ Foscari
di Livia Sartori Di Borgoricco   
lunedì 13 marzo 2017
mio_eroe_2.jpgAttrice, ricercatrice, autrice, Premio della Critica 2005, Giuliana Musso, vicentina d’origine e udinese d’adozione, è tra le maggiori esponenti del teatro di narrazione e d’indagine: un teatro che nasce dalla ricerca, dalla raccolta di testimonianze orali, in bilico tra giornalismo d’inchiesta e poesia e che nella sua narrazione spesso alterna denuncia e comicità.
Leggi tutto...
 
Caravaggio vs. Sgarbi. La lezione dell’Arte al Teatro Toniolo
di Fabio Marzari   
lunedì 13 marzo 2017
sgarbi.jpgVittorio Sgarbi quando parla d’arte sa diventare un competente affabulatore, in grado di raccontare al meglio le sfumature nei tratti di un pittore, contestualizzandolo nel suo tempo, riempiendo il racconto di inediti e affascinando il pubblico, lontano dai panni dell’urlatore televisivo.
Leggi tutto...
 
A quale prezzo? Orsini, Popolizio e la lucidità spietata di Arthur Miller
di Matteo Savini   
lunedì 13 marzo 2017
massimo-po-polizio_umberto-orsini-in-il-prezzo_marco_caselli_nirmal_t142_1838.jpgAl Teatro Toniolo di Mestre dal 22 al 26 marzo, e al Teatro Verdi di Pordenone il 14 e 15 marzo, la compagina Umberto Orsini porta in scena il testo di Arthur Miller Il prezzo. Lo spettacolo è diretto di Massimo Popolizio, alla sua prima prova come regista, e a sua volta in scena con il mostro sacro Orsini, Alvia Reale e Elia Schilton. La prima risale all’ottobre 2015, quindi lo spettacolo è ben rodato e i meccanismi di scena oliati a dovere.
Leggi tutto...
 
Attacchi di sobrietà. Le lucide sbronze del Pùntila brechtiano in scena al Goldoni
di Marisa Santin   
giovedì 09 marzo 2017
bruni-puntila-1140x718.jpgOsteggiato dai nazisti, sospettato dai maccartisti e visto con fastidio dai burocrati staliniani della DDR. Colto ma popolano, fortemente politicizzato ma astuto, tanto da allentare sempre un po’ la corda prima di spezzarla, Brecht, come il Galileo della prima stesura, sa che è meglio svicolarsi dalle situazioni difficili per essere libero di perseguire la verità. Come quando riesce, finita la guerra, a lasciare Los Angeles e tornare in Europa, uscendo brillantemente indenne dalle accuse del “comitato per le attività antiamericane”.
Leggi tutto...
 
Perle ai porci. Binasco si avventura nel porcile di Pasolini
di Marzio Fabi   
venerdì 31 marzo 2017
porcile_francesco-borchi_valentina-banci_foto-luca-del-pia1.jpgMalgrado siano passati 40 anni dalla morte violenta e per certi versi ancora misteriosa di Pier Paolo Pasolini, i suoi lavori fanno sempre discutere, seppure le divisioni del pubblico non rivestano più il carattere ideologico di un tempo, ma offrono la forza di un racconto ‘scorretto’, capace di colpire per la profondità del messaggio.
Leggi tutto...
 
[INTERVISTA] Effetto Serra. La Yilmaz al Toniolo in "La Bastarda di Istanbul"
di Fabio Marzari   
giovedì 09 marzo 2017

bastarda-dossier-1.jpgSerra Yilmaz è il volto migliore della Turchia, una grande attrice, capace di impressionare con il suo sguardo magnetico e di colpire con la forza delle sue risposte. Dopo qualche anno, e visti i tempi della politica, sembra sia passato un secolo (!), la abbiamo intervistata nuovamente in occasione del suo spettacolo al Toniolo, pluripremiato da critica e pubblico, La bastarda di Istanbul, tratto dall’omonimo best seller di Elif Shafak. In uscita in queste settimane anche il film di Ferzan Ozpetek Rosso Istanbul, liberamente ispirato al suo romanzo omonimo, con un cast interamente turco dove non poteva mancare Serra Yilmaz, per una storia che ha la sua chiave nell’effetto nostalgia. Ne La bastarda di Istanbul il tema centrale è la questione armena, che rimane tuttora un buco nero nella coscienza della Turchia.

 

In una Istanbul animata e reale – più che una metropoli, una grande nave dalla rotta incerta su cui da secoli si alternano passeggeri di ogni provenienza, colore e religione – sbarca segretamente Armanoush, giovane e tranquilla americana che, in cerca delle proprie radici armene, arriva nella famiglia matriarcale del suo patrigno turco Mustafa. Lì incontrerà Asya “la bastarda”, sua coetanea, adolescente turca ribelle e nichilista, con una grande e colorata famiglia di donne alle spalle, e un vuoto al posto del padre. Nonne, madri, zie, sorelle, amiche. Quando sono le donne a dominare la scena, tutto si intreccia, si complica e diventa affascinante. Perché le donne sono come le spezie, apparentemente simili, ma in grado di stravolgere il sapore di un piatto, come pure il sapore della vita. La bastarda di Istanbul è un’intricata e originale saga familiare multietnica, popolata di meravigliosi personaggi femminili, di storie brucianti e segreti indicibili. Un segreto lega la Turchia all’Armenia, i turchi agli armeni, Asya ad Armanousch. Un segreto che forse non verrà mai svelato. Un segreto che ha l’aspetto di un’antica spilla di rubini a forma di melagrana in grado di stravolgere il sapore di un piatto, come pure il sapore della vita...

