VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Archivio
Gioielli barbari e barbari ingioiellati
di Chiara Casarin   

 

Image

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Forse la più antica forma d’arte, l’oreficeria non ha risparmiato con il suo fascino neppure i più virtuosi guerrieri barbari e ha adornato capi ed estremità delle più fiere donne di potere. La funzione apparentemente decorativa che i gioielli ritrovati negli scavi ricoprivano, viene subito messa in dubbio davanti agli anelli sigillari, alle corone reali e ai fregi aquiliformi.

 

La mostra Roma e i Barbari a Palazzo Grassi, prossima alla chiusura (20 luglio), ne espone un’ampia e inestimabile selezione. Pregiati ori, gemme incise, pietre incastonate in montature finemente cesellate furono segnali di potere, simboli di forza e attitudine decisionale.

 

Nelle necropoli sono stati rinvenuti oggetti di immenso valore storico ed economico, come quelli della Côte Opale in Francia, quello di Cartagine risalente al V secolo d. C. o quello di Guarrazar che costituisce il più importante sito di reperti preziosi della Spagna medievale.

 

ImageLe fibule ad uncino e gli anelli multipli appartenuti a Teodorico, tra gli altri, hanno quell’alone di magico e di meraviglioso che nessuna produzione orafa moderna può in bellezza eguagliare. Presente in mostra vi è anche il tesoro di Isola di Rizza, parte esemplare dell’importanza che anche nel medioevo italiano l’oreficeria rivestiva nelle abitudini sociali, negli scambi, nei riti collettivi. Il valore antropologico, a posteriori, è sottolineato dal fatto che molto di quelle civiltà si conosce solamente grazie ai preziosi conservati intatti per merito della sostanza di cui sono composti: iscrizioni, codici e immagini sopravvivono oggi grazie al paziente intaglio nell’oro di chi li ha creati.


Chiara Casarin

 

«Roma e i barbari. La nascita di un nuovo mondo»
Fino al 20 luglio Palazzo Grassi
Info
www.palazzograssi.it