VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Archivio
Marylin e Marlon. Le facce della ritrattistica fotografica di Kirkland
All’interno della manifestazione Padova Aprile Fotografia, la monografica di Douglas Kirkland apre il percorso in tre tappe intitolato Forme dell’Identità. Questa prima sezione, curata da Elena Ceratti e Enrico Gusella, analizza il modo in cui l’indagine ritrattistica del linguaggio fotografico ha affondato l’obiettivo nella resa delle personalità e delle identità più intime dei soggetti.

 

Circa sessanta scatti, sia in bianco e nero che a colori, narrano la straordinaria rete di amicizie che il fotografo ha tessuto nel corso della sua appassionata attività artistica iniziata negli anni Sessanta. La scelta dei volti restituisce, infatti, un panorama tra i più altisonanti del mondo dello spettacolo e dello show business. Marilyn Monroe, Elizabeth Taylor, Robert de Niro, e Orson Welles e anche uomini di scienza quali Stephen Hawking.

 

Ma Douglas Kirkland non ritrae solamente divi del mondo dello spettacolo, nelle sue fotografie lo sfondo viene usato esteticamente, senza arricchimenti contestuali che possano servire alla descrizione del soggetto ritratto dando così massimo risalto alla figura, chiunque essa sia, riducendo la profondità di campo e usando un fuoco selettivo in cui si dà risalto solo al volto. Ad un occhio attento non sfugge questa sua grande abilità del fotografo nell’utilizzo degli strumenti tecnici che di tale resa si fanno promotori.

 

Chiara Casarin

«Douglas Kirkland - Portraits»
Fino al 24 maggio Museo Civico al Santo-Padova
Info www.cnf.padovanet.it