Leggi tutto...
 
[INTERVISTA] Qualcosa è cambiato. Ottavia Piccolo a Venezia tra libri e teatro
di Mariachiara Marzari   
giovedì 09 marzo 2017

enigma-ottavia-piccolo.jpg

Da qualche hanno ha scelto Venezia come sua città e, finalmente, Venezia si è accorta di questa autorevole presenza. Stiamo parlando di Ottavia Piccolo, attrice tra le più raffinate e profonde del mondo teatrale e cinematografico italiano, nominata presidente del Premio Campiello 2017. Appena entrata ‘nel nuovo ruolo’, senza trascurare naturalmente le scene, che la vedono protagonista in Enigma di Stefano Massini – al Teatro di Mirano il prossimo 9 marzo –, abbiamo voluto intrecciare i due piani e farci raccontare dalla sua viva voce il suo nuovo anno tra i libri.

Leggi tutto...
 
Si prega di bussare. Le Sandrelli insieme sul palco per un’irresistibile vaudeville
di Raffaele Avella   
venerdì 03 marzo 2017
il-bagno-01.jpgStefania Sandrelli torna sul palcoscenico, per la prima volta insieme alla figlia Amanda, in uno spettacolo a metà tra un film di Almodóvar e un episodio dei più irresistibili di Sex and the City, dal titolo Il Bagno, al Teatro Goldoni il 4 e 5 marzo. Tratta da La salle de bain della commediografa francese Astrid Veillon, la pièce inizia con un compleanno a sorpresa per i 40 anni di Lu (Amanda Sandrelli) organizzato dalle sue tre migliori amiche – le bravissime Claudia Ferri, Serena Iansiti e Ramona Fiorini – a casa del fidanzato.
Leggi tutto...
 
"Evoluzioni" in danza al Teatro Goldoni: Dolores Hotel Tango e altre storie
di Redazioneweb   
venerdì 03 marzo 2017

11tango-dolores-hotel-teatro-.jpgUn Hotel, una vita, una donna e ospiti speciali. Una giornata in cui pittoreschi e chimerici personaggi si incontrano e si mescolano con i loro diversi ‘bagagli’, i loro sogni, i loro ricordi. In un vecchio e polveroso Hotel gli ospiti saranno accolti da una proprietaria eccentrica e misteriosa, Dolores, che con la sua vita di continui incontri fugaci, dolori e follie renderà il loro soggiorno intenso e indimenticabile.

 

Atmosfere soffuse, appassionate e seducenti accompagneranno gli ospiti nei loro racconti, nelle loro danze e nei loro sorrisi. Sulle note di vecchi tanghi la compagnia Tango Trabujo fondata da Walter Cardozo e Margarita Klurfan presenta uno spettacolo fatto di vicende e intrecci raffinati e inquietanti, prima di poi coinvolgere il pubblico in una milonga finale.

Leggi tutto...
 
Canto Contemporaneo. L’eterno oggi de L’avaro di Molière
di D.T.   
lunedì 20 febbraio 2017
lavaro_nella_foto_m._salvianti_a._benvenuti.jpgUn nuovo adattamento, in scena dal 22 al 26 febbraio al Teatro Toniolo di Mestre, con Alessandro Benvenuti nel ruolo di Arpagone e la regia di Ugo Chiti, riapre il dibattito sull’eterno oggi de L’avaro di Molière. Ingiustamente considerato come un semplice intrattenitore, Molière formula invece, nella maggioranza delle sue opere teatrali, critiche incisive alla società, una società senza tempo, eternamente presente.
Leggi tutto...
 
Mondi a confronto. Riflessioni contemporanee a Ca’ Foscari
di Livia Sartori di Borgoricco   
mercoledì 08 febbraio 2017
foto_delirio_a_due_senza_crediti.jpgProsegue anche a febbraio la riflessione sul presente di Correlazioni – stare al mondo, titolo della nona stagione del Teatro Ca’ Foscari, rassegna in 19 appuntamenti a cura di Donatella Ventimiglia che si propone di dare voce alle storie di chi, appunto, al mondo ci sta: le persone, e le relazioni che (non) sono in grado di instaurare tra loro, in un presente sempre più violento, in cui l’individuo ha bisogno e cerca, a volte disperatamente, una forma di riscatto.
Leggi tutto...
 
