VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow MUSICA arrow Archivio
Purple reign. Dinastia e attualità dei re dell’hard rock
di Alberto Zava   
Forse basterebbe citare Smoke on the Water per farsi un’idea di cosa significhino i Deep Purple per la storia della musica rock… Ma dietro a quei 5’ 42’’ che costituiscono il vero simbolo di un intero genere musicale ‘si nasconde’ un gruppo che è stato in grado di segnare con un’impronta indelebile il panorama rock contemporaneo.

 

La sottile lineatura ‘deep purple’ si nota distintamente infatti non solo nelle opere monumentali griffate DP, quali - guarda caso - Machine Head (1972), da cui s’innalza in seguito all’incendio di Montreux (i fans spieghino a chi non sa…) lo Smoke suddetto, oltre a brani altrettanto storici come Highway Star e Lazy, ma anche in un’innumerevole serie di altre produzioni che trasversalmente, grazie al seminale apporto di progetti solisti o laterali dei membri della band, segnano una vera e propria genealogia del sound Deep Purple.

 

Primo fra tutti, ovviamente, Ritchie Blackmore, con i Rainbow e con Blackmore’s Night (tra i bis ci sono sempre i classici DP); e poi Ian Gillan e David Coverdale, storiche voci, il primo con i Gillan, il secondo con gli Whitesnake (assieme a Ian Paice e Jon Lord), che tra l’altro troviamo in tour con gli Europe nell’articolo qui a fianco…

 

Nonostante tanta storia comunque, eccoli sempre in tour, il 18 luglio al Castello Scaligero a Villafranca. Ah, alla chitarra dagli anni Novanta non c’è più Blackmore (dissapori con Gillan…): c’è Steve Morse, e i fan delle sei corde sanno cosa sa fare…

 

Alberto Zava

 

Deep Purple
18 luglio Castello Scaligero-Villafranca (Vr)
Info
www.eventiverona.it