VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow MUSICA arrow Edizioni illimitate. Sexto Nplugged, autentica garanzia
Edizioni illimitate. Sexto Nplugged, autentica garanzia
di Davide Carbone   

Fin dalla sua nascita, nel 2006, Sexto Nplugged si è definito tra la infinita teoria di festival e rassegne estive per uno spiccato tratto identitario proprio, direi inconfondibile, quello della tensione curiosa e aperta verso la ricerca, verso suoni davvero ai confini tra i generi, in presa diretta con il tempo che scorre. E poi il contesto, in nessun modo irrilevante nel definire i tratti di un festival che chiede agli artisti coinvolti una disposizione attiva, dialogante con un milieu unico quale è Sesto al Reghena, uno dei più bei borghi medievali d’Italia, capace di regalare suggestioni profonde in un clima di vitale intimità.

Image
Nemmeno l’infausto 2020 è riuscito ad abbattere la forza di volontà degli organizzatori, capaci anche in pieno anno pandemico di costruire un’edizione di tutto rispetto. Quest’anno il copione per certi aspetti si ripete, con quattro serate consecutive di grande musica dal 5 all’8 agosto, ovviamente confermando le linee prudenziali di sicurezza imposte da questo presente e che Sexto fa volentieri proprie, rendendole se possibile valore aggiunto della propria proposta.

 

Il programma 2021 

Aprono l’edizione 2021 il 5 agosto i Balthazar, gruppo indie rock belga nato nel 2004 che con Fever del 2019 ha potentemente virato su sonorità disco, collocandosi poi con Sand del 2021 in un contesto più indie pop. Il 6 sarà la volta di The House of Love, progetto che nasce nel 1986 dall’incontro tra Guy Chadwick e Terry Bickers, alfieri anch’essi dell’indie pop, che dopo un immancabile periodo di maretta con connesse separazioni sono tornati con regolarità, per nostra fortuna, a costruire musica insieme dal 2005. La sera del 7 la data clou dell’edizione, con l’elettronica tedesca contaminatissima dei The Notwist, gruppo iconico e seminale dalla carriera ormai più che trentennale, con alle spalle 8 album in studio, collaborazioni cinematografiche di primissimo livello (Sorrentino) e un ultimo lavoro pubblicato a fine gennaio 2021, Vertigo Days, che conferma e consolida la loro cifra estetica di prim’ordine, fondata su un calibrato e palpitante equilibrio tra la le trame elettroniche e la parti strumentali che caratterizzano le loro tracce più riuscite. A chiudere i sonici giochi l’8 agosto Ásgeir, islandese classe ’92, che con il suo folk melodico si inserisce a forte titolo nel solco di una scena musicale solidissima ed eclettica quale negli ultimi trent’anni ha dimostrato di essere quella della terra dei ghiacci e del fuoco, forte di totem globali quali Björk e Sigur Rós.

Sexto Nplugged
5-8 agosto Sesto al Reghena
sextonplugged.it