Comédie des comédiens. Al Teatro Goldoni Paolo Rossi è Molière in Molière
di Matteo Savini   
martedì 14 febbraio 2017
moliere_rossi.jpgSuscita molta attesa lo spettacolo Molière, la recita di Versailles che andrà in scena al Teatro Goldoni il 18 e 19 febbraio. Non solo per la presenza di Paolo Rossi, già cimentatosi con successo con l’autore francese e molto amato dalle platee di tutta Italia, ma anche per la complicità nella regia e nella stesura del canovaccio di due nomi di peso quali Gianpiero Solari – la cui frequentazione dei testi di Molière risale agli anni Ottanta e non è mai cessata – e Stefano Massini, autore pluripremiato e una delle voci più interessanti del panorama italiano contemporaneo. Inoltre sono molti e di talento gli attori che si alterneranno in scena, evitando la tentazione del one man show.
Leggi tutto...
 
Less is more... or not? Esercizi di humor britannico sulle tracce di Bennett
di F.M.   
martedì 14 febbraio 2017
_dsc1870-or-phmarinaalessi.jpgCosa potrebbe capitare se, tornando a casa dopo una serata a teatro, si trovasse l’appartamento completamente vuoto, svaligiato dai ladri, che non hanno lasciato neppure un interruttore, un rubinetto e la moquette sul pavimento? Tratta dal romanzo di successo di Alan Bennett, Nudi e crudi è una commedia spumeggiante, piena di umorismo e ironia capace di fare un ritratto impietoso della vita di coppia.
Leggi tutto...
 
C’è posta per te... Dal caso editoriale Glattauer la nuova produzione dello Stabile
di Raffaele Avella   
martedì 14 febbraio 2017
le-ho-mai-raccontato16.jpgUna prima nazionale davvero interessante è la messa in scena al Teatro Verdi di Padova dal 15 al 19 febbraio di Le ho mai raccontato del vento del Nord, capolavoro del drammaturgo austriaco Daniel Glattauer e caso editoriale in molti paesi europei con più di 700mila copie vendute solo in Germania.
Leggi tutto...
 
Il potere logora chi non ce l’ha. Il "Macbeth" di Shakespeare in scena al Goldoni
di F.M.   
mercoledì 08 febbraio 2017
macbeth.jpgUn classico del teatro di tutti i tempi, capolavoro tra i molti di Shakespeare, il Macbeth (1605–1608), racconta la vicenda del vassallo di re Duncan di Scozia che, divorato dall’ambizione e dalla brama di potere instillatagli dalla profezia di tre streghe, insieme alla moglie progetta e porta a compimento il regicidio per salire al trono. Una tragedia fosca, cruenta, in cui domina il male e in cui i personaggi sono complessi e ambigui.
Leggi tutto...
 
Umano troppo umano. Lella Costa, Marco Baliani e l’epopea dell’Uomo
di Anna Trevisan   
mercoledì 08 febbraio 2017
human-tutti-abiti-scena-internet.jpgChe l’Impero Romano sia stato fondato da un popolo di profughi a ripensarci oggi fa un certo effetto. L’Eneide è letteratura ma il Mar Mediterraneo continua a (dis)armare eserciti di migranti che, forse, più che come minaccia e causa del crollo del nostro Impero d’Occidente dovrebbero/potrebbero essere letti come fondatori di un nuovo mondo, con confini nuovi.
Leggi tutto...
 
Tutti pazzi per Mira! Andò dirige Laura Morante, Locandiera contemporanea
di Matteo Savini   
mercoledì 01 febbraio 2017
goldlocandierabb.jpgEdoardo Erba, drammaturgo di notevole esperienza, rivisita il testo de La Locandiera di Carlo Goldoni e porta nel Teatro veneziano, nei primi giorni di febbraio, con la regia di Roberto Andò e con protagonista Laura Morante, un’opera tutt’altro che giocosa e leggera. Dimentichiamoci subito le atmosfere settecentesche in qualche modo consuete e rassicuranti e prepariamoci a un paesaggio contemporaneo cupo e disilluso.
Leggi tutto...
 
Incontri accidentali. Mr. Green a teatro: quando l’ironia è segno di umanità
di Redazioneweb   
mercoledì 01 febbraio 2017
mister-green_theama-teatro_foto-di-nicola-zanettin-4.jpgCommedia tra le più rappresentate del pianeta negli ultimi 20 anni, in scena in 500 versioni teatrali e tradotta in 24 lingue diverse, Mr. Green dello statunitense Jeff Baron approda al Teatro Toniolo presentata dalla compagnia vicentina Theama Teatro, diretta dal regista Piergiorgio Piccoli, con protagonisti Massimo De Francovich e Maximilian Nisi.
Leggi tutto...
 
Il buio oltre il Carnevale. Sangati porta in scena un sorprendente Goldoni
di Mariachiara Marzari   
venerdì 20 gennaio 2017

donne-gelose.jpg

Lettura dopo lettura, messa in scena dopo messa in scena, le opere di Carlo Goldoni assumono sempre più nel panorama delle stagioni teatrali la certezza di non essere rappresentazioni tradizionali ma, al di là delle sfumature di una lingua dialettale, di sapere essere attuali nella capacità di indagare l'animo umano in una società in decadenza. Proprio questo elemento trasforma la commedia in consapevole tragedia.

Leggi tutto...
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Pross. > Fine >>

Risultati 141 - 210 di 464