VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow VENICENESS arrow Archivio
Cenere a velo
di Fabio Marzari   
Avevamo a malapena svuotato i dolcetti che riempivano le calze della Befana, dopo le ipercaloriche vacanze di Natale, e già nell’aria il profumo dei dolci di Carnevale ci induce a continui peccati di gola.

 

 Inevitabile destino del calendario o poca forza di volontà, difficile stabilirlo, resta il fatto che nella città del Carnevale le tentazioni sono continue. Per non far torto a nessuno vogliamo contrapporre due ricette, una di chiara matrice carnascialesca, ma non di origine veneziana, ed un’altra, decisamente quaresimale, per espiare i peccati di gola che da almeno la metà di dicembre ci ‘affliggono’.

 

Tortelli di zucca

Tempo di preparazione, circa 1 ora; ingredienti per 6: polpa di zucca g. 100, latte g. 50, amido di mais g. 50, burro g. 40, farina g. 30, 5 amaretti, 3 uova, miele, un’arancia, zucchero, olio, sale. Cuocete la zucca con un cucchiaino di miele, uno di zucchero e il succo dell’arancia finché si ridurrà in purè. Fate bollire g. 75 d’acqua con il latte, burro e poco sale, quindi unite la farina, l’amido di mais e cuocete la polentina finché si staccherà dalla parete della casseruola. Fatela raffreddare, poi incorporatevi il purè di zucca, le uova e gli amaretti sbriciolati. Friggete l’impasto a piccole cucchiaiate in abbondante olio caldo; servite i tortelli cosparsi di zucchero.

 

Brodo con lattughe

Per la Quaresima un ‘fantastico’ brodo con lattughe; fonte, “il Carnicina” a cura di Luigi Veronelli, anno 1961. Sbianchire per 5 minuti in acqua bollente delle foglie di lattuga, sgocciolarle, rinfrescarle, strizzarle bene fra le mani e tagliarle a fettine sottilissime. Far prendere l’ebollizione a 1/3 del brodo necessario e farvi cuocere la lattuga a calore moderato; quando il brodo è ridotto di metà, aggiungere il resto del brodo, aumentare la fiamma e continuare la cottura per una decina di minuti. Servire ben caldo con crostini di pane (integrale!); accompagnare con parmigiano grattugiato a parte. Pasqua è vicina, colombe, focacce e tanta cioccolata…