VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CINEMA arrow Lo spazio intorno. In Laguna Film Festival alla Giudecca
Lo spazio intorno. In Laguna Film Festival alla Giudecca
Written by RedazioneWeb3   

Il 28 e 29 agosto lo spazio Cosmo della Giudecca parla il linguaggio del cinema grazie all’edizione 2021 di In Laguna Film Festival, parte di un progetto pilota fondato nel settembre 2020 che trasforma alcuni degli spazi dell’ex complesso monastico di SS. Cosma e Damiano in un perimetro ideale per esplorare nuovi modelli culturali di produzione e di fruizione, con particolare attenzione all’ambito musicale, sonoro e visuale. 

sundog.jpg
La declinazione cinematografica dell’evento assume forme differenti, che vanno dalla ‘classica’ proiezione ad approcci più attivi e coinvolgenti, come i panel e gli incontri con le Maestranze del cinema (28 agosto), con la Veneto Film Commission (28) o con produttori con cui scambiarsi impressioni, auspici e biglietti da visita, magari passando per un faccia a faccia il 29 agosto con tutti i soggetti che nel panorama veneziano parlano di cinema e lo diffondono, Circuito Cinema tra gli altri.

 

Spazio poi alle proiezioni di pellicole del panorama alternativo, magari impegnate in passate edizioni della Mostra del Cinema, come Sogni al Campo (28) di Magda Guidi e Mara Cerri, compreso in Orizzonti nel 2020, animazione in cui un ragazzo cerca il suo gatto lungo un fiume, ma non lo trova. In punto di morte, l’animale si è allontanato da tutto per trovare l’intimità necessaria. Il bambino arriva alle porte del tempo, un luogo dove i morti spariscono e i vivi li lasciano andare. Il bambino ha paura, penetra in una foresta di simboli e ricordi. Nel frattempo cresce. Le sue illusioni infantili si dissolvono fino a mescolarsi con il paesaggio. O magari come il corto Sun Dog (29), di Doran Jespers: Fedor è un giovane fabbro di Murmansk, una gelida città nell'oscurità dell'Artico russo. Vaga da un cliente all'altro per i vicoli di cemento, guidato da una fantasia che lo isola dalla città e dai suoi abitanti. I suoi sogni erodono il suo senso della realtà, aprendo la porta a un universo fantasmagorico…

 

inlff.info