VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow MUSICA arrow Rock your soul. Prog desertico e jazz accademico
Rock your soul. Prog desertico e jazz accademico
di Massimo Zuin   

fillesilligadad.jpgSe proprio ce ne fosse stato bisogno, Candiani Groove si conferma una delle più interessanti rassegne musicali dedicata al jazz alla world music e alle contaminazioni fra i diversi linguaggi espressivi. Venerdì 5 aprile sarà di scena Franco D’Andrea Trio. Lo spettacolo Traditions Today, realizzato in collaborazione con l’associazione Caligola, è l'ennesima testimonianza della capacità di Franco D'Andrea, quasi ottantenne, da oltre cinquant’anni assoluto protagonista del jazz italiano, per ben undici volte vincitore del referendum della rivista Musica Jazz, di andare oltre il materiale di riferimento per creare un linguaggio dalle coordinate personali, unico e immediatamente riconoscibile.

 

Il trio composto da Franco D’Andrea al pianoforte, Daniele D’Agaro al clarinetto e Mauro Ottolini al trombone faranno respirare aria d'altri tempi (i riferimenti sono il jazz di New Orleans e Louis Armstrong), proiettandoci allo stesso tempo in una dimensione di contemporaneità. Venerdì, 12 aprile sarà la volta del gruppo Les Filles de Illighadad, gruppo di ragazze avant rock provenienti dal villaggio omonimo del Niger.

 

Le tre giovani donne, guidate dalla cantante e chitarrista Fatou Seide Ghali, provengono dal piccolo villaggio di Illighadad, giusto una manciata di case e una scuola, raccolte intorno a un pozzo nel cuore del deserto del Sahara.

 

Il gruppo di Fatou Seide, musicista autodidatta fin da bambina, ci offre canti d’amore e racconti di vita quotidiana che si mescolano al blues del deserto, alle chitarre rock e alla loro potenza elettrica, recuperando non solo i caratteristici tamburi tradizionali ma anche altri strumenti acustici e altre percussioni, come la calabash, a differenza di quanto proposto da altri artisti tuareg più famosi, come Tinariwen o Bombino.

«Candiani Groove»
5, 12 aprile Centro Culturale Candiani-Mestre
www.culturavenezia.it/candiani