VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow VENICENESS arrow NATALE 2018 | Te piace 'o presepe?
NATALE 2018 | Te piace 'o presepe?
Written by Fabio Marzari   

presepe-image-14.jpgCi risiamo, è di nuovo tempo di Natale, come ogni anno in questo periodo siamo a raccontare di molte iniziative volte a rendere migliore quest’ultimo scorcio di 2018. Ecco, allora, un fiorire di spettacoli teatrali, concerti in Basilica, alla Fenice, in varie chiese e non solo, e poi ancora cori, balletti, feste per scambiarsi gli auguri, annessi e connessi. Tuttavia mai ci fermiamo a indagare il senso profondo di questa festa collettiva che bene o male coinvolge tutti noi e contro la quale non basta l’antivirus verbale del “io non sopporto il Natale!”. Si cade nella memoria di altri natali, che sembrano lontani anni luce, in cui lo stupore della festa era un po’ meno artefatto.

 

Ora è quasi banale parlare del Natale, così come gli alberi che sono apparsi in qualche caso già alla fine di ottobre sembrano parte di un copione stantio cui nessuno pare dare molto credito. Dopo l’ubriacatura del black Friday, in cui tutti sembravano impegnati a spuntare l’affare migliore, scatta ora la banalità del regalo, la celebrazione stanca di un rito consumistico di cui però non si può fare a meno, non foss’altro che dietro ad ogni acquisto più o meno inutile c’è comunque un tema economico.

 

Verrebbe da commentare malignamente che se il prossimo Natale ancora saremo governati dai giallo-verde, potremo capire se nel controllo delle spese morali o meno derivate dal reddito di cittadinanza ci saranno il torrone e il cotechino con le lenticchie...

 

Tornando al 2018, il Natale a Venezia è orfano dell’elegante iniziativa delle luci a Dorsoduro di My Christmas Venice, che ammantavano di magia un pezzo tra i più suggestivi della città. Il mancato coordinamento tra pubblico e privato ha portato a questa assenza; non ci resta purtroppo che sperare che possa ritornare con maggior vigore nei prossimi anni.

 

arte-ferrigno-san-gregorio-armeno-504.jpgUn segno dei tempi è dato dalla rinascita dei presepi, rivitalizzati in chiese e spazi privati sparsi in città, e che più estesamente nel nostro Paese hanno trovato in uno degli iconici templi laici del consumismo, la Rinascente Milano di Piazza Duomo, uno spazio dedicato all’arte presepiale di Ferrigno, lo storico maestro della tradizione napoletana di San Gregorio Armeno. È facile prevedere come i magnifici presepi della scuola napoletana diventeranno ambiti oggetti d’arredamento in ricche case meneghine ad alto contenuto di design, ed è risaputo che le mode iniziano a Milano e poi si propagano a macchia di leopardo nel resto del Paese...

 

Tornando a Venezia, è dall’arte che ancora una volta si dipana il racconto natalizio, e siamo fieri di poter offrire ai lettori il bellissimo brano di Giandomenico Romanelli che punta l’attenzione sulla pala del presepe che si trova nella chiesa di san Giobbe, dipinta dal Savoldo. Un’occasione anche per poter visitare un pezzo di città abbastanza inesplorato, laterale rispetto ai flussi più tradizionali, ma non meno affascinante.

 

Natale a Venezia rappresenta una felice opportunità di godere di spazi maggiori di tranquillità e di subire un fascino ulteriore nel vivere appieno anche il suo territorio lagunare, rincorrendo le brume e i silenzi interrotti solo dal sommesso gorgoglio di qualche rara imbarcazione che ne solca le acque tranquille. Scorgere i colori di Burano emergere da un paesaggio surreale e mescolare qualche brivido di freddo all’emozione dei mosaici della Basilica di Torcello sono il miglior regalo che ci si possa fare. Per chi è crepuscolare nell’animo, per tutti gli altri...