VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow MUSICA arrow Lamezia-Venezia, andata e ritorno. Brunori Sas alla Fenice
Lamezia-Venezia, andata e ritorno. Brunori Sas alla Fenice
di Fabio Marzari   

brunori-23_03_geox-0069.jpgUna serata speciale quella del 19 dicembre alla Fenice di Venezia, con il concerto di Brunori Sas. L'appuntamento di Natale ideato da Veneto Jazz ospita il cantautore calabrese Dario Brunori, che ha preso in prestito il nome della ditta di famiglia di materiali edilizi. Con il suo album di esordio Vol.1 si aggiudica il premio Ciampi 2009 come miglior disco d’esordio e la Targa Tenco 2010 come miglior album esordiente. Da allora è stato un crescendo di successi, vissuto sempre con l'arguzia e la ritrosia di chi è nato e cresciuto in un paesino calabro di poche anime. «Se sono sempre così diffidente nei confronti del mondo contemporaneo è perché quel paesino addormentato sul cocuzzolo me lo porto sempre dentro, anche a distanza di trent’anni, anche a distanza di chilometri, anche a costo di cadere nel cliché. D’altro canto non posso negare a me stesso che vi sia un certo piacere nel tenere sempre un piedino nella provincia familiare ferma agli anni Ottanta e l’altro nella metropoli che non ti degna di uno sguardo».

 

Dario Brunori nasce a Cosenza nel 1977, ma cresce in due piccoli paesini di provincia, dove comincia a suonare la chitarra per scappare alla noia. Dopo la maturità, si trasferisce in Toscana dove si laurea in Economia e Commercio presso l’Università di Siena. Proprio qui Dario ha le prime esperienze musicali, con il collettivo Minuta, etichetta svizzera con cui nel 2003 pubblica degli album di musica elettronica. Nel 2005, si unisce ai Blume, band fiorentina composta da Matteo Zanobini e Francesca Storai. Con loro pubblica l’album In tedesco vuol dire fiore, che riscuote anche un discreto successo. Contemporaneamente, Dario diventa autore di canzoni e musiche per alcune serie d’animazione televisive, attività che prosegue tuttora.

 

brunori-23_03_geox-0099.jpgCon 4 album da solista, una colonna sonora per una commedia di successo, un programma televisivo e alcune produzioni musicali, Brunori Sas può considerarsi molto di più di un “cantastorie”, come è stato definito all’inizio della sua carriera. Durante la visita alla grande mostra dedicata a Frida Kahlo al Mudec di Milano, nei primi mesi del 2018, una delle stanze più toccanti nel racconto della vicenda umana e artistica di Frida, conteneva un brano a commento di un video, scritto proprio da lui e intitolato Diego e io, nota poetica struggente e matura che si inseriva perfettamente nel percorso di visita e sottolineava la storia di un amore con il linguaggio di Brunori, ammantato di un poetico realismo.

 

Brunori Sas riporta la voce di una generazione “di mezzo”, nata analogica ma convertitasi in fretta al digitale, è un autore capace con i suoi testi di non cedere ad alcun 'fighettismo' senza cadere nell'abisso del finto impegno politico-sociale che infiniti danni addusse a noi tutti poveri ascoltatori di note. La musica può essere colta e raffinata, bella e piacevole, ascoltabile anche nelle radio meno di nicchia, senza essere mai banale. A Venezia per il suo primo concerto alla Fenice, è accompagnato dall’ensemble del Quartetto d’Archi di Torino con Edoardo De Angelis e Umberto Fantini al violino, Andrea Repetto alla viola, Manuel Zigante al violoncello e con Emilio Eria alla viola e Federico Marchesano al contrabbasso diretti da Stefano Amato, con arrangiamenti composti espressamente per l'occasione.

Brunori Sas
19 dicembre Teatro La Fenice
www.venetojazz.com