VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Archivio
Variazioni sui temi… L’evoluzione del segno dal Novecento ad oggi
Fino al 17 maggio la Collezione Peggy Guggenheim ospita la mostra Temi & Variazioni. Dalla grafia all’azzeramento, a cura di Luca Massimo Barbero.

 

Impreziosita da importanti prestiti, la mostra accompagna lo spettatore in una conversazione ideale seguendo il filo rosso del ‘segno’ esplorato nelle sue declinazioni possibili nell’arte dagli inizi del Novecento ad oggi. Il segno come parola tipografica esplosa in ‘immagine sonora’, da Carrà alle rivisitazioni di Rotella e Spoerri; dal segno polimaterico di Braque al collage di Gris. Il segno come geometria: da Mondrian al minimalismo di McCracken. sono le variazioni possibili: dal segno come scrittura nello spazio di Bonfanti, Pomodoro; al segno come colore in Tancredi, Tobey, Aricò.

 

E ancora: il segno come scrittura sim- bolica e astratta fino al punto di diventare assenza, come nei buchi e nei tagli delle tele di Fontana o nel segno ‘azzerato’ dei monocromi di Bonalumi e Charlton. Per concludere, le opere di Martin, l’artista britannico al quale è dedicata la sezione Vigil/Veglia.

 

In esse - dice l’autore - «il colore è essenzialmente struttura e non decorazione […] e la materia diventa viscerale, erotica».

 

Anna Trevisan

 

«Temi e Variazioni»
Fino al 17 maggio Collezione Peggy Guggenheim
Info tel. 041-2405404
www.guggenheim-venice.com