VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow Contro corrente. In laguna si ripete il rito della Regata Storica
Contro corrente. In laguna si ripete il rito della Regata Storica
di Redazioneweb   
sabato 04 settembre 2021

Domenica 5 settembre si ripete nel corso d’acqua più famoso al mondo il rito della Regata Storica con il corteo di barche tradizionali e le sfide sulle imbarcazioni a remi suddivise per categorie con differenti equipaggi. Per il secondo anno di fila la pandemia non ancora risolta impedisce quegli assembramenti piacevoli e chiassosi lungo le rive e negli spazi affacciati sul Canal Grande, oltre che nelle terrazze degli alberghi e nelle finestre privilegiate dei palazzi che guardano direttamente sull’acqua. 

storica2020.jpg

"Continuiamo a remare, barche contro corrente, risospinti senza posa nel passato (Francis Scott Fitzgerald)

 

Rispetto al 2020 c’è una fetta di popolazione vaccinata, il che rappresenta un indubbio vantaggio, ma ancora non basta e anche se la città ha ripreso a confrontarsi quotidianamente con le annose questioni irrisolte di sempre, la Regata è la sfida del remo e per una volta di questo si vuole parlare.

Dalle 16 si diparte lungo il Canal Grande il colorato corteo di imbarcazioni storiche, tra cui il Bucintoro, vanto della città il cui nome deriva, secondo il Sanudo, dal veneziano buzino d’oro (burcio d’oro), latinizzato nel Medioevo come bucentaurus, nome di un’ipotetica creatura mitologica simile al centauro, ma con corpo bovino. Questo ha portato qualcuno a sostenere che il nome derivasse da una testa bovina utilizzata come polena della galea, ma l’ipotesi è er- ronea: il nome bucentaurus non esiste nella mitologia gre- ca, e la polena dei Bucintori, come appare nei dipinti che li raffigurano, è la stessa Venezia sotto forma di Giustizia. Doge, ambasciatori, prelati, patrizi e la regina Caterina Cornaro riccamente bardati come negli antichi dipinti, an- che se andrebbe fatto un po’ d’ordine filologico, ma non si voglia sempre cercare il pelo (d’ermellino!) nell’uovo, si fanno felicemente trasportare lungo le acque.

 

Il corteo lascia poi spazio al campo di gara, che vede coinvolti vari gruppi di equipaggi, a partire dalla Regata de le Maciarele e de le Schie, su mascarete a due remi riservata a ragazzi. Segue la regata dei Giovanissimi su pupparini a due remi e ancora la regata delle Caorline a sei remi, una gara di forza molto partecipata. C’è poi una regata più recente di nascita, che da subito ha fatto breccia in città: la sfida remiera Internazionale delle Università, su galeoni a otto remi tra l’equipaggio delle Università Ca’ Foscari e Iuav e le squadre di altre Università. Per finire con la regata delle Donne su mascarete a due remi, e la regata dei gondolini a due remi, la sfida delle sfide tra i campioni del remo. A Venezia, dopo l’isolamento forzato da pandemia, con la ripresa del grave moto ondoso e del traffico inquinante a motore, si è sviluppata una nuova coscienza tra gli abitanti del centro storico e sono sempre più numerosi gli equipaggi amatoriali che ogni giorno solcano le acque lagunari con la sola forza delle braccia, riprendendosi uno spazio necessario di sopravvivenza. Due colpi di remi valgono più di mille proclami, non serve alcun coraggio, basta la volontà! 

 

Regata Storica

5 settembre 2021, h. 15

Canal Grande-Venezia

www.regatastoricavenezia.it