VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CINEMA arrow [VENEZIA76] DAILY#1 (28 agosto/August 2019)
[VENEZIA76] DAILY#1 (28 agosto/August 2019)
di Riccardo Triolo   
Image

 

>>DOWNLOAD<<

Il tuo smartphone deve tutto a Hedy Lamarr! Primo nudo integrale a Venezia (Extase di Gustav Machaty╠ü, 1934, in preapertura ieri per Venezia Classici), la bella attrice austriaca si è rivelata una scienziata antinazista, capace di brevettare il sistema di trasmissione a banda larga Frequency-hopping spread spectrum (FHSS) che ha ispirato tutti i principali protocolli di connessione a venire. Madrina ideale e transmediale della 76. edizione del festival più antico (e moderno) al mondo, Hedy è la perfetta interprete di una formula che anche quest’anno sa coniugare tradizione e avanguardia. Dai restauri alla realtà virtuale, Venezia e solo Venezia è in grado coprire buona parte dell’attuale, sconfinato spettro produttivo dell’intrattenimento artistico audiovisivo. Ad aprire Venezia 76, un kammerspiel che, alla maniera di Barbera, si annuncia di grande impatto simbolico: La vérité del più intimista tra i registi nipponici in circolazione, Kore-Eda Hirokazu (Palma d’Oro 2018). Il film vede sullo schermo Catherine Deneuve insieme a Juliette Binoche e Ethan Hawke, in un dramma familiare dal sapore dolceamaro, incentrato sul rapporto e sulle rivelazioni di una madre diva del cinema e sua figlia. Ed è un dramma familiare anche Pelican Blood che apre oggi la sezione di ricerca Orizzonti, opera seconda della giovane videomaker tedesca Katrin Gebbe, che racconta la storia della piccola Raya, affetta da disturbo dell’attaccamento. Senza confini (apparenti) invece è la storia che anima il film che inaugura le Giornate degli Autori, Seules les bêtes di Dominik Moll, un dramma che prende avvio dalla scomparsa di una donna in una fattoria innevata, per approdare nella torrida Africa, rivelando cinque storie d’amore lontane ma connesse tra loro da un desiderio disperato e disilluso. E del resto Hedy lo aveva detto: Stay tuned!/ Your smartphone owes it all to Hedy Lamarr! The first full frontal in Venice (Extase by Gustav Machaty╠ü, 1934) was also a scientist and inventor of the Frequency-hopping spread spectrum (FHSS) broadband communication protocol. Essentially the ideal, transmedial patroness of the 76th edition of the oldest – and most modern – film festival in the world. Opening Venezia 76 is La verité by Kore-Eda Hirokazu, starring Catherine Deneuve, Juliette Binoche, and Ethan Hawke. Also a familial drama, Pelican Blood opens the Orizzonti programme today. No (apparent) borders for a story that animates the Venice Days programme: Seules les bêtes by Dominik Moll; five love stories connected by a common sense of desire. Hedy herself said it first: stay tuned!