VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Dialogare con il caso. Willy Ronis e l’istante perfetto del fotografo
Dialogare con il caso. Willy Ronis e l’istante perfetto del fotografo
di Redazioneweb   
ronis1.jpgSondare il mondo della fotografia attraverso grandi figure del Novecento, che hanno lasciato scatti indelebili e imprescindibili per l’evoluzione della tecnica e per la ricerca formale dell’immagine, è la mission della Casa dei Tre Oci e di Denis Curti, che della Casa è direttore artistico. La mostra in corso dedicata a Willy Ronis, uno dei maggiori interpreti della fotografia del Novecento, attraverso 120 immagini vintage permette al pubblico di approfondire la corrente umanista francese, che vide protagonista il fotografo insieme a maestri quali Brassaï, Gilles Caron, Henri Cartier-Bresson, Raymond Depardon, Robert Doisneau, Izis, André Kertész, Jacques-Henri Lartigue e Marc Riboud.

 

Fu un movimento codificato da un manifesto programmatico, che dimostrava il suo interesse verso la condizione umana e la quotidianità più semplice e umile, per scoprirvi un significato esistenziale universale. Attraverso le sue immagini, Ronis sviluppa una sorta di micro-racconti costruiti partendo dai personaggi e dalle situazioni tratte dalla strada e dalla vita di tutti i giorni, che lo portano a estasiarsi davanti alla realtà e a osservare la fraternità dei popoli. Se le sue fotografie corrispondono, in una certa misura, a una visione ottimista della condizione umana, non celano l’ingiustizia sociale e le condizioni delle classi più povere e operaie.


I suoi scatti e i suoi testi raccontano un artista desideroso prima di tutto di esplorare il mondo, spiandolo in segreto, aspettando pazientemente che esso gli sveli i suoi misteri. Ai suoi occhi è più importante ricevere le immagini che andarle a cercare, assorbire il mondo esteriore piuttosto che coglierlo e, da qui, costruire la sua storia.


Questo aspetto preminente della poetica visiva di Ronis è al centro del convegno in programma martedì 20 novembre alle ore 15 alla Casa dei Tre Oci. Willy Ronis. Dialogare con il caso sarà caratterizzato dagli interventi del direttore artistico dei Tre Oci, Denis Curti, che affronterà il tema della casualità nella fotografia; di Laura Serani, curatrice e presidente della giuria per la fotografia della Fondation Les Treilles di Parigi con Willy Ronis. L’impegno, l’empatia, la poesia del quotidiano; e della docente di letteratura contemporanea all’Università Lumière Lyon2 Martine Boyer con Padri, padroni e young (wo)men nella Francia del baby-boom. A seguire Poeticamente Ronis, un percorso a cura di BarchettaBlu con Marina Zulian, Sabina Italiano e i musicisti Marco Centasso e Alberto Collodel. Ingresso libero su prenotazione.
willy-ronis-in-mostra-a-tre-oci-8.jpg

«Willy Ronis. Fotografie 1934-1998»
Fino 6 gennaio 2019
Casa dei Tre Oci, Giudecca - Venezia
www.treoci.org



>>>CONVEGNO<<<

Willy Ronis. Dialogare con il caso

20 novembre h. 15 Casa dei Tre Oci

Ingresso libero su prenotazione
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo | t. 0412201233