VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow BIENNALE ARTE 2019 | Padiglione Italia. L'invito di Milovan Farronato a perdersi nel Contemporaneo
BIENNALE ARTE 2019 | Padiglione Italia. L'invito di Milovan Farronato a perdersi nel Contemporaneo
di Redazioneweb   
rc_8546-modifica.jpgAvvalendosi della struttura fisica e metaforica del labirinto, la mostra Né altra Né questa: La sfida al Labirinto, a cura di Milovan Farronato, mette in scena l’impossibilità di ridurre l’esistenza a un insieme di traiettorie pulite e prevedibili, cercando piuttosto di evocare la non-linearità, il dubbio, la transitorietà e l’intuizione come strumenti ineludibili del sapere umano. Gli artisti coinvolti sono Enrico David (Ancona, 1966), Chiara Fumai (Roma, 1978–Bari, 2017) e Liliana Moro (Milano, 1961), molto diversi per opere e biografie, ma con significativi percorsi artistici contemporanei che si distinguono per spirito di ricerca tra passato e presente.

 

Stanze di varia misura, pareti di diverse altezze, aperture e passaggi accessibili e non attraversano le due tese del Padiglione, rendendole di fatto uno spazio concettualmente unico. In dialogo con l’allestimento, le opere esposte penetrano e attraversano le pareti, a generare continuamente nuove vie.

 

Come racconta Milovan Farronato, infatti «Venezia è un labirinto che nei secoli ha affascinato e ispirato l’immaginazione di tanti creativi, tra cui Jorge Luis Borges e Italo Calvino, i due più grandi labirintologi contemporanei a detta del matematico Pierre Rosenstiehl. Venezia, indiscusso centro cartografico del Rinascimento, viene descritta da Calvino come un luogo in cui le carte geografiche sono sempre da rifare dato che i limiti tra terra e acqua cambiano continuamente, rendendo gli spazi di questa città dominati da incertezza e variabilità. È in questo contesto dal carattere imprevedibile che emerge Né altra Né questa, una mostra in cui le opere esposte, in stretto dialogo tra di loro e con l’allestimento, generano continuamente nuovi percorsi e nuove interpretazioni, ramificati come un micelio».

 

«Né Altra Né Questa: La sfida al Labirinto»

fino 24 novembre 2019
Tese delle Vergini, Arsenale - Venezia
www.neithernor.it