VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow Storie oltre il tempo. La Giornata Europea della Cultura Ebraica a Venezia
Storie oltre il tempo. La Giornata Europea della Cultura Ebraica a Venezia
Written by F.M.   

storytelling_-_le_storie_siamo_noi.jpgIn occasione della XIX Giornata Europea della Cultura Ebraica, che in Italia quest'anno si tiene il 14 ottobre, il Museo Ebraico di Venezia ha deciso di partecipare con numerose attività speciali: «Il tema di quest’anno è lo Storytelling e noi in varie forme – dice Michela Zanon, Direttore Coopculture del Museo - raccontiamo la storia del nostro ghetto e delle personalità che lo hanno attraversato».

 

Fino al 4 novembre il Museo Ebraico ospita la mostra fotografica di Dina Goldstein, Snapshots from the Garden of Eden, serie commissionata all’artista dal Contemporary Jevish Museum di San Francisco. Una prima europea per gli scatti di Dina Goldstein, con il loro suggestivo bianco e nero, in cui accostando miti biblici e vita quotidiana si sono create immagini dal potente impatto narrativo che forniscono una chiave di lettura del tutto originale nel guardare alle storie della tradizione ebraica. Gli episodi e i protagonisti delle storie rappresentate sono inserite per lo più in tempi e spazi contemporanei che producono nel pubblico un effetto fortemente straniante, fra le altre quella di un uomo intento a modellare un moderno robot Golem, il gigante d’argilla al servizio del suo stesso creatore, o ancora un re Salomone dall'aria lasciva che giace in un letto tra due donne discinte.

 

Sono fotografie che interpretano e ripropongono in chiave inedita antiche storie ebraiche permettendo di raccontarle e di leggerle sotto altri punti di vista. Una mostra in cui si mescolano tradizione e provocazione, attraverso la lente dell'artista, in un continuo rimando ad archetipi culturali e a narrazioni ispirate al subconscio e alla condizione umana, espressi attraverso una tecnica cinematografica. Appoggiandosi al linguaggio visivo del surrealismo pop, Goldstein mette in scena composizioni narrative che vogliono sradicare il pregiudizio, sfidando le nozioni di bellezza, genere, sesso e religione. Il suo lavoro è oggetto di saggi e articoli apparsi sui media di tutto il mondo ed è studiato in moltissime scuole d'arte.

 

Durante la giornata del 14 ottobre, il Museo sarà aperto con orario continuato dalle 10 alle 17.30, con ingresso gratuito alla mostra di Dina Goldstein, ma anche alle sinagoghe Tedesca, Canton e Spagnola.

 

La performance di silent play Raccontami una storia di Paola Rossi, prodotto da CoopCulture / La Piccionaia, coinvolgerà il pubblico con l’utilizzo di radioguide, a gruppi di 30 persone per volta, a ciclo continuo, in un’esperienza di ascolto attivo e immersivo della durata di 15 minuti. Una voce narrante conduce il gruppo di partecipanti, li interroga, racconta brevi storie, propone loro di compiere dei gesti, in una trama delicata in cui ognuno è libero di rispondere a suo modo. Il gioco si affaccia leggero all’orizzonte dei grandi temi della narrazione: il tempo e le generazioni, il ricordo e la nostalgia, il desiderio e la sconfitta, l’identità e la relazione. La stessa iniziativa si svolgerà anche nei Musei ebraici, sempre condotti da CoopCulture, di Firenze, Siena e Padova.

 

Programma completo delle attività:

 

h. 9.30

Visita guidata gratuita all’antico cimitero ebraico a cura di Aldo Izzo

Lido riviera S. Nicolò


 

h. 10.30

APERTURA GIORNATA

Coordina Enrico Levis


Saluto autorità;

Introduzione alla giornata rav Scialom Bahbout: Il midrash, la narrazione

a seguire, Laura Forti e Enrico Fink: Case in fiamme, l’urgenza del racconto

Sala Montefiore, Cannaregio 1189


 

h. 11.00/15.00 talk al giardino segreto della Scola Spagnola

h. 11.30/15.30 talk al museo: Il Midrash


h. 12.00/16.00 talk alla mostra: La narrazione di Dina Goldstein


h. 12.30/16.30 talk al museo: gli oggetti raccontano



h. 18.00 Concerto Amen Amin Aman Canti ebraici dall’antichità ad oggi

Delilah Gutman, voce cantata e parlata; Raphael Negri, violino.
Sala Montefiore, Ghetto Vecchio

 

XIX Giornata Europea della Cultura Ebraica

14 ottobre 2018

Museo Ebraico di Venezia e vari luoghi in città

www.museoebraico.it