VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Archivio
Arte al cubo
di Marisa Santin   

 

Image

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Abilmente inserito nell’ambiente circostante e portatore in sé, non solo contenitore, di messaggio artistico, il ‘cubo’ ideato dallo studio di architetti berlinesi KSV Krüger, Schuberth, Vandreike diventerà a partire dal prossimo 24 maggio la nuova casa di Museion.

 

Fondato nel 1985, il museo d’arte contemporanea di Bolzano ha portato avanti negli anni un percorso di ricerca rivolto al contemporaneo dagli anni ’50 ad oggi, trovando nel linguaggio dell’arte e con l’arte uno dei propri caratteri distintivi.

 

ImageE proprio il linguaggio sembra essere alla base della nuova sede, un edificio che diventa dunque architettura del dialogo, concreto messaggio e immediata esperienza del mondo artistico che in esso è contenuto. L’idea di museo aperto, luogo di incontro e di esperienze, viene espressa architettonicamente attraverso le trasparenze: la facciata in vetro crea un collegamento con l’esterno e fa sì che i suoi contenuti diventino parte della città e dei suoi abitanti prima ancora che arte esibita per un pubblico.

 

ImageDi riflesso, anche gli spazi interni sono concepiti per rappresentare la propria funzione e per accompagnare l’idea di un museo che è al tempo stesso spazio espositivo, laboratorio artistico, luogo di incontro e di discussione e centro di formazione. L’involucro esterno racchiude così un mondo in trasformazione: un sistema flessibile di pareti mobili consente di far comunicare fra loro gli spazi a seconda delle necessità, le aree destinate ad una stessa funzionalità e disposte su diversi livelli sono collegate tra loro in modo da farne un organismo a sé, gli atelier e le sale di progettazione sono ospitati in un edificio distinto, ma collegato tramite un passaggio sotterraneo al corpo principale e l’area fra l’uno e l’altro diventa per entrambi spazio espositivo e luogo d’azione.

 

Inoltre, a sottolineare ancor più il legame che l’intero complesso stringe con il territorio e l’ambiente esterno, le facciate in vetro diventano alla sera, complice l’oscurità, superfici per la proiezione di opere d'arte realizzate su commissione di Museion, creando uno spettacolo di grande suggestione.

 

Affacciato sull’Europa e inserito in un territorio di grande vivacità artistica, si pensi alla vicinanza e alle affinità con il Mart di Rovereto, la Civica di Trento, la Galleria Museo di Bolzano, KunstMeranoArte di Merano e con la prossima edizione di Manifesta, Museion diventa, ancor più con la nuova apertura, una grande finestra aperta sul panorama artistico mondiale, punto di riferimento e centro di gravità delle nuove tendenze del contemporaneo.

 

Marisa Santin

 

“Museion - Museo d’arte moderna

e contemporanea di Bolzano” Via Dante 2-Bolzano

Info www.museion.it