VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO arrow Le cose che abbiamo in comune. Francesco Piccolo e Pif, dal cinema al teatro
Le cose che abbiamo in comune. Francesco Piccolo e Pif, dal cinema al teatro
di Redazioneweb   
piccolo-pif.jpgAttimi di esistenza che fanno parte della vita di ognuno di noi e sui quali, spesso, superficialmente non ci soffermiamo: sono i Momenti di trascurabile (in)felicità, raccontati da Francesco Piccolo con Pierfrancesco Diliberto in arte Pif, in scena al Teatro Goldoni il 27 marzo.

 

Premio Strega nel 2014 con Il desiderio di essere come tutti, scrittore (La separazione del maschio, Allegro Occidentale, E se c’ero dormivo, Il tempo imperfetto), sceneggiatore per il cinema (Ella & John, La prima cosa bella, Il capitale umano, Il Caimano, Habemus Papam, Il nome del figlio, L’amica geniale, solo per citarne alcuni), Piccolo sfoglia le nevrosi, i vezzi, le consuetudini, le manie e i segreti racchiusi nei suoi due libri di successo, Momenti di trascurabile felicità e Momenti di trascurabile infelicità, pubblicati entrambi da Einaudi, rispettivamente nel 2010 e nel 2015.

 

Pif, già protagonista dell’omonimo film diretto da Daniele Luchetti – nelle sale dal 14 marzo – prenderà parte allo spettacolo in maniera sorprendente. Francesco Piccolo dà vita a un “catalogo” di eventi trascurabili ma piantati nella vita di ognuno, che fanno esclamare a chi sta in platea: «è vero, è successo anche a me!».

 

Piccole abitudini, positive o negative, che scatenano un costante e ininterrotto riconoscersi.

 

L’autore-attore dipana, come si farebbe in una serata tra amici e con la legittima sicurezza di chi quelle parole non solo le ha messe nero su bianco ma le ha spesso vissute in prima persona, un filo d’unione tra i vari frammenti che ricompongono la vita. Lo spettacolo è il resoconto della nostra esistenza quotidiana; un racconto frastagliato, discontinuo e reale, di attimi felici e piccole infelicità su cui sorvoliamo, ironico, cinico, spietatamente veritiero e capace di accomunarci tutti in un sorriso, amaro o scrosciante. Perché i veri protagonisti in effetti, siamo noi.

 

Momenti di trascurabile (in)felicità
27 marzo Teatro Goldoni
www.teatrostabileveneto.it