VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO arrow Dietro le quinte. Binasco porta al Toniolo il cult di Michael Frayn
Dietro le quinte. Binasco porta al Toniolo il cult di Michael Frayn
di Livia Sartori di Borgoricco   
ImageRumori fuori scena è un’esilarante commedia degli equivoci scritta nel 1982 dall’inglese Michael Frayn e diventata in poco tempo un classico del teatro contemporaneo (oltre che, dieci anni dopo, un film diretto da Peter Bogdanovich e interpretato, tra gli altri, da Michael Caine e Christopher Reeve): sul palcoscenico si susseguono le goffe imprese di una scalcagnata compagnia di attori, impegnati nella messa in scena di uno spettacolo – una farsa erotica, per la precisione, dal titolo Nothing On (niente addosso).

 

Nel primo atto, si assiste alla prova generale dello spettacolo, che è un congegno perfetto di entrate e uscite, porte che si aprono e si chiudono, borse e schedari che spariscono, e scale da salire e scendere in continuazione.

 

Facciamo così la conoscenza di Lloyd Dallas, regista dello spettacolo, di Selsdon, attore di lungo corso un po’ troppo incline ad alzare il gomito, della loro amica Dotty, fidanzata con Garry, un uomo molto più giovane di lei, di Frederick, animo sensibile fresco di divorzio, della perfezionista e un po’ impicciona Belinda, di Brooke, ex-spogliarellista promossa al rango di attrice perché amante di Lloyd e, infine, di Tim e Poppy, assistenti di scena, l’uno incolpato di ogni mancanza, l’altra innamorata di Lloyd e dunque gelosissima di Brooke.

 

Nel secondo atto, la scenografia, curata da Margherita Palli, ruota di 180 gradi e il pubblico partecipa alla prima da dietro le quinte, scoprendo ripicche, rivalità, interruzioni, errori, crisi di nervi, tensioni, amorazzi e riappacificazioni che coinvolgono tutti gli attori e che mettono a dura prova la recita della commedia.

 

Il terzo atto riporta lo sguardo davanti alle quinte e mostra una replica, a distanza di tempo: dello spettacolo originario, visto nel primo atto, è rimasto ben poco e il vissuto di tutta la compagnia è entrato prepotentemente in scena, rendendo però il risultato finale non meno irresistibile. Con uno humor già ben presente nel testo di Frayn, ma a cui la regia di Valerio Binasco – un habitué dei meccanismi della commedia, già alla prova con Goldoni, Shakespeare e Molière – dona un twist da sit-com americana, un affiatato gruppo di attori mette in scena un cult del teatro che è anche un delizioso e godibilissimo esperimento di metateatro, in cui con ritmo serrato e seguendo un climax crescente vengono svelate con affettuoso sarcasmo le delicate dinamiche alla base della messa in scena.

Rumori fuori scena
18-22 dicembre 2019

Teatro Toniolo-Mestre
www.culturavenezia.it/toniolo