VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow VENICENESS arrow Archivio
Balconi serenissimi
di F.M.   
menu_balconi.jpgPare che i gerani possano essere bellamente sostituiti, almeno in parte, da altro genere di piante, commestibili e in grado di dare soddisfazione ai proprietari di terrazze e ai loro portafogli. I dati parlano chiaro, si può parlare di sindrome da orto in città.

Dunque gli ortaggi spuntano da vasi attrezzati su balconi e terrazzi: insalatina, zucchine e pomodori, ma anche piante dalla funzione ornamentale come fagiolini, piselli, peperoncino. Oppure piante officinali ed erbe aromatiche. Basilico greco, prezzemolo francese, fragoline. Insomma un vero e proprio boom, tanto che per i fanatici dell’orto pensile esiste un apposito catalogo di prodotti studiati per avere il massimo nel minimo spazio. Esiste un jardin verticale minute, alto 170 cm, largo 70 e profondo 60, dotato di impianto di irrigazione autonomo per realizzare splendide pareti ornamentali che abbelliscano spazi ridotti in modo molto originale. O ancora alcuni inediti suggerimenti di specie di piante: come la muelembeckia, un rampicante dalla foglia più piccola del mondo delle dimensioni di una lenticchia, il fico d’India o il mirto al posto dei gerani.

 

Va detto però che i balconi serenissimi, data la magnificenza degli orti delle Isole della Laguna, che con la loro speciale composizione del terreno, regalano - beh insomma, diciamo offrono a caro prezzo! - verdure strepitose, dai sapori molto particolari, non vanno del tutto privati dei cari vecchi gerani, quelli zonali, robusti e dalle diverse colorazioni, quelli cadenti, spesso anche dal balcone fino in calle o in canale, come capitava sovente alle mie zie, di tipo edera o parigini, fino alle specie in grado di tenere lontane le zanzare.