VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow A scuola di luce. Burano, l’Isola dell’arte en plein air
A scuola di luce. Burano, l’Isola dell’arte en plein air
di Sara Bossi   

pittura-di-luce-1200x620.jpg

Nei primi decenni del Novecento il panorama artistico europeo viene travolto dal fenomeno delle Avanguardie: Espressionismo, Cubismo, Futurismo, Costruttivismo, Dadaismo, Astrattismo, Surrealismo, anticipato dalla Metafisica. Con forza rivoluzionaria le Avanguardie si impongono sulla scena con l’obiettivo di sovvertire valori, contenuti, linguaggi e attribuire un significato nuovo al concetto stesso di arte.

 

In Italia esplode la carica innovativa del Futurismo e matura la pittura enigmatica della Metafisica, mentre Venezia diventa punto di riferimento di una ricerca originale.
A Ca’ Pesaro si raccoglie la cosiddetta “Avanguardia Capesarina”, artisti che frequentano assiduamente Burano. Luogo tra i più affascinanti della laguna, Burano offre infatti una condizione di quiete esistenziale e ispira una pittura en plen air, di pura luce, memore della sensibilità per il colore, propria dei maestri del Rinascimento veneziano.


Indagare cosa rappresenti l’Isola per questi artisti, tra cui Gino Rossi, Umberto Moggioli e Pio Semeghini, è l’obiettivo della mostra Pittura di luce. Burano e i suoi pittori, a cura di Chiara Squarcina e Elisabetta Barisoni, che inaugura il 6 aprile al Museo del Merletto di Burano. Tutto inizia ai primi del secolo scorso, quando Moggioli prende casa a Burano, lontano dal mondo, ma così vicino a Venezia. Seguono Rossi e Scopinich, ai quali si unisce Semeghini nel 1912. Altri vi si aggiungeranno nel giro di alcuni anni, formando un “gruppo ideale”, alla ricerca di una “geografia ideale” in cui far riposare l’animo, prendere spunto da una natura ancora incontaminata, scambiarsi idee e valori artistici.


Una scelta articolata di opere della collezione della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Ca’ Pesaro riaccende l’interesse per una produzione che, dopo il Secondo Conflitto Mondiale, portò Burano e il suo Premio di pittura al centro di un importante e vivace dibattito sull’arte.

«Pittura di luce. Burano e i suoi pittori»
6 aprile-8 gennaio 2020

Museo del Merletto-Burano
museomerletto.visitmuve.it