VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CINEMA arrow [VENEZIA76] DAILY#5 (1 settembre/September 2019)
[VENEZIA76] DAILY#5 (1 settembre/September 2019)
di Redazioneweb   
Image

>>DOWNLOAD<<

YOUNG AMERICANS

Oggi arrivano i divi. Ma anche giovani talenti dal continente americano, pronti a stupirci. Ha un cast di rango l’ultima fatica di Steven Soderbergh, The Laundromat (Venezia 76). Meryl Streep, Gary Oldman, Antonio Banderas, Sharon Stone e Matthias Schoenaerts sono i banchieri, gli avvocati e i revisori protagonisti dell’intricata trama di affari loschi e sotterranei che scorrono sotto la superficie della finanza globale, tutti documentati dal libro-inchiesta del premio Pulitzer Jake Bernstein, Secrecy World: Inside the Panama Papers, che ha ispirato il caleidoscopico regista della saga Ocean’s. Altra rete sotterranea, questa volta politica, è quella raccontata da Olivier Assayas in Wasp Network (Venezia 76), con Penélope Cruz e Gael García Bernal. Cuba, anni ‘90. Gruppi anticastristi tentano di rovesciare il regime, mentre alcune spie (tra cui la Cruz) tentano di infiltrarsi per impedirlo, salvo poi essere acciuffati e processati… Intrighi tra il sacro e il profano sono quelli svelati da Paolo Sorrentino nella sua nuova serie The New Pope, seguito della fortunatissima The Young Pope, di cui Fuori Concorso vedremo due capitoli. Papa Pio XIII (Jude Law) è in coma. Il Cardinal Voiello (Silvio Orlando), segretario di stato, prende una drastica decisione: eleggere un successore (che ha il volto di John Malkovich). Buon vento conduce al Lido dal Nuovo Mondo una schiera di giovani promesse. A diciannove anni, Phillip Youmans con Burning Cane (Giornate degli Autori) è diventato il primo regista afroamericano e, al tempo stesso, il più giovane a vincere il Founder’s Award per il miglior film al Tribeca Film Festival. Grear Patterson, visual artist al suo primo lungometraggio, sbarca con un teen drama, Giants Being Lonely (Orizzonti), storia dell’ultimo anno delle superiori di un trio di amici. È alla sua seconda prova dietro la macchina da presa invece Nate Parker, già vincitore al Sundance con The Birth of a Nation. In Mostra arriva con un altro dramma coloured: American Skin (Sconfini), racconto delle azioni disperate di un veterano di guerra di colore che cerca giustizia per suo figlio. Chi meglio di Spike Lee a presentarlo? Dal Guatemala sbarca l’alfiere del cinema indipendente Jayro Bustamante con La Llorona, (Giornate degli Autori) storia che scava nelle ferite ancora aperte a seguito della guerra civile che dal 1960 al 1996 ha sterminato i Maya guatemaltechi nel silenzio pressoché totale della comunità internazionale./ The day of movie stars is here. Steven Soderbergh’s latest endeavour, The Laundromat stars Meryl Streep, Gary Oldman, Antonio Banderas, Sharon Stone, and Matthias Schoenaerts as the bankers, lawyers, and accountants behind shady international affairs. Another international conspiracy, this time political, is shown in Oliver Assayas’s Wasp Network, starring Penélope Cruz and Gael García Bernal: in 1990s Cuba, anti-Castroist groups try to stage a coup, while spies (including Cruz’s character) try to infiltrate them and thwart their efforts. At nineteen years of age, Philippe Youmans presents Burning Cane. Grear Patterson, a visual artist at his first feature film, presents teen drama Giants Being Lonely. Some indie cinema with Guatemalan Jayro Bustamante and his La Llorona, concerning the extermination of the Guatemalan Maya population.