VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Archivio
Sguardi contemporanei. Dialogo con la tradizione del primo Novecento a Ca’ Pesaro
di Valentina Bezzi   

arte_capesaro.jpg

Orfeo che non può voltarsi a guardare Euridice: è questo il rischio della contemporaneità, costretta a guardare sempre avanti, anche quando non vede la meta, pena lo svanire delle proprie passioni, della propria storia, come del proprio stesso essere. Un'idea che percorre secondo mille declinazioni diverse le arti del terzo millennio e di cui ci offre un saggio intenso e articolato la mostra Non Voltarti Adesso!/Don't look Now! a Ca’ Pesaro fino al 4 ottobre.

 

Dieci artisti italiani, tra i più significativi a livello internazionale, visti come alter ego del contemporaneo, in un rapporto di condivisione-scontro con la monumentale tradizione del primo Novecento, ma anche di dialogo intertestuale per la versatilità dei mezzi e delle idee che esprimono: il sussurro di tetra ironia di Boisi, lo sviluppo biologico sulla base di sequenze numeriche di Breviario, il viaggio nella memoria di Favelli, lo studio delle relazioni tra oggetti, spazi ed esseri umani di Franceschini, la ricerca “inattuale” di Frigo, l'attrazione per il vuoto di Gonzato, il fascino dell'antico come perdita irredimibile di Guerzoni, gli studi per “probabili equilibri in movimento” di Moro, gli esercizi di “disciplinata” libertà di Trevisani e l'energia performativa di Vascellari. Curata da Milovan Farronato, con il contributo di Vhernier e della Fondazione di Nicoletta Fiorucci, la mostra è organizzata in collaborazione con la Fondazione Bevilacqua La Masa che rinnova così un rapporto di antica data con il Museo d'Arte Moderna, nella comune attività di promozione di giovani artisti.

«Non Voltarti Adesso!/Don't look Now!»
Fino al 4 ottobre Ca’ Pesaro
Info www.museiciviciveneziani.it