VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow VENICENESS
VENICENESS
Libertà di scelta. Intervista a Franco Caramanti
Written by Andrea Oddone Martin   

franco_caramanti_1.jpg Ogni volta che allunghiamo la mano verso lo scaffale dei libri, ne scegliamo uno e lo cominciamo a sfogliare, lo sguardo vaga tra linee di parole, fotografie, grafiche più o meno colorate. Ne valutiamo l'impaginato, la consistenza della carta, la tessitura dei caratteri. Un mondo intero. Il libro è sempre il risultato, a volte felice altre meno, del lavoro editoriale: trasformando i testi nei manufatti concreti dei libri propone dimensioni di pensiero, suggerimenti d'azione, orizzonti riflessivi, confronti meditativi, a volte di contemplazione. Il lavoro editoriale, con le sue idiosincrasie, i suoi personalismi, le sue avvincenti aneddotiche, la sua storia fatta di successi, fallimenti clamorosi e colpi di scena, innerva la nostra storia culturale fin dal '500.

 

«Non si faceva gli editori per diventare ricchi, ma per far circolare idee», diceva Inge Feltrinelli, che assieme a Cesare De Michelis se n'è andata lasciandoci inevitabilmente un po' più soli, dopo aver provato a lasciarci almeno più ricchi di idee e convinzioni. Parliamo di libri e di editoria con una persona che ha lavorato assieme a questi due liberi pensatori, costruendo la propria carriera professionale nel secondo Novecento in seno ad alcune delle case editrici più importanti del panorama italiano: Franco Caramanti. Classe 1949, origine cremonese ma temperamento mantovano, Laurea in Sociologia e una vita interamente dedicata ai libri.

Read more...
 
Un D'O di gusto. Oldani per Arva Aman Venice
Written by F.M.   

davide_oldaniaman_venice.jpgLo chef stellato Davide Oldani è l'anima della serata del 15 ottobre all'Aman Venice. Il ristorante Arva ospita un omaggio alla ricca tradizione della cucina italiana e Oldani, da qualche anno consulente creativo per Aman Venice, è riuscito con grande entusiasmo a dare un'impronta ancor più di qualità ed eleganza ai menù proposti a Palazzo Papadopoli.

 

L'iconico albergo, emblema di un lusso totale, declinato sapientemente con stile e misura, trova perfetta coerenza nelle proposte di Oldani, che è riuscito ad esaltare gli ingredienti della nostra cucina tricolore creando piatti sani e leggeri divenuti meritatamente celebri e ineguagliabili.

Read more...
 
VENEZIANI A TAVOLA | Intervista a Luciano Gambaro
Written by Pierangelo Federici   
luciano_15.jpgMuranese DOC, eredita dal padre Mario la grande passione per il vetro artistico e per quei piccoli e grandi capolavori di alto artigianato che tutto il mondo ci invidia. La sua vetreria, gestita assieme al maestro Matteo Tagliapietra, si distingue per la produzione di raffinata oggettistica, la più classica e famosa tipologia produttiva muranese, assieme alla lavorazione dei lampadari. Luciano è Presidente del Consorzio Promovetro Murano, che gestisce a livello nazionale e internazionale la promozione del Marchio Vetro Artistico Murano e rappresenta circa cinquanta aziende.

L'intervista
Per intervistare Luciano me ne vado a Murano
, in fondo non capita tanto spesso di andarci, neppure a chi abita in centro storico. Mentre riordino in testa le domande per l'intervista mi faccio largo tra i turisti e penso che qui è dal 1200 che si compiono quegli stessi gesti sapienti e creativi. Su quest'isola l'esperienza, l'arte, ma anche la fatica del lavoro del vetro si misurano in secoli.
Read more...
 
Autunno a Noventa, il risparmio è cool
Written by Redazione   

designer_outlet.jpgUn inizio di autunno ad alto tasso di stile al Fashion Festival del Designer Outlet di Noventa di Piave (VE). Una giornata intera, sabato 29 settembre dalle 9 del mattino alle 9 di sera, dedicata ad importanti iniziative promozionali, per bissare anzi triplicare il successo delle iniziative precedenti che si erano tenute in primavera.

