VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow VENICENESS arrow Grandi passi. Tornano le passeggiate patrimoniali del Consiglio d'Europa
Grandi passi. Tornano le passeggiate patrimoniali del Consiglio d'Europa
di Redazioneweb   

batteria-casabianca.jpgIl 22 e 23 settembre in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, organizzate dal Consiglio d’Europa in collaborazione con l’Unione Europea in oltre 50 Paesi, sono molti i luoghi coinvolti, seguendo il tema dell’edizione 2018: L’arte di condividere. In questo modo si vuole provare concretamente a costruire e creare vincoli sempre più stretti e di spessore tra i luoghi della cultura e i territori che li rappresentano, le comunità e i luoghi di riferimento. Partendo dal territorio, si pone un’ampia riflessione che indaga sulle tracce del passato comune, sulle tradizioni condivise, su scambi e contaminazioni, su storie di personalità o comunità che in passato hanno abitato i luoghi, su racconti e visioni di chi il territorio lo vede dal di fuori o con occhi diversi. Spetta all’Ufficio Italiano del Consiglio d’Europa che ha sede a Venezia, il compito di indirizzo e coordinamento di 56 iniziative in Italia anche grazie al partenariato con Federculture, i Club UNESCO, il Consiglio Regionale del Veneto, la Città di Venezia, Europe Direct Venezia e gli Ecomusei regionali. Di tali passeggiate sono 23 quelle che si svolgono in Veneto. La “passeggiata patrimoniale” promuove l’interazione dei cittadini con il patrimonio culturale. Attraverso le esperienze degli abitanti si svelano le straordinarie ricchezze dei nostri territori: dall’archeologia industriale all’architettura degli ultimi secoli, dalla Laguna ai fiumi.

Info e prenotazioni www.coe.int

Programma delle passeggiate patrimoniali in Veneto:


L’Ossario all’origine dell’odierno turismo storico – Comune di Sommacampagna (Vr)
22-23 settembre h. 9.30/12.30/15.30/18.30
 
Il Santuario di Madonna del Monte meta del pellegrinaggio spirituale. Da San Francesco alla tradizione popolare – Comune di Sommacampagna (Vr)
22 settembre h. 15

Le corti agricole. Là dove, con la condivisione, è nata la comunità – Comune di Sommacampagna (Vr)
23 settembre h. 15

Dalle Botteghe alla Gondola: l’artigianato veneziano si rivela – El felze (Ve) 
22 settembre h. 9.30 (Madonna dell’Orto) h. 15 (Campo Santa Margherita)

La cultura del fosso – Comune di Arzergrande (Pd) 
22 settembre h. 9-17

Dopo le fabbriche: passeggiata nei luoghi della riconversione industriale della Giudecca – Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea (Ve) 
22 settembre h. 9 (Mulino Stucky Hilton)

Mandato al logo di pietà – Soprintendenza archivistica e bibliografica del Veneto e del Trentino Alto-Adige e Istituto Provinciale Santa Maria della Pietà di Venezia  (Ve)
22 settembre h. 10-12

Alla scoperta della Batteria Ca’ Bianca Angelo Emo e alla scoperta del forte Paperino – FORT in FEST (Ve) 
22-23 settembre h. 10-17

Il Museo Civico della Ceramica di Nove e Palazzo Baccin – Comune di Nove (Vi) 
22 settembre h. 10-13

C’era una volta… Murano – Fondazione Musei Civici di Venezia
(Ve) 
22 settembre h. 10 (fermata: Colonna)

La storia in musica, musica e paesaggi culturali in scena “wohin” martiri di una Europa divisa, oggi in pace
– Arti Rappresentazione (Vi)
22 settembre h. 16

Dal borgo di Pontecasale al duomo di Candiana
– Progetto Policoro (Pd) 
23 settembre h. 10.30

Nizioleti veneziani: saoneri, caegheri, remeri e altri mestieri
– Limosa guide ambientali / SlowVenice Network (Ve) 
23 settembre h. 10 (Piazzale Roma)

Da Abbazia ad Abbazia – Progetto Policoro (Pd) 
( Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo )

Riscoprendo San Felice – Comune di Chioggia e Comitato per il Forte San Felice (Ve) 
22 settembre h. 15-18

San Michele Vecchio fra credenze popolari e verità storiche – Comune di Quarto d’Altino (VE)
22 settembre h. 9.30-12.30

L’arte applicata a Treviso, un patrimonio che vive nel tempo – gli strappi e i distacchi di affresco – Movimento etico culturale Tarvisium Gioiosa, Ass. Gioiosa et Amorosa (Tv)
22 settembre h. 15.30

L'arte applicata a Treviso, un patrimonio che vive nel tempo – richiami antichi
– Movimento etico culturale Tarvisium Gioiosa, Ass. Gioiosa et Amorosa (Tv)
23 settembre h. 10

L’arte applicata a Treviso, un patrimonio che vive nel tempo – opere in metallo
– Movimento etico culturale Tarvisium Gioiosa-Ass. Gioiosa et Amorosa (Tv)
23 settembre h. 15.30

Storia e cultura, bacche e natura – Villavanzo sas (Pd)
22-23 settembre (prenotazioni: www.villavanzo.com)

L’Isola del Lazzaretto Vecchio – Archeoclub di Venezia (Ve)
23 settembre h. 10-18

Gli itinerari del vetro di Abate Zanetti – Abate Zanetti s.r.l. (Ve)
22 settembre h. 11-12.30


Passeggiate Patrimoniali organizzate dal Comune di Venezia al di fuori delle Giornate Europee del Patrimonio:

Il Centro Storico di Mestre e i dintorni di Piazza Ferretto: sulle tracce di vecchie aziende non più attive e imprese commerciali
28 Settembre h. 17

punto di ritrovo: di fronte alla chiesa di San Rocco, via Manin


Tra via Cappuccina, Via Dante e Via Piave già sito industriale “Bandiera”
30 Settembre h. 17

punto di ritrovo: duìi fronte ingresso Biblioteca VEZ, Piazzale Donatori di Sangue


Alla scoperta della storia di Mestre dalle mura medievali a via Palazzo, dalla Torre a Piazza Ferretto

30 Settembre h. 17

punto di ritrovo: Giardinetti di via Torre Belfredo


Le chiese del Centro di Mestre: San Girolamo, San Rocco, San Lorenzo
30 Settembre h. 17

punto di ritrovo: di fronte alla chiesa di San Girolamo, via San Girolamo


Macaè e Villaggio San Marco
30 Settembre h. 17

punto di ritrovo: angolo colonna Coin Piazza Barche

 


 
Il Consiglio d’Europa
Fondato nel 1949, è la principale organizzazione di difesa dei diritti umani, della democrazia e dello stato di diritto del continente. Include 47 Stati membri, tra cui l’Italia
Tutti gli Stati membri del Consiglio d’Europa sono firmatari della Convenzione europea dei diritti dell’uomo, un trattato concepito per proteggere i pilastri su cui si basa l’Organizzazione.
La Corte europea dei diritti dell’uomo supervisiona l’attuazione della Convenzione negli Stati membri. Individui singoli possono denunciare violazioni dei diritti umani alla Corte di Strasburgo, una volta che tutte le possibilità di appello siano state esaurite nello Stato membro in questione.