VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Archivio
Ono per tutti, tutti per Ono... Anton’s Memory ripercorre la carriera dell’artista giapponese
di Andrea Esposito   
Anton’s Memory di Yoko Ono rimanda «alla vita di una donna vista attraverso gli occhi del figlio, e della sua debole memoria». L’artista giapponese - insignita il 6 giugno del Leone d’Oro alla Carriera - presenta presso la Fondazione Bevilacqua La Masa una mostra che ripercorre i momenti più significativi della sua attività: film, composizioni sonore, sculture, disegni e dipinti, oltre ad alcune installazioni interattive che coinvolgono intensamente il pubblico.

 

Il tema centrale di molte opere è il corpo, in particolare nella doppia versione (1965-2003) della performance Cut piece in cui l’artista concede ai partecipanti di tagliare parti del suo abito.

Nella prima interpretazione Yoko Ono ha 32 anni, nella seconda 70: tale riproposizione consente la messa in evidenza dei segni e delle tracce lasciati dal tempo.

 

Ancora sul corpo, un’opera-video in cui tenta di strapparsi il reggiseno per respirare liberamente, efficace metafora della liberazione femminile; la scultura Touch me III che contiene - come i tesori in uno scrigno - alcuni frammenti di un corpo femminile.

Il tutto accompagnato da una colonna sonora delicata e struggente e da interventi grafici con cui l’artista decorerà - dal vivo - le pareti delle sale.

 

«Yoko Ono - Anton’s Memory»
Fino al 20 settembre Fond. Bevilacqua La Masa
Info www.bevilacqualamasa.it