VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow MUSICA arrow Ad occhi chiusi. Carboni, sicurezza del pop
Ad occhi chiusi. Carboni, sicurezza del pop
di Redazioneweb2   

luca_carboni.jpgIl pop d’autore di Luca Carboni sorprende con uno show colorato il 9 marzo al Corso, dove luci e laser emergono da un maxischermo digitale. Le immagini raccontano e amplificano il lavoro musicale, fotografie della propria carriera si uniscono a quelle che hanno segnato la storia da sessant’anni fa ad oggi. Per i suoni, l’artista ha voluto una situazione molto elettronica, figlia dell’ultimo album Sputnik (tredicesimo in studio, uscito lo scorso giugno), accompagnata da momenti più acustici alternati ad altri più elettrici.

 

Sul palco Luca è con la sua band: Antonello Giorgi alla batteria, Ignazio Orlando al basso, Mauro Patelli e Vincenzo Pastano alle chitarre, Fulvio Ferrari Biguzzi alle tastiere. La scaletta prevede l’elettronica di Sputnik (Una grande festa, Io non voglio, Amore digitale, Due), suoni già presenti nel precedente Pop-up (Luca lo stesso, Bologna è una regola) e una carrellata di trent’anni di successi, da Mare Mare a Farfallina, da Inno Nazionale a Silvia lo sai.

 

 

Un concerto con tante anime come quelle del suo pubblico, che grazie anche alle canzoni degli ultimi due progetti, si è arricchito di giovani fan.

 

Con Sputnik, album potente, diretto ed essenziale Luca Carboni si è confermato ancora una volta uno straordinario hit maker con testi ironici e allo stesso tempo profondi, conditi da un suono che è impossibile togliersi dalla testa.

 

Luca Carboni
9 marzo Teatro Corso-Mestre
www.dalvivoeventi.it