Con l’occasione i negozi del Centro aderenti all’iniziativa propongono i loro prodotti must have con una ulteriore riduzione del 70% sul prezzo outlet e altre offerte speciali. Nel corso della giornata sono previste sorprese e tanti appuntamenti pensati per tutta la famiglia con palloncini e zucchero filato offerti a tutti bimbi presenti.

 

Per l’Outlet di Noventa di Piave si tratta di un’occasione doppiamente speciale perché festeggia i 10 anni dalla sua apertura. Il taglio del nastro "griffato" avvenne il 24 settembre 2008 con 22 punti vendita, oggi Noventa di Piave Designer Outlet conta 157 negozi su una superficie di 32.000 mq di vendita, offre un parcheggio con tremila posti auto ed è divenuto un moltiplicatore costante di crescita economica per l'intero territorio coinvolto.

Nel 2017, dopo l'ennesima espansione, Noventa Outlet è stato visitato da oltre tre milioni e seicentomila persone di cui la metà provenienti dal comparto turistico e quest’anno si avvia a chiudere con un numero di visitatori in ulteriore crescita.

 

Read more...
 
Grandi passi. Tornano le passeggiate patrimoniali del Consiglio d'Europa
Written by Redazioneweb   

batteria-casabianca.jpgIl 22 e 23 settembre in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, organizzate dal Consiglio d’Europa in collaborazione con l’Unione Europea in oltre 50 Paesi, sono molti i luoghi coinvolti, seguendo il tema dell’edizione 2018: L’arte di condividere. In questo modo si vuole provare concretamente a costruire e creare vincoli sempre più stretti e di spessore tra i luoghi della cultura e i territori che li rappresentano, le comunità e i luoghi di riferimento. Partendo dal territorio, si pone un’ampia riflessione che indaga sulle tracce del passato comune, sulle tradizioni condivise, su scambi e contaminazioni, su storie di personalità o comunità che in passato hanno abitato i luoghi, su racconti e visioni di chi il territorio lo vede dal di fuori o con occhi diversi. Spetta all’Ufficio Italiano del Consiglio d’Europa che ha sede a Venezia, il compito di indirizzo e coordinamento di 56 iniziative in Italia anche grazie al partenariato con Federculture, i Club UNESCO, il Consiglio Regionale del Veneto, la Città di Venezia, Europe Direct Venezia e gli Ecomusei regionali. Di tali passeggiate sono 23 quelle che si svolgono in Veneto. La “passeggiata patrimoniale” promuove l’interazione dei cittadini con il patrimonio culturale. Attraverso le esperienze degli abitanti si svelano le straordinarie ricchezze dei nostri territori: dall’archeologia industriale all’architettura degli ultimi secoli, dalla Laguna ai fiumi.

Read more...
 
L’Arte di condividere. Galleria Franchetti alla Ca’ d’Oro per le Giornate Europee del Patrimonio
Written by Redazioneweb   
redentore-benedicente.jpgIn occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2018 la Galleria Giorgio Franchetti alla Ca' d'Oro propone un ricco calendario di appuntamenti dedicati alle raccolte e ai temi della conservazione.
Dalla presentazione dei risultati del delicato intervento di restauro realizzato presso l'ISCR - Istituto Superiore per la Formazione ed il Restauro di Roma, che ha coinvolto la fragilissima tela fiamminga attribuita a Giusto di Gand, alle visite guidate tematiche a settori importanti delle collezioni, fino all'apertura straordinaria serale al costo simbolico di 1 € nella serata di sabato, l'intento è quello di condividere con il più vasto pubblico le conoscenze di tecnici e specialisti, nonché gli esiti di nuovi studi e ricerche che sostanziano la vita del museo.
Read more...
 
Giornate Europee del Patrimonio: visite guidate e aperture straordinarie in Laguna e in Riviera
Written by Redazione   
entrata-isola.jpgIn occasione delle Giornate Europee del Patrimonio il 22 e 23 settembre, la Città metropolitana di Venezia e San Servolo srl, propongono ai cittadini e non un fine settimana all’insegna della condivisione del patrimonio e della storia, nelle diverse sedi del polo museale metropolitano composto dal Museo del Manicomio. La follia reclusa nell’Isola di San Servolo, dal Museo di Torcello nell’omonima Isola della laguna e da Villa Widmann Rezzonico Foscari in Riviera del Brenta, a Mira.
Read more...
 
