VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow MUSICA arrow Archivio
Il lato cupo del trip-hop - A Piazzola del Brenta i Massive Attack rimescolano i generi
di F.D.S.   
I Massive Attack sono una delle creature di Bristol, il laboratorio musicale più fertile dell'Inghilterra di fine millennio. Qui è nato il movimento triphop, che annovera tra le sue fila anche artisti come Portishead (non perdete il loro ultimo disco, Third) che sono già passati in Italia a marzo, a conferma che c’è un tentativo di rilanciare il trip-hop, Tricky e, più di recente, Goldfrapp.

 

Uno stile che mescola hip-hop di matrice nera, bassi dub e ritmi dance, con arrangiamenti da colonna sonora cinematografica. Ma nei brani dei Massive Attack c’è di più: tra le note cupe dei loro brani, spira aria di reggae e di psichedelia, qualche vibrazione ambient, oltre a uno spirito punk. Il senso di alienazione della metropoli riversato in atmosfere notturne particolarmente claustrofobiche e in linee di basso cupe e profonde, un viaggio paranoico ed ipnotico ai confini del reale, campionamenti ossessivi e beat dilatati, qualcosa che potrebbe richiamare le atmosfere stranianti dei film di Cronenberg o di quel capolavoro di Lynch che è Eraserhead.

 

La storia dei Massive Attack risale al 1983, quando erano un collettivo di dj e cantanti e si chiamavano Wild Bunch e giravano per le feste proponendo il loro sound-system fatto di fusione dei vari stili. Da questo collettivo emerse negli anni un gruppo più ristretto, composto da Robert 3-D Del Naja, Mushroom e Daddy G (Grant Marshall) e nel 1991 nacquero i Massive Attack. Band tra le meno prolifiche al mondo, dal ’91 a oggi cinque sono i loro dischi ufficiali, antologie e musiche da film a parte, ed il capolavoro è Mezzanine del 1998, pura oscurità dove si intrecciano samples, chitarre distorte e la voce sublime di Liz Fraser, la cantante dei Cocteau Twins.

 

Ad accrescere l’attesa per il breve tour italiano, non solo la lunga assenza dall’Italia, ma anche e soprattutto il ritorno sul palco di Daddy G, che sarà a fianco dell’altra colonna dei Massive Attack, Robert 3- D Del Naja, dopo alcuni anni di assenza. Il nuovo album Weather Underground dovrebbe uscire a breve e il tour sarà l’occasione per ascoltare non solo i vecchi pezzi della band, ma anche, in anteprima, il nuovo lavoro. Il ritorno di Daddy G dovrebbe riportare nel sound dei Massive Attack sonorità elettroniche più vicine all’house, che gli ultimi album, figli esclusivi di Del Naja, avevano perso.

 

F.D.S.

 

Massive Attack
20 luglio Piazzola sul Brenta (Pd)
Info
www.zedlive.com