VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Magnifiche ossessioni. Luigi Pericle, prima retrospettiva alla Querini Stampalia
Magnifiche ossessioni. Luigi Pericle, prima retrospettiva alla Querini Stampalia
di M.M.   
Image«Per la spiritualità nell’arte non c’è€ tempo. Essa sfugge alle umane caducità€, non è€ mai vecchia e non è€ mai nuova: È€, perché è€ essenziale; o meglio, è€ il modo essenziale per esprimere la Verità€. L’essenziale è€ ciò che non viene dall’artista, ma attraverso l’artista» (L.P.)

 

Luigi Pericle (1916–2001)_Beyond the visible è la prima retrospettiva dedicata all’artista di Basilea ma di origine marchigiane, protagonista della pittura europea del secondo Novecento riemerso dopo anni di dimenticanza, ospitata dalla Fondazione Querini Stampalia e promossa dall’Associazione “Archivio Luigi Pericle”.

 

Cinquanta opere, fra dipinti su tela e su masonite, oltre a chine su carta, raccontano il lavoro inesausto del pittore: un’indagine quotidiana quella di Pericle volta a piegare il lessico della pittura alle esigenze dello spirito, alla ricerca di forme, gesti, simboli, panorami, creature, varchi e universi paralleli che fossero la reificazione dell’invisibile e di una verità esistente oltre la contingenza.

 

Il bancone disegnato da Carlo Scarpa – autore del restauro dell’area espositiva al piano terra della Fondazione – accoglie testimonianze inedite, stralci, appunti autografi, esercizi di analisi e pagine di diario, insieme ad altre opere grafiche capaci di restituire al pubblico la personalità eclettica dell’uomo, dell’artista e del pensatore.

«Luigi Pericle (1916-2001)_Beyond the visible»
Fino 24 novembre 2019

Fondazione Querini Stampalia, Area Carlo Scarpa
www.querinistampalia.org