Pizze a 5 stelle. It Is all about Pizza! @San Clemente Palace Kempinski
Written by Redazione   

gianni_calaon.jpgSuona inusuale andare a mangiare una pizza in uno dei ristoranti di un hotel di lusso situato in una lussureggiante isola della laguna di Venezia, invece It is all about pizza al San Clemente Palace Kempinski, venerdì 21 Settembre alle ore 19, è la serata dedicata ad uno dei cibi iconici a livello planetario.

La brillante idea di offrire agli ospiti e al pubblico esterno una degustazione gourmet a base di pizza presso il ristorante La Dolce prevede un originale Menù di sei portate, preparato dal campione mondiale di Pizza, Gianni Caolon, preceduto da un aperitivo ed assaggi realizzati da Antonio Calabrò, resident pizzaiolo dell'hotel. Calabrò è un pizzaiolo con la qualifica di chef e vanta un’esperienza pluriennale nella ristorazione di lusso.

 

Read more...
 
Il Mercato alla frutta. Rialto, la storia di una città
Written by Fabio Marzari   

pescerialto.jpg«Vendesi due banchi di pesce per 40.000 €». Non è una leggenda metropolitana favorita dall'afa estiva, è purtroppo una realtà che si rende del tutto evidente a chiunque passi in un normale giorno feriale al Mercato di Rialto. Quello che un tempo era l'orgoglio e la tradizione stessa di una città incredibile sta diventando lo spettro e la metafora del destino di Venezia, affollata di gente ma priva o quasi di individui. Senza cadere nel passatismo, è impossibile non essere tristi di fronte alla riduzione ai minimi termini di un luogo meraviglioso e pieno di vita, di colori, di suoni. Ciascuna famiglia veneziana mantiene dei ricordi indelebili legati al Mercato di Rialto, fare la spesa nei banchetti del pesce e della verdura era un'esperienza vera, che ammantava di magia anche un piccolo gesto quotidiano.

 

Ora ci si sente smarriti, rincorrendo l'eco di stagioni passate, di voci perdute, di odori che si mescolavano tra banchi ricolmi di un ricchissimo pescato e meravigliosa frutta e verdura lucente. Le donne dei banchetti, spesso con dita ricolme di anelli e con collane e orecchini luccicanti, nel loro essere popolane, ma con le tasche colme di denaro, davano lustro alla loro merce, in una sorta di recita quotidiana, fatta di una lingua goldoniana andata inesorabilmente perduta. E che dire dei pescivendoli, che con fare furbo strizzavano gli occhi alle Signore, in un gioco delle parti dove tutto era divertimento.

 

Ogni massaia aveva il suo banco di riferimento, io ricordo il pesce di Bruno, guai tradirlo: sembrava, secondo la mia Famiglia, che solo il suo pesce fosse perfetto e sempre freschissimo, e sinceramente lo era!

Read more...
 
Colombia, il Paese della gustosità!
Written by F.M.   

1.jpgLa Colombia è un Paese del Sud America che è riuscito a riconquistare con la diplomazia e la politica un ruolo di primo piano nello scenario complesso di quella parte di continente americano in bilico tra democrazia e populismo, tra sviluppo economico e terzo mondo. Venezia, città aperta ed accogliente, nella sua rete di uffici consolari, onorari o non, ospita, nel cuore della città, a due passi dal ponte di Rialto e dal Fondaco dei Tedeschi, il Consolato Onorario di Colombia, incarico affidato al dott. Mattia Carlin, un filosofo d'impresa, che ha saputo sin da subito interpretare la ratio del suo Ufficio, con un approccio aperto all'ascolto e al confronto con vari soggetti economici e non solo del Territorio Veneto. Molte sono le attività in cantiere, tra cui il "Burchiello Diplomatico" che è stato un autentico propulsore di attività di connessione tra le rappresentanze diplomatiche e consolari di vari Paesi e imprenditori e professionisti locali.

 

Il Console Carlin si è avvalso dell'esperienza e della abilità di un diplomatico di lungo corso, l'Ambasciatore Umberto Vattani, che dal suo osservatorio di Presidente di Venice International University, nell'isola di San Servolo, ben conosce le potenzialità e il richiamo della città di Venezia verso il mondo. Da nazione capofila del narcotraffico mondiale a Paese "più felice al mondo" come è risultato essere secondo un'indagine condotta da Win Gallup Association. Sono state interpellate 66mila persone provenienti da 68 Paesi e secondo la ricerca l'87% degli intervistati colombiani ha dichiarato di essere felice, solo il 2% ha detto di sentirsi infelice, ottenendo così un “punteggio felicità” pari all'85%, una cifra che supera la media mondiale e raddoppia quella degli Stati Uniti.

