VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CLASSICAL arrow Scuola russa. Petrushansky al pianoforte, per Musikàmera
Scuola russa. Petrushansky al pianoforte, per Musikàmera
Written by Daniele Pennacchi   

petrushansky.jpg

 

Il programma di Musikàmera prosegue in questo febbraio 2019 portando avanti gli stessi precetti messi al centro della propria ‘mission’ fin dall’inizio della propria attività e lo fa chiamando alla Fenice il pianista Boris Petrushansky, moscovita classe 1949, figlio d’arte. Il 6 e 7 febbraio Andante con variazioni Hob 17/6 di Franz Joseph Haydn, 4 Improvvisi op. 142 di Franz Schubert e la Sonata n. 6 op. 82 di Sergey Prokofiev risuonano nel teatro di Campo San Fantin preceduta da una breve introduzione utile a rendere l’ascolto ancora più consapevole e contestualizzato.

 

Seduto al pianoforte troviamo un artista che ad appena 8 anni viene ammesso alla Scuola Centrale presso il Conservatorio di Mosca nella classe di Inna Levina. Nel 1964 l’incontro con uno dei piu grandi musicisti dei nostri tempi, Heinrich Neuhaus, di cui sarà l’ultimo allievo.

 

Quei non molti mesi trascorsi nella classe di Neuhaus sono stati determinanti sotto molti aspetti per tutto il successivo sviluppo dell’artista, completandosi sotto la direzione del Prof. L. Naumov, allievo ed assistente di Neuhaus, musicista fine, fedele custode delle tradizioni romantiche della scuola che ha dato al mondo Gilels e Richter. Docente al Conservatorio di Mosca dal 1975 al 1979 Petrushansky vive in Italia e insegna all’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” dal 1990.

«Musikàmera»
6, 7 febbraio Sale Apollinee, Teatro La Fenice
www.musikamera.org