VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Archivio
La gorgone inquietante. Bernini ospite illustre a Venezia
di Luisa Turchi   

 

ImageÈ il Busto di Medusa di Gian Lorenzo Bernini (1598-1680), conservato ai Musei Capitolini di Roma e presumibilmente databile alla fine degli anni Trenta del Seicento, a essere temporaneamente esposto alla Querini Stampalia, nell’ambito del progetto «Ospiti illustri» che presuppone scambi di celebri opere d’arte fra la Fondazione e importanti istituzioni museali italiane ed estere.

 

La più famosa delle tre terribili Gorgoni anguicrinite (le altre, secondo Esiodo, erano le sorelle immortali Euriale e Steno) è caratterizzata, nella testa berniniana, dall’enfasi teatrale della scultura seicentesca, nella dinamicità dell’espressione fisionomica e nella resa mimetica e virtuosistica della chioma di serpenti che l’adorna.

 

Decapitata dall’eroe Perseo che sfuggì ai suoi occhi penetranti guardandola attraverso l’immagine riflessa nello scudo di bronzo donatogli da Minerva, Medusa appare prigioniera del suo stesso potere pietrificante, chiusa nel nitore brillante della superficie marmorea del suo busto, illuminato nell’allestimento della mostra secondo un gioco di dissolvenze sapientemente dosato.

 

Isolata e decontestualizzata, la gorgone inquietante, che si erge a simbolo di uno stato umano sospeso tra l’angoscia e lo stupore per il male che lo immobilizza, trasuda un pathos interiore che coinvolge lo spettatore, attratto da una visione circolare e molteplice dell’opera.


Luisa Turchi

 

«Busto di Medusa»
Fino all’11 gennaio 2009 Fondazione Querini Stampalia
Info tel. 0412711411 -
www.querinistampalia.it