 

Quali sono i motivi che rendono questo Paese così amato dai suoi abitanti? In primis la natura e la posizione geografica, dal Mar dei Caraibi all'Oceano Pacifico, dalla foresta amazzonica alle Ande, la Sierra Nevada e il deserto Tatacoa. Inoltre il clima, non si presentano molti cambiamenti stagionali nel corso dell'anno e la temperatura della Colombia varia in base alle precipitazioni.

Read more...
 
Stregati dalla luna. Sulla terrazza dell'Hilton per un'eclissi eccezionale
Written by F.M.   

molino-stucky-hilton-dusk-1680x940.jpgIl 27 luglio è prevista una significativa eclissi lunare, infatti proprio in quella notte il cielo offre uno spettacolo unico: la più lunga eclissi lunare del secolo della durata di 103 minuti. Il massimo dell'eclissi si avrà alle 22.22 e la Luna apparirà rossa per la rifrazione della luce del Sole sull'atmosfera terrestre. In Italia il fenomeno sarà visibile anche ad occhio nudo quasi nella sua interezza. La Luna, infatti, sorgerà pochi minuti prima delle 21, ora italiana, verso sud est, già in fase di attraversamento del cono d'ombra della Terra.

 

Dall'alta e panoramicissima terrazza del Molino Stucky Hilton si riesce a vivere in maniera spettacolare e unica l'eccezionale fenomeno in una serata denominata Lunar Eclipse. Dalle 21 con la speciale narrazione di sei astrofili del Circolo Astrofili “Guido Ruggeri” di Mestre è possibile assistere, anche attraverso i loro telescopi, all'eclissi.

Read more...
 
Sanpellegrino, che esperienza esagerata! Il Bar Meraviglia a Forte Marghera
Written by Fabio Marzari   

bar-meraviglia_1200x800.jpgForte Marghera è divenuto da qualche anno il punto nevralgico delle serate in terraferma, un ambiente suggestivo, a due passi dalla città, servito dai mezzi pubblici, con un parcheggio capiente e soprattutto con una serie di spazi al suo interno che lo rendono unico e versatile.

 

Sanpellegrino, marchio celebre delle bibite Made in Italy, osannato in tutto il mondo, non si è lasciato sfuggire l'occasione di proporre fino al 29 luglio il Bar Meraviglia in Tour - l’experience temporary bar delle Bibite Sanpellegrino - con un calendario di appuntamenti esclusivi per valorizzare le atmosfere del Mediterraneo. Dopo la tappa di Ortigia, la splendida isola urbana di Siracusa, è a Forte Marghera, propagine urbana tra terra e acqua, che si possono trovare divertimento e relax in compagnia delle bibite e di tasting experience, sessioni di mixology tenute da bartender, workshop per imparare le prime nozioni della miscelazione e performance musicali con ospiti d’eccezione.

Read more...
 
Feliz cumpleaños Colombia!
Written by Redazioneweb2   

img-20180719-wa0012.jpg

 

Il 20 luglio si è festeggiato l'anniversario numero 208 dell'indipendenza nazionale di Colombia. Una pagina di storia poco conosciuta, che è nata dal sogno di Simon Bolivar di unire in un unico stato tutti i paesi dell'America Latina. A Roma a Villa Borghese si trova una statua dedicata a Simón José Antonio de la Santísima Trinidad Bolívar y Palacios de Aguirre, Ponte-Andrade y Blanco, noto come Simón Bolívar, ed è un legame saldo quello che unisce l'Italia all'America Latina, specie con la Colombia.

 

Nella splendida terrazza degli Aranci del Roma Waldorf Astoria Cavalieri, con un magnifico panorama sulla Città, e molto vicino alla Farnesina, il Ministero degli Esteri Italiano, da cui dipartono note e missioni che regolano i rapporti tra le nazioni e soprattutto tra i popoli, si è svolta la festa per il “compleanno” della Colombia, ospiti dell'ambasciatore in Italia Juan Mesa Zuleta e signora Maria Beatriz Palaez Andrade e alla presenza del Ministro degli Esteri María Ángela Holguín Cuéllar.

