VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Tre Manifesti. Lucio Fontana e lo Spazialismo a Venezia
Tre Manifesti. Lucio Fontana e lo Spazialismo a Venezia
di Giorgia Scarpa   

spazialisti.jpgTempo e spazio: queste le dimensioni che Lucio Fontana credeva trascurate dall’arte contemporanea, eppure cariche di potenziale. Nasce così il suo Manifiesto Blanco, che nel ‘46 traccia le linee di un movimento destinato a sfidare ancora una volta i dettami dell’arte: lo Spazialismo. Tre sedi - la Galleria di Piazza San Marco, Palazzetto Tito della Fondazione Bevilacqua La Masa e Forte Marghera -, un’unica grande mostra curata da Giovanni Granzotto, con più di 150 opere provenienti da prestigiose collezioni private: Spazialisti a Venezia, fino al 16 settembre.

 

La mostra restituisce quel periodo magico e irripetibile che fu l’esperienza spazialista nella città lagunare dove - sotto l’influenza della Biennale del ‘48 e di Carlo Cardazzo, titolare della Galleria del Cavallino a Venezia, centro di diffusione del pensiero spaziale (gli ultimi due manifesti videro la luce a Venezia nel 1953) - crebbe un gruppo di autentici fuoriclasse della pittura.

 

Nella Galleria di Piazza San Marco sono raccolte opere, datate fra la seconda metà degli anni ‘40 e l’inizio degli anni ‘60, di Fontana e di coloro che ne condivisero la ricerca artistica: tanto i firmatari dei Manifesti, Guidi, Deluigi, Tancredi, Morandis, Bacci, De Toffoli e Vianello, quanto chi, come Finzi, Licata, Rampin, Gaspari e Gasparini, pur non sottoscrivendoli, ne abbracciò i propositi. A Palazzetto Tito protagonisti sono gli artisti più giovani influenzati dal movimento, con una piccola sezione interamente dedicata alle marine spaziali di Guidi. Parallelamente, a Forte Marghera trova spazio la grafica, con alcune opere coeve e alcune successivamente edite dalla stamperia Fallani.

 

 

«Spazialisti a Venezia»

Fino 16 settembre

Galleria di Piazza San Marco, Palazzetto Tito, Forte Marghera

www.comune.venezia.it