VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Fotografie di una città in cambiamento. Alla Querini in mostra le foto dell'Archivio Arici
Fotografie di una città in cambiamento. Alla Querini in mostra le foto dell'Archivio Arici
di Marianna Rainolter   
ImageLe foto raccontano una storia, mostrano i diversi lati di una città e i suoi cambiamenti nel corso degli anni. La Fondazione Querini Stampalia, nell'anno delle celebrazioni per i 150 anni dalla sua fondazione, offre al pubblico una bellissima mostra composta da immagini fotografiche provenienti dall'Archivio di Graziano Arici, testimonianza delle trasformazioni sociali, economiche e urbanistiche di Venezia, indagine visiva dell'evoluzione della città nel corso di quasi un secolo e mezzo.

 

A cura dello stesso Graziano Arici e di Cristina Celegon con Barbara Poli, Venezia 1860-2019 presenta più di centoquaranta fotografie tra originali ottocenteschi, lastre, stereoscopie e stampe digitali. La mostra è il primo progetto che attinge dall'Archivio fotografico donato da Graziano Arici nel 2017 alla Fondazione Querini Stampalia.

 

Nato a Venezia nel 1949 e residente ad Arles in Francia, Arici ha iniziato la professione di fotografo nel 1979, dedicandosi sopratutto a reportage e ricerche su Venezia e il mondo della cultura. Nel corso degli anni ha acquisito diversi fondi fotografici sulla città dell'Ottocento e del Novecento, oltre a ritratti di artisti tra il 1945 e il 1970.

 

La sua collezione di oltre un milione e mezzo di foto nasce come database ad uso e consumo del fotografo per la catalogazione delle sue immagini; in seguito si è evoluto in un archivio pubblico che raccoglie immagini di diversa provenienza di carattere storico, culturale, artistico.

 

Parte della collezione del “Fondo Arici” è ora in mostra alla Querini Stampalia: un percorso attraverso i cambiamenti subiti da Venezia dalla fine della dominazione austriaca e l'annessione al Regno d'Italia, passando per le due guerre mondiali, il dopoguerra e le manifestazioni degli anni Sessanta e Settanta. Una storia fotografica che tocca anche la contemporaneità: i grandi eventi con al centro Piazza San Marco, il passaggio delle grandi navi e tutte le trasformazioni che ha subito la laguna.

 

Non solo la città, ma anche i volti dei suoi abitanti: i “mestieri di una volta” e quelli di oggi; la Venezia quotidianamente preda e ostaggio di milioni di turisti e quella glamour delle celebrità sul tappeto rosso della Mostra del Cinema; la Venezia intellettuale e creativa, dell'arte e della cultura, delle sue calli e dei suoi palazzi.

 

Insomma un vero e proprio ritratto a tutto tondo della città, che mostra i suoi lati, anche più nascosti, e i suoi cambiamenti, drammaticamente significativi, spingendo tutti a riflettere (e speriamo ad agire) sul futuro prossimo di Venezia.


«Venezia 1860-2019. Fotografie dall'Archivio Graziano Arici»
Fino 1 marzo 2020
Fondazione Querini Stampalia

Campo Santa Maria Formosa, Castello 5252
www.querinistampalia.org