Read more...
 
SPECIALE REDENTORE 2018 | When dreams come true
Written by Fabio Marzari   
image001.jpg

Il Redentore è il sogno di una notte di mezza estate vissuto in versione collettiva da tutta Venezia. Per qualche ora l'atmosfera sognante della città diviene una sorta di rito lisergico in cui infiniti colori dipingono il cielo e le architetture con miliardi di sfumature che trasformano il tempo in una piacevolissima e sana allucinazione. All'interno dei riti popolari c'è lo spazio per ritagliarsi dei momenti più privati e ancor più mirabolanti, il Metropole in Riva degli Schiavoni ha preparato per l'occasione della festa del Redentore una serata-evento in piena sintonia con la magnificenza del contesto.

La padrona di casa Gloria Beggiato ha ideato un' esplosiva atmosfera nello spazio del segreto giardino degli agrumi, una lussureggiante oasi verde di palme e profumatissimi gelsomini dal fascino esotico ed orientale. Gli ospiti, calati in un contesto magnifico, accompagnati dalle note live di un quartetto che interpreta melodie anni 60/70/80 e jazz, possono gustare le prelibatezze create dallo Chef stellato Luca Veritti che ha ideato un menù speciale a base dei migliori ingredienti di stagione e gli immancabili sapori della tradizione veneziana con una notevole selezione di vini.
Read more...
 
Daily normality
Written by Fabio Marzari   

venecia32.jpg

Do.Ve is a trade association of shopkeepers, craftsmen and residents in Dorsoduro, Venice. Sounds ordinary enough, but what is new and interesting is the original approach these people have: «We believe that critical voices that only talk about what is wrong with Venice don’t tell the whole story and are short-sighted and unjust more often than not. For this reason, a collective of people who work and live in Venice want to show a real, positive image of the city».

 

Some 100 participants joined the association in this area of Venice where life seems to be real and ordinary: college students, food parlors, art shops… all businesses are an integral part of the city’s very fabric. All participants committed to promote this area of the city that is artistically important, though sometimes neglected by visitors. They also promote positive examples of touristic activities that can be new and original, unlike the usual, trite pasture fields day visitors wander in elsewhere in Venice!

Read more...
 
A prêt-à-manger collection T Fondaco, your best memory of a Venetian holiday
Written by Marzio Fabi   

t-fondaco-dei-tedeschi-4.jpgSince its opening, T Fondaco dei Tedeschi has been renowned as a place of excellence in the world of high-end retail. This means fashion, though not exclusively. At the ground floor, T Fondaco houses an expansive gallery of food shops with the best and most iconic Italian production.

Read more...
 
Venice, once over Heureka, a new design hotel in town
Written by Fabio Marzari   

private_garden_2-keyc--835x437ilsole24ore-web.jpgThere are travellers who prefer the hidden place, places of comfort and luxury, maybe, but detached from the busiest avenues – namely, the Grand Canal and its prominent hotels. Catering to the needs and wishes of these travellers is Heureka Hotel, in Cannaregio. After what feels like finding your way out of a maze is a fount of solace and comfort to regenerate after a long day out. A hidden, lush garden will ease you into a sense of serenity, of slow travel, within touch with the calm, still physicality of Venice. Ten rooms, each with a different character, where modernity adapts to the history of the perfectly renovated building.

Read more...
 
Soggiorni virtuosi
Written by F.M.   

energy_observer_a_venezia_2.jpgl Gruppo AccorHotels, una delle più importanti realtà nel mondo dell'hotellerie, ha assunto un impegno concreto a favore dell'ecosostenibilità delle proprie strutture, divenendo partner principale di una delle più grandi spedizioni degli ultimi tempi: Energy Observer, il primo vascello a propulsione elettrica alimentato da energie rinnovabili e idrogeno che sta compiendo il giro del mondo. Questa imbarcazione per molti versi fantascientifica fa tappa a Venezia fino al 15 luglio.

 

AccorHotels è partner di Energy Observer dal 2015; in parallelo a questa iniziativa, il Gruppo ha creato una partnership tecnica e tecnologica con CEA Tech, laboratorio di ricerca applicato, specializzato in energia alternativa e fornitore tecnologico del vascello. L’idea alla base della collaborazione è quella di testare le installazioni energetiche del vascello in alcuni hotel appartenenti al gruppo per poi prendere in considerazione un utilizzo su larga scala.

