VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Archivio
Galliani al dente. Al Museo Diocesano di Venezia l’ultima fatica dell’artista emiliano
di Sara Bossi   
Potrebbe sembrare quasi blasfema, non fosse che la mostra è allestita proprio nel Chiostro di Sant’Apollonia, sede del Museo Diocesano di Venezia, dietro il Palazzo Patriarcale e la Basilica di San Marco. Santa Apollonia, Omar Galliani e qualche dente di Andy Warhol è l’ultima fatica del maestro emiliano e non passa inosservata fra gli eventi presenti in città e organizzati in concomitanza con la Biennale Internazionale di Arti Visive.

 

Una mostra-confronto, dove Galliani dialoga con le invenzioni irriverenti di Andy Warhol, qui presente con una serie di opere su carta, inedite e mai esposte prima, realizzate nel 1984 e ispirate alla martire cristiana del III secolo, venerata come protettrice dei dentisti e invocata dalla devozione popolare contro il mal di denti.

 

Galliani aggiunge la Santa d’Alessandria d’Egitto alla sua serie Nuovi Santi, concepita fra il 2004 e il 2006 e a Venezia presenta sette inediti. Con ironia ragiona intorno alla caducità della vita, simbolicamente evocata dal ritorno insistente del motivo dei denti, meticolosamente disegnati a grafite: sospesi, isolati, come misteriosi corpi astrali, o “in fitta caduta”, come una pioggia precipite. A volte vi compare accanto, per contrasto, in chiaroscuro, da irraggiungibile lontananza, il volto sereno di Apollonia.

 

Per il pubblico veneziano resterà con i suoi denti fino al 15 agosto, prima di partire per la Cina, dove Omar Galliani è di casa. La mostra, in ottobre, prenderà parte alla rassegna internazionale d’arte contemporanea di Hangzhou.

«Santa Apollonia, Omar Galliani e qualche dente di Andy Warhol»
Dal 3 giugno al 15 agosto Museo Diocesano d’Arte Sacra
Info www.museodiocesanovenezia.it