VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow VENICENESS arrow Archivio
Art and the City
di Fabio Marzari   

 

Image

 

 

 

 

 

 

Se è vero che non tutte le ciambelle… è altresì vero che non tutti finiscono a fare i trenini nei villaggi-vacanze. Per coloro i quali alle gare di karaoke preferiscono i musei, segnalo qualche luogo dove poter mangiare in maniera più che soddisfacente dopo essersi riempiti gli occhi e la mente d’arte.

 

Se, complice il dollaro debole, farete una vacanza a New York ci sono almeno due indirizzi da segnare, il primo per un memorabile caffè con crema di latte e  fetta di Sachertorte annessa, in un locale che più viennese di così non si può, salvo essere affacciato su Central Park: il Cafè Sabarsky presso la Neue Galerie è la giusta fine della visita ad una straordinaria collezione d’arte dedicata al periodo del secessionismo viennese.

 

L’altro luogo, assai glamour, quasi ideal set per un tavolo da Sex and the City, è il ristorante The Modern, al pianterreno del Moma, affacciato su un giardino con alcune sculture, come la capra di Picasso, e con la cucina alsaziana dello chef Gabriel Kreuther.

 

Per restare in Europa un indirizzo a Parigi è il Cafè del Museo Jacquemart- André, le plus beau salon de thé de Paris per un brunch sotto un magnifico affresco di Tiepolo.

 

Per contravvenire al proverbio Nemo propheta in patria, qualche segnalazione in città: il Museum Cafè alla Guggenheim, un brunch raffinato con vista sul giardino di Miss Peggy; la caffetteria di Palazzo Grassi, con la simpatia e la cucina veneziana del Vecio Fritolin, luogo incantevole sul Canal Grande, cucina di territorio, perfetto per un lunch ‘culturale’ e infine il Qcoffee alla Fondazione Querini Stampalia. L’autentica chianina, vini del Collio, specialità venete e toscane per una cena sotto le stelle nel giardino del Palazzo progettato da Carlo Scarpa.

 

Carrie, Samantha, Miranda e Charlotte siete avvisate, ecco dove mangiare in Laguna!

 

Fabio Marzari