Read more...
 
SPECIALE REDENTORE 2018 | I fondamentali
Written by Redazioneweb2   

redentore.jpeg

 

LA STORIA | THE STORY

Nella seconda metà del Cinquecento, in soli due anni, la peste nera si portò via più di un terzo della popolazione. Il Senato veneziano diede così ordine di costruire la Chiesa del Redentore come ex voto per liberare la città da questo flagello. Nel luglio del 1577 la peste fu debellata e vennero proclamati tre giorni di grande festa che da allora ha il suo fulcro alla Giudecca, le cui rive, occupate da decine di tavole imbandite, risplendono di lampioncini gialli. In the late 1500s, the black plague wiped out more than a third of the population of Venice in two years. The Venetian Senate ordered the construction of the Redentore Church as a vow to set the city free from the disease. In July 1577, the plague was over. Since that day, the Redentore feast is centred in the Giudecca Island.

 

 

 

 

 

 

 

chiesa_del_redentore_retouched.jpg

 

CHIESA | THE CHURCH

Commissionata ad Andrea Palladio dal Senato veneziano, la Chiesa del Redentore rappresenta uno dei massimi capolavori architettonici del Rinascimento e fu terminata dopo la morte del celebre architetto (1580) da Antonio da Ponte, che ne rispettò fedelmente il progetto. La facciata, che a distanza emana il fascino di un bassorilievo, ha il tipico impianto palladiano con i timpani spezzati dalle semicolonne e l’elemento orizzontale che la contiene e la geometrizza. L’interno, intonacato di bianco, ha la grandiosa semplicità del tempio classico. La chiesa e la sagrestia sono ricche di opere d’arte di grande importanza fra cui spiccano i lavori di Tintoretto, Francesco Bassano, Paolo Piazza, Palma il Giovane e Alvise Vivarini. Commissioned to Andrea Palladio by the Government of Venice, the Redentore Church is a masterpiece of Renaissance architecture and was completed after the death of Palladio himself (1580) by Antonio da Ponte, who kept true to the original design. The façade is as fascinating as a bas-relief and shows the typical Palladian style of split tympanum, half-columns, and a horizontal elements encircling the two. The whitewashed interior is as majestic as a classical temple. The church and the sacristy are decorated with beautiful masterpieces by Tintoretto, Francesco Bassano, Paolo Piazza, Palma il Giovane, and Alvise Vivarini.

Read more...
 
SPECIALE REDENTORE 2018 | La Notte Famosissima
Written by Redazioneweb   

redentore-due.jpgIl fresco dei freschi è naturalmente quello della vigilia del Redentore, vigilia di una solennità religiosa fattasi festa mondana, sagra e baccanale, con ciambelle e frittelle accanto alle candele benedette, con cene a base di polli arrostiti e di vin generoso, e musiche sacre e profane, e fuochi di artificio e quell’andar vagando di notte sull’acqua e per i giardini della Giudecca che era certo il divertimento più grande.

 

La peste del 1575-76 che aveva colpito con estrema violenza tutta Italia, città e campagne, non aveva lasciata immune Venezia già detentrice da secoli di un triste primato, certo dovuto ai suoi frequentissimi rapporti con l’Oriente. Più di sessanta epidemie del terribile morbo registrano le cronache dal 954 in poi. Eppure il governo veneto fin dalla fine del Duecento aveva invitato a Venezia medici famosi a curar gratuitamente i poveri ed era stato il primo a iniziare provvidenze profilattiche, imitate poi da tutta Europa. Era stato istituito per questo un apposito Magistrato alla Sanità, composto di tre membri eletti dal Maggior Consiglio, cui erano stati aggiunti poi due Senatori. Esso doveva – e assolveva il suo compito con proverbiale avvedutezza – sorvegliare i medici, i farmacisti, le levatrici, gli ospedali, i cimiteri, le meretrici, i commestibili, ma sopra tutto indagare sulle persone e sulle merci, persino sulle corrispondenze, provenienti dal mare, il tutto sottoponendo a contumacia sopra i vascelli stessi – le navi sospette dovevano alzare bandiera gialla – o nei lazzaretti. 

Read more...
 
More...
<< Start < Prev 1 2 3 Next > End >>

Results 1 - 70 of 153