VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Archivio
La febbre del vetro. Da Man Ray a Louise Bourgeois, la profonda trasparenza del contemporaneo
di Anna Trevisan   

Bollente fluido e solido raffreddato, malleabile magma e oggetto concluso, il vetro sembra custodire da sempre l’anello segreto che collega la terra al fuoco ed è, per antonomasia, l’espressione dell’ossimoro, trattenendo insieme fragilità e durezza. In questa tensione fondamentale che percorre l’intero processo creativo del vetro - sottoposto ad uno stress termico, temprato, tagliato, molato, lavorato dalle mani dell’uomo in infinite forme - si conserva da millenni un fascino intatto.

arte_glasstress.jpg

 

Da un’idea di Adriano Berengo nasce l’audace e splendida mostra Glass Stress, che raccoglie l’invito alla “costruzione di nuovi mondi” lanciato da questa 53a Biennale d’Arte. Quasi una quarantina le opere esposte, frutto di una formidabile sintesi di saperi, pensate da una rosa di artisti del calibro di Man Ray, Jean Arp, Rauschenberg, Louise Bourgeois, Joseph Kosuth, Tony Cragg - per citarne solo alcuni - e realizzate da Maestri vetrai. Obiettivo e risultato: creare un nuovo mondo, sollecitando e ’stressando’ il vetro per liberarlo ancora una volta e sperimentarlo in nuove forme, espandendone i confini, sviluppandone la sua potenzialità e la sua ricchezza espressiva, in un dialogo aperto tra Idea e Materia, tra Artista e Maestro.

«Glass Stress»
Fino al 22 novembre Istituto Veneto e Scuola Grande di San Teodoro
Info www.mjellbykonstmuseum.se