VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Magazzino dell'anima. A Punta della Dogana gli artisti lasciano il "segno"
Magazzino dell'anima. A Punta della Dogana gli artisti lasciano il "segno"
di Daniela Paties Montagner   

e00821-002-exp-007-hd_sturtevant_felixgonzaleztorresamericaamerica.jpgLuogo e Segni a Punta della Dogana prende il nome dall’opera presente in mostra dell’artista italiana Carol Rama, scomparsa nel 2015, una mappa immaginaria o un rebus misterioso sospeso tra oggetto e astrazione.

 

Attorno a questa opera, i curatori Mouna Mekouar e Martin Bethenod – Direttore di Palazzo Grassi e Punta della Dogana – hanno selezionato 36 artisti le cui opere appaiono legate da un particolare rapporto con il loro contesto sociale, politico, storico e intellettuale. Tra gli artisti presenti, 17 espongono per la prima volta nell’ambito delle mostre della Pinault Collection a Venezia, tra cui: Berenice Abbott, Liz Deschenes, Trisha Donnelly, R. H. Quaytman, Wu Tsang.

 

Lucas Arruda, Hicham Berrada e Edith Dekyndt hanno invece partecipato al programma di residenza d’artista promossa dalla Pinault Collection a Lens. La memoria dei luoghi è uno dei leitmotiv di Luogo e Segni, memoria che rimanda ad altri progetti espositivi come Garden of Memory che nel 2018 presentava gli artisti Etel Adnan, Simone Fattal e Robert Wilson al Musée Yves Saint Laurent Marrakech di Marrakech.

 

L’esposizione vuole invitare il visitatore ad attraversare un paesaggio interiore dove natura, creazione artistica e poesia s’intrecciano, traendo ispirazione dagli scritti della poetessa Etel Adnan, alla quale molti artisti sono legati da una profonda complicità e amicizia.

 

 

«Luogo e Segni»
Fino 15 dicembre 2019

Punta della Dogana - Venezia
www.palazzograssi.it