VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CLASSICAL arrow Archivio
Due poker serviti. Da Brahms a Dvorák, sugli archi dei maestri
di Giovanni Greto   

Due celebri formazioni allietano in questo mese l’affezionato pubblico della Società Veneziana di Concerti. Il 6 ritorna a Venezia il quartetto Arditti, impegnato in un programma di musiche di Johannes Brahms ed Arnold Schoenberg.

 

L’ensemble è apprezzato a livello mondiale per la raffinatezza interpretativa della musica contemporanea, al punto che centinaia di quartetti per archi e altri lavori cameristici sono stati scritti appositamente fin dalla sua fondazione, nel 1974, per volontà del primo violino, l’inglese Irvine Arditti.

 

Accanto al leader figurano il violinista Ashot Sarkissjan, entrato nel 2005 e originario di Yerevan, in Armenia, il violista Ralf Ehlers, brasiliano di San Paolo, aggregatosi nel 2003, e il violoncellista svizzero-tedesco Lucas Fels. Ospiti della serata, la talentuosa violista Isabel Charisius e il violoncellista Valentin Erben.

 

Il 27 sarà invece la volta del quartetto Borodin, uno tra i più rappresentativi del nostro tempo, formato nel 1945 per volontà di alcuni studenti del Conservatorio di Mosca.

 

La formazione è nota tra l’altro per aver eseguito l’intero ciclo dei quartetti di Shostakovich presso i più importanti centri musicali internazionali. Il programma prevede musiche di Anton Webern, Robert Schumann e Antonìn Dvořák. Ospite, il 65enne pianista moscovita Alexei Lubimov, il quale per primo eseguì a Mosca opere di John Cage e Terry Riley.

 

Giovanni Greto
 

Quartetto Arditti 6 aprile
Quartetto Borodin 27 aprile
Teatro La Fenice Info www.societavenezianaconcerti.it